PER CHI SUONA LA CAMPANA Ricordando Giancarlo Cesaroni e le sue “stanze polverose”

I Lunedì dell'Arciliuto, oggi 2 novembre 2015 alle ore 20.30 “PER CHI SUONA LA CAMPANA” Ricordando Giancarlo Cesaroni e le sue “stanze polverose”

dalle ore 20,00 AperiCena a buffet

ore 21,30·Spazio

– CALYPSO CHAOS
– AKIRA MANERA
– MARI PIGNATELLI
– MARCO RO'

ore 23,00,·Salotto della canzone d'autore Incontri, canzoni, ricordi, idee… insieme
INGRESSO LIBERO

Ogni lunedì ci si incontra al teatro Arciliuto in Piazza Montevecchio 5 a Roma per un Aperitivo e per ascoltare della bellissima musica dal vivo!
CANTAUTORI da tutta Italia si avvicenderanno nell'arena del piccolo teatro per una serata tra amci e dopo la musica si continua chiacchierando nel salotto in compagnia di un antico pianoforte!

SERATA TIPO
Dalle ore 20,30 AperiCena
Alle ore 21.30 nello spazio Teatro il concerto
4 cantautori per ogni appuntamento
4 canzoni per ogni performance
Durata complessiva del concerto 1 ora e 15 minuti / 1 ora e 30 minuti
Alle ore 23.00 circa termina il concerto.
Il pubblico si sposta, se vuole, nell'area bar

“Oggi, dopo vent'anni di attività, siamo molto stanchi e delusi e vorremmo smettere. il momento politico e culturale è uno dei peggiori con il consumo che colpisce in tutti i campi ed il nicolinismo che ha determinato la nascita di una tribù di falsi operatori culturali, pronti a mungere in nome di operazioni più o meno intellettualistiche.
Sarebbe quindi il caso di proseguire per cercare di essere un'isola nel mare di consumo che ci circonda, ma non sappiamo se ce la faremo”.
Giancarlo Cesaroni

About EZrome

Check Also

“Fragile Ecosystem”: un dialogo tra arte e natura al Museo Orto Botanico di Roma

#FragileEcosystem #GiuliaPompilj #ArteAmbientale #EZrome "Fragile Ecosystem" di Giulia Pompilj, al Museo Orto Botanico di Roma, è un'esplorazione artistica dell'equilibrio precario degli ecosistemi. Tessuti e soundscape si fondono in un'installazione che riflette sulla resilienza della natura di fronte alle avversità, invitando a una profonda riflessione sull'ambiente.

“456”: una commedia sull’arretratezza culturale italiana

#456 #TeatroItaliano #MattiaTorre #EZrome "456" di Mattia Torre illumina la scena teatrale romana con un'acuta riflessione sulla famiglia come microcosmo delle arretratezze culturali italiane, invitando il pubblico a una profonda riflessione sull'identità e i valori della nostra società.

Lascia un commento