Il CollettivO CineticO presenta “Benvenuto Umano” al Teatro Vascello

ANTEPRIMA DANCING DAYS CollettivO CineticO “Benvenuto Umano”
21 – 22 Ottobre – Vascello |h 21, domenica h 17

Il 22 Ottobre dopo lo spettacolo la compagnia si confronta con la redazione di Teatro e Critica per gli incontri di Vis à Vis

Presentato il 21 e il 22 Ottobre al Teatro Vascello – come anteprima di Dancing Days, la nuova sezione del Romaeuropa Festival curata da Francesca Manica e dedicata alle eccellenze della coreografia europea contemporanea (dal 4 all'8 Novembre a La Pelanda) – Benvenuto umano è la nuova creazione della compagnia CollettivO CineticO che con questo spettacolo giunge al suo decimo anno di attività. Un'ode all'umano e al suo corpo che ispirandosi ai misteri degli affreschi del Salone dei Mesi di Palazzo Schifanoia a Ferrara, attraversa contemporaneamente medicina tradizionale cinese, grafica giapponese, anatomia, astrologia, paganesimo e circo. Sul palco, una piccola tribù di performer e circensi per dare vita a un rituale inventato, per celebrare e ricongiungere elementi tra loro diversissimi e tracciare una linea tra questa terra e la profondità del cielo.

Fondato nel 2007 dalla coreografa e danzatrice Francesca Pennini -formatasi presso il Laban Dance Centre di Londra e in scena in alcune delle più importanti produzioni di Sasha Waltz- CollettivO CineticO si è imposto in questi anni tra i gruppi italiani maggiormente capaci di sparigliare le carte della creazione coreografica e teatrale, con una poetica nerd, iperattiva, fortemente scientifica ma al contempo poetica; in un equilibrio magistrale tra la potenza immaginifica del palcoscenico e un solido impianto teorico radicato nel pensiero filosofico e nelle arti visive. Un'estetica originale capace di rinnovarsi da spettacolo in spettacolo caratterizza la produzione della coreografa e danzatrice (recentemente musa de Le luci della centrale elettrica.
E in effetti Benvenuto Umano raccoglie tutti gli elementi cari alla compagnia chiudendo un percorso di ricerca che iniziato dal corpo torna infine al corpo stesso: «Mi piace molto l'idea che Benvenuto Umano possa essere un modo per tornare al punto di partenza del nostro percorso, ma con un vissuto diverso e con altre domande. Lo spettacolo (…) fa perno sullo stesso elemento: il corpo in scena, un grado zero ma anche la più alta possibilità di rappresentazione dell'Altro. Un corpo che è per noi la cosmicità più complessa, il rimando simbolico più articolato». Afferma a tal proposito Francesca Pennini. L'ironia che ha caratterizzato gli ultimi lavori della compagnia sembra dissolversi in uno spettacolo viscerale in cui lo spettatore è invitato ad abbandonarsi. Privata della vista per tutta la durata della sua performance la stessa Francesca Pennini è impegnata insieme agli altri membri della compagnia in una coreografia in cui il movimento corporeo sposa le acrobazie spericolate del circo, reinventa pratiche sportive (uno dei momenti dello spettacolo prevede una partita di Omus – reinvenzione del Sumo per corpi di qualsiasi taglia), fa proprie tecniche del bondage giapponese e pratiche Shatsu ancorate alla tradizione cinese.

La scena è così intesa come un corpo che si offre medicalmente a una diagnosi: un sistema di simboli e iconografie che intreccia come un rizoma oriente e occidente per rileggere il corpo in maniera nuova e commovente…. Un rituale della contemporaneità «che richiede anche allo spettatore uno sguardo attivo, tifoso, partecipe di ciò che sta accadendo in tempo reale sulla scena, ancora curioso di scoprire cosa accadrà».

Dancing Days prosegue dal 4 all'8 Novembre all'interno del Romaeuropa Festival. 

BIO DELLA COMPAGNIA – CollettivO CineticO nasce nel 2007 ed è diretto della coreografa Francesca Pennini in collaborazione con il dramaturg Angelo Pedroni ed oltre 50 artisti provenienti da discipline diverse. La ricerca del collettivo indaga la natura dell'evento performativo con formati al contempo ludici e rigorosi che si muovono negli interstizi tra danza, teatro e arti visive. Uno dei caratteri salienti è l'ideazione di metodi di composizione e organizzazione del movimento in grado di incontrare corpi estremamente differenziati e dispositivi che discutono il rapporto con lo spettatore e la visione. CollettivO CineticO è compagnia residente del Teatro Comunale di Ferrara e all'oggi ha prodotto 37 creazioni ricevendo numerosi premi tra cui: Jurislav Korenić Award Best Young Theatre Director; Premio Rete Critica 2014 come miglior artista 2014; Premio Danza & Danza 2015 a Francesca Pennini come miglior coreografa e interprete, nomination premi UBU miglior performer under 35; Premio Hystrio Iceberg 2016; Premio MESS al BE Festival di Birmingham 2016; Premio Nazionale dei Critici di Teatro per il Teatro Danza 2016. Dal 2013 la compagnia è sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dal 2015 dalla Regione Emilia-Romagna e dal 2016 è “international artist” del network APAP – advancing performing arts project, presentati da Centrale Fies / Festival Drodesera. I lavori sono stati presentati in: Austria, Belgio, Bosnia, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Italia, Olanda, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Serbia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Taiwan e via live streaming negli USA ed in Corea.

Info:
21 e 22 ottobre 2017
sabato h 21, domenica h 17
CollettivO CineticO
Benvenuto Umano
Teatro Vascello
Via G. Carini 78 – 00152 ROMA
Biglietti da € 15 a € 20
sito web: romaeuropa.net
Info: Tel.065553050

About EZrome

Check Also

Piccolo uomo grande mondo: un viaggio tra sogno e realtà

#Teatro #Cultura #Innovazione #EZrome In "Piccolo uomo grande mondo", Tommaso Lombardo porta in scena una fiaba comica che esplora il confine tra sogno e realtà, invitando gli spettatori a riflettere sul valore dell'autenticità e del coraggio di essere sé stessi.

Al San Filippo Neri nasce l’Infopoint AISM per la Sclerosi Multipla

#SclerosiMultipla #SanFilippoNeri #SupportoPazienti #EZrome L'inaugurazione dell'Infopoint AISM al San Filippo Neri segna un passo avanti significativo nel supporto alle persone con Sclerosi Multipla e i loro familiari. Questo servizio, offrendo informazioni e orientamento direttamente all'interno dell'ospedale, sottolinea l'importanza dell'informazione e della sensibilizzazione come strumenti essenziali nella gestione della patologia.

Lascia un commento