Roma Off Theatre: continua la rassegna dedicata al teatro off

Roma Off Theatre: continua la rassegna dedicata al off il 7 e 8 maggio andrà in scena Sangue e Amore, secondo appuntamento dell'evento organizzato dal Centro Culturale Artemia.

Continua con Sangue e Amore di Luca Laurenti, per la regia di Monica Maffei, la rassegna teatrale promossa
dal Centro Culturale Artemia, polo creativo romano da sempre attento alla diffusione di forme espressive
innovative, nel segno dell'artisticità e della sperimentazione.

Scopo principale di Roma Off Theatre è valorizzare i lavori focalizzati sulla ricerca di nuove forme
drammaturgiche, lontane dalla scena teatrale mainstream, come spiega Maria Paola Canepa (direttrice artistica del Centro Culturale Artemia e della rassegna in questione) che, parlando dell'iniziativa, afferma:
«Artemia è una realtà culturale finalizzata alla scoperta di nuovi universi creativi; nel corso della nostra
attività ci siamo resi conto della grande presenza di sperimentazioni teatrali degne di nota, lontane da cliché
e consuetudini, desiderose di un palco scenico per esprimere la loro qualità artistica. Roma Off Theatre è
una possibilità per gli artisti e per il pubblico: è l'occasione per proporre, ricevere e apprezzare nuove forme di espressione».
Dopo l'inaugurazione avvenuta il 16 e il 17 aprile con Scompaio, di Francesca R. Miceli Picardi, gli
appuntamenti della rassegna riprendono con Sangue e Amore, testo teatrale scritto da Luca Laurenti, diretto
da Monica Maffei e interpretato da Alessandro Calamunci Manitta e Deborah Mattiello. Una pièce inedita,
presentata al pubblico da un gruppo di artisti la cui unione è stata siglata proprio tra le mura del centro
culturale romano. I protagonisti di Sangue e Amore, infatti, hanno partecipato separatamente al festival “In
Corto Teatrale” (che dal 10 al 13 dicembre 2015 ha animato le sale dell'Artemia), ricevendo molti
riconoscimenti da una giuria d'eccezione (composta, tra gli altri, da Lydia Biondi, Fabrizio Romagnoli e Franco
Vivona): ad Alessandro Calamunci Manitta è andato il premio come migliore attore, a Deborah Mattiello
come migliore attrice e a Luca Laurenti il premio speciale del pubblico.

Da quell'esperienza è nata la voglia di aggregarsi in una compagnia e, sabato 7 e domenica 8 maggio, tornano
insieme sul palco dell'Artemia per presentare una pièce in cui i dolori e le colpe del passato riaffiorano in un
presente intrappolato in antichi fantasmi, nel quale predomina la crisi identitaria dell'uomo contemporaneo.
Il processo di creazione di Sangue e Amore racconta concretamente le finalità di Roma Off Theatre: creare
occasioni di incontro che, come ricorda Giancarlo Moretti (al fianco di Maria Paola Canepa nella direzione
artistica della rassegna), non si esauriscano in un'occasionalità ma permangano nel tempo sotto il segno della sperimentazione, dell'originalità e della sincerità artistica.

SANGUE E AMORE
Scritto da Luca Laurenti, diretto da Monica Maffei
Interpretato da Alessandro Calamunci Manitta e Deborah Mattiello

Due monologhi, recitati alternativamente da un uomo e una donna. L'uomo, colpevole di violenza sessuale sulla donna, sua ex fidanzata, si costituisce e confessa il suo
crimine ad un commissario di polizia fuori campo; la donna, la vittima, parla con il suo psicanalista,
anch'esso fuori campo.
Due psicologie a confronto che si intrecciano in un susseguirsi di emozioni, ora riferite all'episodio
della violenza, ora ad un passato difficile da dimenticare per ambedue.

Centro Culturale Artemia
Via Amilcare Cucchini, 38
Raggiungibili con la linea ATAC 710, da Monteverde e Gianicolense.
Telefono: 334.1598407
e-mail: info@centroculturaleartemia.org

About Redazione

Check Also

Venere in musica: Sergio Rubini, Pino Quartullo e Paola Minaccioni

#VenereinMusica #SergioRubini #PaolaMinaccioni #EZrome Il Parco archeologico del Colosseo continua con "Venere in Musica", presentando "Caro Mecenate" con Sergio Rubini e Pino Quartullo il 25 giugno e "Paola racconta Anna" con Paola Minaccioni il 26 giugno. Gli spettacoli, che si terranno al Tempio di Venere e Roma, offrono un'esperienza culturale unica e gratuita, con prenotazione obbligatoria.

L’estetica della deformazione alla Galleria d’Arte Moderna

#espressionismo #arteitaliana #mostra #EZrome La Galleria d'Arte Moderna di Roma ospiterà la mostra "L'estetica della deformazione. Protagonisti dell'espressionismo italiano" dal 6 luglio 2024 al 2 febbraio 2025. L'esposizione esplora l'espressionismo italiano degli anni Venti-Quaranta, con opere di artisti come Guttuso e Levi. L'evento è promosso da Roma Capitale e organizzato da Zètema Progetto Cultura.

Lascia un commento