Centrale Preneste Teatro il Teatro di Carta/Ombre Bianche Teatro in scena “Il libro delle ombre”

Domenica 8 Novembre alle ore 16.30 a Centrale Preneste (Via Alberto da Giussano, 58 in zona Pigneto-Malatesta) il Teatro di Carta/Ombre Bianche Teatro è in scena con lo spettacolo Il libro delle ombre, una rappresentazione sospesa tra la fisicità del teatro d'attore e la magia del teatro d'ombre. Al centro della scena l'enorme “Libro delle ombre” da cui i personaggi fuoriescono dando vita alla storia. La trama è ispirata al romanzo di Adalbert von Chamisso “Storia straordinaria di Peter Schlemihl”. Il giovane Plûme, che sogna di diventare uno scrittore, decide di proporre i suoi racconti a Balthazaar, un potenziale editore che ha le sembianze di un individuo oscuro e misterioso. Ammaliato da questo personaggio, lo scrittore arriverà addirittura a scambiare la propria ombra con una borsa prodigiosa da cui non si finisce mai di estrarre denaro. Presto, però, si accorgerà del suo errore e rimpiangerà amaramente di aver rinunciato a una parte di sé.

Spettacolo di teatro d'attore, teatro d'ombre e lanterna magica, Il libro delle ombre è rivolto ai ragazzi e ai bambini dai 4 ai 10 anni. Il costo del biglietto è per tutti di 5 euro.
L'iniziativa fa parte della Rassegna Infanzie in gioco 2015/16.

Il libro delle ombre
Teatro di Carta/Ombre Bianche Teatro
Di e con: Chiara Carlorosi e Marco Vergati

Centrale Preneste Teatro
Via Alberto da Giussano, 58 – Roma

Domenica 8 Novembre alle ore 16.30
Biglietto unico: 5.00 € (prenotazione consigliata)
Info e prenotazioni: 06 27801063 – 06 25393527
(lun./ven. ore 10.00/17.00) o
email: info@ruotaliberateatro.191.it

About EZrome

Check Also

“Fragile Ecosystem”: un dialogo tra arte e natura al Museo Orto Botanico di Roma

#FragileEcosystem #GiuliaPompilj #ArteAmbientale #EZrome "Fragile Ecosystem" di Giulia Pompilj, al Museo Orto Botanico di Roma, è un'esplorazione artistica dell'equilibrio precario degli ecosistemi. Tessuti e soundscape si fondono in un'installazione che riflette sulla resilienza della natura di fronte alle avversità, invitando a una profonda riflessione sull'ambiente.

“456”: una commedia sull’arretratezza culturale italiana

#456 #TeatroItaliano #MattiaTorre #EZrome "456" di Mattia Torre illumina la scena teatrale romana con un'acuta riflessione sulla famiglia come microcosmo delle arretratezze culturali italiane, invitando il pubblico a una profonda riflessione sull'identità e i valori della nostra società.

Lascia un commento