“Cresceranno i ciliegi” di Filippo Maria Macchiusi al Teatro Trastevere

Russia, 1939. Andrej è un contadino sfortunato. Molto. Vive con sua sorella Ivanovna e suo cognato Boris. Ma anche se il regime decide che il suo campo di grano dovrà produrre ciliegie entro due settimane, lui non perde la speranza. Sbaglia. Pensate sia tutto? Sbagliate pure voi.
Aggiungeteci un biglietto della lotteria, una gravidanza, una damigiana polifunzionale, un medico molto poco affidabile, le invasioni di un sospettoso vicino di casa e i sacri segreti di uno strano prete clandestino mai visto prima. Alla fine qualcosa crescerà?

Non piove. Grandina. Una spoglia, vecchia e fredda casa in cui si anima il tragicomico braccio di ferro tra l'inguaribile ottimismo di Andrej e il disperato pessimismo di chiunque lo circondi. Un'atmosfera misera, drammatica, talmente tanto da risultare comica. Sullo sfondo, un'impresa impossibile. Dopotutto, la speranza è l'ultima a morire. Sì, ma prima di lei c'è tutto il resto.

Associazione Culturale Trastevere
Presenta
Cresceranno i ciliegi
di Filippo Maria Macchiusi
regia di
Filippo Maria Macchiusi

28-29-30 Dicembre ore 21
4-5-6 Gennaio ore 21
7 Gennaio ore 17:30

(31 dicembre serata di Capodanno, per info inviare mail al Teatro Trastevere)

Cast
Edoardo La Rosa, Federico Capponi, Giulia Vittoria Cavallo
Alessandro Cecchini, Francesco Romano, Filippo Maria Macchiusi

Teatro Trastevere Il Posto delle Idee
Via Jacopa de Settesoli 3
Consigliata Prenotazione (Feriali ore 21)
Intero 13, Ridotto 10 (prevista tessera associativa)

Contatti: 065814004-3283546847

Fonte: Vania Lai Ufficio Stampa

About EZrome

Check Also

Giacomo Matteotti al Museo di Roma: un’eroica testimonianza

#GiacomoMatteotti #Democrazia #StoriaItaliana #EZrome La mostra "Giacomo Matteotti. Vita e morte di un padre della democrazia", presso il Museo di Roma a Palazzo Braschi, celebra la vita e l'impegno del leader socialista nel centenario della sua morte, offrendo una riflessione sul suo contributo alla lotta per la democrazia e contro il fascismo.

“La Donna di Pietra”: L’omaggio a Camille Claudel al Teatro Spazio 18b

#Arte #Teatro #LaDonnaDiPietra #EZrome "La Donna di Pietra", in scena al Teatro Spazio 18b, celebra la vita di Camille Claudel, artista rivoluzionaria intrappolata in un mondo maschilista. Tra luci, costumi e una narrazione intensa, lo spettacolo promette un viaggio emozionale nell'arte e nella lotta di una donna straordinaria.