734116 italian flag

Sale la febbre azzurra a Roma

734116 italian flagSarà per scaramanzia ma prima di ieri sera la febbre azzurra ha tardato a decollare nella capitale. Quando sono cominciati gli Europei, c’erano pochissime bandiere per Roma, così come pochi prognostici. È pur vero che abbiamo iniziato con i campioni del mondo: la Spagna, ottenendo un 1-1 sudato e meritato, poi la nostra corsa è stata arrestata dalla Croazia con un altro 1-1 per poi vincere con la più debole di questi Europei di Calcio, l’Irlanda con un 2-0!

Senza crederci siamo arrivati ai quarti di finale e ieri sera ce la siamo giocata con l’Inghilterra. Una partita sofferta, appassionante, tenuta per oltre 120 minuti nel filo del rasoio. Nessuno ci voleva credere, solo quando Buffon ha parato il rigore di Cole, allora abbiamo capito che la semifinale era nostra e che il 28 giugno ce la saremmo vista con la Germania!

Dopo la partita Roma è esplosa, macchine per le strade, trombe, i romani sono esplosi in una gioia comune, cominciando a sperare di poterli vincere questi campionati di calcio.
La voglia di svagarsi, di pensare di farcela nonostante tutto, di affrontare questa estate con un sorriso, di lasciare qualche problema alle spalle, è questo lo spirito che che ci accomuna tutti alle partite dalle nazionale!
Intanto i maxi schermi cominciano ad aumentare a Roma e siamo sicuri che ci saranno tanti posti dove potersi godere le semifinali in compagnia! Forza azzurri! Fateci sognare!

About Redazione

Check Also

A Villa Borghese esposta la scultura “Il Rilievo del cavaliere”

Roma si prepara ad accogliere uno degli eventi culturali più affascinanti dell'anno. In concomitanza con …

Officina Pasolini dedica il 30 maggio ai disturbi alimentari

evento #disturbialimentari #FrancescaFialdini #EZrome Officina Pasolini dedica il 30 maggio ai Disturbi del Comportamento Alimentare con la presentazione del libro di Francesca Fialdini "Nella tana del coniglio" e un approfondimento del progetto Food For Mind. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria.

Lascia un commento