A Roma le opere di ” INMENSA LUZ” della Fondazione Enaire

Grazie all'accordo firmato con l'Instituto Cervantes
Il segretario di Stato, Julio Gómez-Pomar ha inaugurato a Roma la mostra “Inmensa luz” della Fondazione ENAIRE

•La mostra si terrà nei saloni dell'Instituto Cervantes, sito in Piazza Navona, nell'ambito della programmazione internazionale di PHotoEspaña 2017 dall'8 settembre al 28 ottobre.

•La mostra “Inmensa luz” si compone di una selezione di 33 opere di artisti affermati nonché di fotografi emergenti incorporate alla Collezione in occasione del Premio annuale di della Fondazione ENAIRE.

•Tra gli autori degli scatti: Chema Madoz, Daniel Canogar, García Alix , Irene Cruz, Maider López, Lola Guerrera, José Manuel Ballester, ecc.

•La collezione viene esposta fuori dalla Spagna per la prima volta e presenta una selezione della migliore fotografia contemporanea a cura di autori spagnoli

•L'inaugurazione della mostra coincide con il 372º anniversario della morte di Francisco de Quevedo.

8 settembre 2017
Il segretario di Stato di Infrastrutture, Trasporti e Casa, nonché presidente di ENAIRE, Julio Gómez-Pomar ha inaugurato a Roma l'esposizione “Inmensa luz” della Fondazione ENAIRE.

Per la prima volta e grazie all'accordo sottoscritto con l'Instituto Cervantes e PHotoEspaña, questa collezione viene esposta fuori dalla Spagna.

“Inmensa luz” è composta da una selezione di 33 fotografie, sia di artisti affermati che di altri autori dalla traiettoria più recente. Tra gli altri, si possono menzionare nomi di fama internazionale come Chema Madoz, José Manuel Ballester, García Alix, Daniel Canogar, Lola Guerrera, Victoria Diehl o Irene Cruz, ecc.

Questa selezione è il miglior riflesso della creazione fotografica in Spagna, tutti gli scatti sono accomunati dalla luce del Mediterraneo che condividono entrambi i paesi. Sotto il titolo “Inmensa luz” la commissario, Ángeles Imaña, curatrice della Collezione ENAIRE, ha selezionato fotografie il cui contenuto rivela un panoramica delle tendenze più recenti in Spagna.

Nelle parole della stessa Commissario, “Inmensa luz” agglutina le inquietudini delle attuali correnti della fotografia spagnola, dando loro voce e riecheggiando il loro modo di intendere la realtà”.

Secondo Imaña, in questa mostra si possono ammirare vere e proprie opere museabili, sia per qualità tecnica che per la testimonianza che rendono. “Ogni artista apporta il proprio linguaggio; e il suo mondo interiore si riflette all'immortalare immagini, che noi guardiamo, ma solo loro possono vedere”.

Come già segnalato, è la prima volta che le opere della Collezione ENAIRE vengono esposte fuori dalla Spagna. La prima tappa di questa mostra itinerante è stata Napoli, nei mesi di marzo, aprile e maggio 2017; successivamente è stata esposta a Palermo nei mesi di giugno e luglio. Dopo la tappa di Roma, la mostra sarà visitabile presso la sede dell'Istituto Cervantes di Milano da novembre fino a gennaio 2018.

Queste esposizioni rientrano nell'ambito del programma ufficiale di PHotoEspaña 2017, il festival internazionale di fotografia e arti visive, che quest'anno festeggia la sua ventesima edizione, ormai convertitosi in piattaforma indispensabile per i creatori e i loro progetti.

Va ricordato che, dal 25 maggio al 3 settembre, sono in programma altre iniziative negli spazi espositivi della sede dell'Instituto Cervantes di Madrid, includenti i risultati della X convocazione del Premio Fondazione ENAIRE di fotografia di quest'anno.

Francisco de Quevedo
Non va dimenticato che la data d'inaugurazione di “Inmensa luz” coincide con il 372° anniversario della morte di uno dei nostri più illustri scrittori: Francisco de Quevedo.

Quevedo coltivò ogni genere letterario della sua epoca. Nella poesia si contraddistingue per la profondità delle sue riflessioni, la complessità concettuale delle sue immagini, la mordacità e la satira cui ricorre…

In prosa scrisse da trattati politici fino a testi ascetici e di carattere filosofico e morale. Di tutte le sue opere potremmo menzionare il romanzo picaresco “Vita del Pitocco” (titolo originale: “Historia de la vida del Buscón, llamado don Pablos”), ingegnosa opera dall'umorismo corrosivo e impeccabile dal punto di vista stilistico.

L'opera della Fondazione ENAIRE
La Fondazione ENAIRE è un'istituzione culturale vincolata a ENAIRE. Tra i suoi obiettivi rientrano la promozione della aeronautica e la conservazione, ampliamento e divulgazione del patrimonio artistico di ENAIRE. Tale patrimonio consta di una straordinaria collezione d'arte spagnola e ibero-americana che risale alla seconda metà del XX secolo e continua fino ai giorni nostri, abbracciando più di un migliaio di opere di pittura, scultura, fotografia, grafica, opere su carta e arte multimediale.

La Fondazione è stata costituita nel 1994 con il nome di Fondazione Aena, modificato nel gennaio 2016 in quello di Fondazione ENAIRE.

ENAIRE è l'ente pubblico economico dipendente dal Ministero dello Sviluppo che gestisce, attraverso 5 centri di controllo, 22 torri e una rete di infrastrutture ed attrezzature aeronautiche, il 4° spazio aereo in Europa per volume di traffico. Il traffico aereo gestito da ENAIRE muove ogni anno oltre 230 milioni di persone.

“INMENSA LUZ”
presso Instituto Cervantes di Roma
Sala Dalì
dall'8 settembre al 28 ottobre 2017
Piazza Navona 91 00186 Roma

About Redazione

Check Also

Ostia Antica Festival: al via la prima edizione il 17 luglio con Vinicio Capossela

#OstiaAnticaFestival #VinicioCapossela #EventiRoma #EZrome Il Teatro Romano di Ostia Antica ospiterà la prima edizione dell'Ostia Antica Festival, con artisti come Vinicio Capossela, Goran Bregović, Patti Smith e Carmen Consoli. La rassegna, organizzata da RTI Teatro Romano Ostia Antica, si terrà dal 17 luglio al 28 settembre, unendo tradizione e contemporaneità in un palcoscenico storico.

Francesco Cavestri il 18 luglio in concerto all’ENTROTERRE Festival

#FrancescoCavestri #EntroterreFestival #Jazz #EZrome Il giovane pianista Francesco Cavestri si esibirà al "ENTROTERRE FESTIVAL" il 18 luglio a Trevignano Romano. Presenterà i suoi ultimi lavori, tra cui "IKI – Bellezza Ispiratrice", accompagnato da un trio d'eccezione. Il concerto includerà brani originali e reinterpretazioni di giganti della musica come John Coltrane e i Radiohead.

Lascia un commento