Letterature Festival 2019: mercoledì 8 maggio incontro con Mauro Covacich

“IL DOMANI DEI CLASSICI: Quand'è che un testo contemporaneo si dà come classico?”
mercoledì 8 maggio ore 17.30 presso Casa delle Letterature Piazza dell'Orologio, 3 
Candidato al Premio Strega. Incontro con Mauro Covacich, autore di Di chi è questo cuore? (La Nave di Teseo, 2018) 
Interviene Rosa Polacco

Una piccola anomalia cardiaca viene scoperta all'uomo che ha il nome e le sembianze dell'autore, allontanandolo da un'attività sportiva ai limiti del fanatismo e infrangendo l'illusione di un'efficienza fisica senza data di scadenza. È questo l'innesco di un romanzo sul corpo, ma soprattutto sul cuore come luogo dei sentimenti e dei destini individuali. C'è un ragazzo caduto, o forse lasciato cadere, da una finestra di un albergo di Milano durante una gita scolastica. Ci sono gli esseri umani, fragili e pieni di voglie.

La solitudine e il desiderio. Ma la storia gira attorno alla relazione dell'autore con la sua compagna, alle trasferte di lavoro, alle tentazioni a cui sono esposti, alla fiducia e al sospetto di cui si nutre la convivenza. Chi è, ad esempio, quell'uomo che si infila in casa loro la notte? Una pista porterebbe nel quartiere, il Villaggio Olimpico di Roma, popolato da figure che sembrano carte dei tarocchi e che lo scrittore consulta nelle sue camminate erranti.

Dopo La città interiore, Mauro Covacich compone una nuova, potente avventura narrativa che ha il coraggio dell'autobiografia più vera. Un romanzo capace di entrare con esattezza nel presente che plasma le nostre vite.

 

 

 

 

Fonti:
Ufficio Stampa Istituzione Biblioteche di Roma
Ufficio stampa Zètema Progetto

About EZrome

Check Also

Malala: un viaggio tra istruzione e libertà al Teatro Lo Spazio

#Malala #Istruzione #Libertà #EZrome La rappresentazione di "Malala: l'istruzione, le donne, la libertà" al Teatro Lo Spazio diventa un viaggio emotivo e culturale che affronta temi come il diritto all'istruzione e la lotta per la libertà femminile, attraverso la vita di Malala Yousafzai, simbolo di coraggio e resilienza.

Un’ora di niente: Paolo Faroni tra comicità e poesia al Teatro Kopò

#UnOraDiNiente #PaoloFaroni #TeatroKopò #EZrome "Un'ora di niente", in scena al Teatro Kopò, vede Paolo Faroni esplorare con ironia e profondità il conflitto tra desiderio e istinto, attraverso un monologo che mescola comicità e poesia, con l'amore come protagonista assoluto.

Lascia un commento