Heirtart Festival al Teatro Romano di Ostia Antica

Romano di Ostia Antica HERITART FESTIVAL  il 13 e 14 luglio 2018
PROGRAMMA:
13 luglio 2018 – ore 21
SHELTERING SEA
Performance di danza contemporanea

Produzione: Croatian National Theatre Split
con CNT Split Ballet ensemble
Coreografia: Igor Kirov, CNT Split Head of Ballet
Musica: Balanescu Quartet and Alva Noto
…………………………………………………………………..
14 luglio 2018 – ore 19
MEDITERRANEO SUITE
Performance Itinerante con musiche delle culture del Mediterraneo

Produzione: Daniele Cipriani Entertainment
con Andrea Caleffi, Valentina Chiulli, Marco Fagioli, Ilaria Grisanti,
Davide Pietroniro, Mattia Tortora
A cura di Daniele Cipriani
Maitre du Ballet Stefania Di Cosmo

Al via la prima edizione dell'Heritart Festival, la mini rassegna di danza che andrà in scena ne-gli spazi del Teatro Romano nell'ambito dell'Ostia Antica Festival – Il Mito e il Sogno il 13 e 14 luglio 2018.
Heritart è un progetto europeo che ha l'obiettivo di promuovere e sostenere il patrimonio culturale attraver-so la trasmissione di una nuova visione dei siti archeologici, intesi come un vero e proprio bene prezioso per lo sviluppo culturale dell'Europa.
Il progetto è riferimento internazionale per una eccellente gestione artistica dei siti archeologici, fornendo competenze e know-how alle parti interessate: HERITART dà vita, infatti, a un nuovo modello di performan-ce artistica multidisciplinare per essere proposto sui palcoscenici di Festival con coproduzioni nazionali e in-ternazionali e fornire al pubblico una nuova prospettiva del patrimonio culturale comune. Fanno parte del progetto, oltre all'Italia, rappresentata da “I Borghi srl” (Ostia Antica Festival), la Romania con l'Istituto Nazionale di Ricerca e Formazione Culturale e la Croazia con il Teatro Croato Nazionale di Spalato.
Il linguaggio scelto per le esibizioni di questa prima edizione è stato il movimento e la danza, linguaggio che attraversa facilmente qualsiasi barriera linguistica e arriva al centro della percezione e dell'emozione del pubblico e il tema è il Mar Mediterraneo, come punto d'incontro, melting pot di culture e idee intrecciate, che crea la nostra unità, la nostra storia, la storia delle nostre origini, i nostri valori e principi fondamentali, delle nostre anime.
Il mare che collega più che dividere, facendoci riconoscere le nostre somiglianze e celebrare le nostre diffe-renze e soprattutto ci porta ad affrontare i nostri pregiudizi.
Proprio queste somiglianze, i destini comuni delle persone che vivono lungo le coste del Mediterraneo, sono la storia centrale della proposta di SHELTERING SEA, la performance di danza contemporanea con le co-reografie Igor Kirov, con il Croatian National Theatre Split Ballet ensemble su musiche del Balane-scu Quartet e Alva Noto, che andrà in scena il 13 luglio alle ore 21.
Un viaggio emozionale attraverso persone e culture, con un cast multiculturale di sei ballerini sul palco, per “danzare il mare”, punto centrale di questa ricerca artistica del famoso coreografo macedone, la cui ricca carriera internazionale è stata acclamata con numerosi premi.

Il 14 luglio, alle ore 19.00 sarà la volta di MEDITERRANEO SUITE, una performance itinerante tra le ro-vine di Ostia Antica con musiche delle culture del Mediterraneo a cura di Daniele Cipriani e Stefania Di Cosmo Maitre du Ballet, danzate da Andrea Caleffi, Valentina Chiulli, Marco Fagioli, Ilaria Grisanti, Davide Pietroniro e Mattia Tortora.
“Mediterraneo Suite” non è un lavoro narrativo ma evocativo: una vera circumnavigazione del Mediterra-neo, attraverso la musica delle culture che vi si affacciano e che fanno viaggiare lo spettatore nello spazio e nel tempo in un percorso tra archeologia, musica e danza.
Costruito con momenti di passi a due, il balletto si dipana mettendo in risalto forza giovanile, l'energia e la bellezza del luogo dove si svolge. Tutta la danza è costruita nella coesistenza di emozioni opposte: movi-menti energetici e scanditi si alternano a passaggi estremamente lirici.
Lo spettacolo vuole essere uno specchio di queste nostre terre in cui tuttora si confrontano e si scontrano culture apparentemente diverse ma con una comune radice: il Mediterraneo.
Entrambe le produzioni, Sheltering Sea e Mediterraneo Suite, dopo Ostia Antica andranno in scena anche all'Heritart Festival in Croazia nel sito storico di Salona.

Le installazioni minimaliste e molto leggere, l'uso del perimetro del sito del patrimonio archeologi-co come scenario, l'utilizzo di disegni di luci come strumento scenografico più importante, sono state le condizioni fondamentali per perseguire l'obiettivo del progetto europeo Heritart: la creazione di produ-zioni potenti ma leggere, facilmente gestibili, pensate e realizzate appositamente per rispetta-re le esigenze di conservazione e valorizzazione dei luoghi che li ospitano.

 

PROGETTO EUROPEO HERITART: La promozione dell'Eredità Culturale attraverso le Arti Performative
L'obiettivo di HERITART è promuovere e sostenere il patrimonio culturale europeo attraverso la trasmis-sione di una nuova visione dei siti archeologici, intesi come un vero e proprio bene prezioso per lo svilup-po culturale dell'Europa.
Il progetto è riferimento internazionale per una eccellente gestione artistica dei siti archeologici, fornendo competenze e know-how alle parti interessate: HERITART dà vita, infatti, a un nuovo modello di performance artistica multidisciplinare per essere proposto sui palcoscenici di Festival con coproduzioni nazionali e interna-zionali e fornire al pubblico una nuova prospettiva del patrimonio culturale comune.
Fanno parte del progetto, oltre all'Italia, rappresentata da “I Borghi srl” (Ostia Antica Festival), la Roma-nia (Istituto Nazionale di Ricerca e Formazione Culturale) e la Croazia (Teatro Croato Nazionale di Spalato).
Il progetto è cofinanziato dal Programma Europa Creativa dell'Unione Europea ed è realizzato con partner ed istituzioni locali e nazionali.
Al progetto prendono parte, inoltre, molte altre organizzazioni appartenenti ai territori dei Partner partecipan-ti come teatri, scuole, organizzazioni di formazione, enti pubblici che si occupano della gestione dei siti ar-cheologici ecc.

Il progetto HERITART, iniziato nel maggio 2017, ha una durata prevista fino alla fine del 2019, divisa in quattro fasi:
maggio 2017 / primavera 2018: laboratori e ricerca per definire un modello sostenibile per le attività cultu-rali nei siti archeologici.
primavera / estate 2018: attività di sviluppo del networking e strategie di incremento del pubblico, creazione e gestione del primo Festival Heritart con produzioni nazionali nei paesi partecipanti.
autunno / inverno 2018: valutazione della prima fase, definizione di cluster nazionali per l'ulteriore sviluppo del progetto nei prossimi anni.
2019: costituzione della rete HERITART, impostazione e creazione del Festival successivo ( produzioni naziona-li e internazionali) che si terrà a Roma.

 

 

Maggiori informazioni : heritartitalia@gmail.com

About EZrome

Check Also

Record di medaglie nell’Atletica: quali fattori dietro allo straordinario successo nei 6 giorni degli Europei a Roma?

La straordinaria preparazione degli atleti italiani ha di certo avuto un ruolo cruciale nel successo …

Elisa forte torna a teatro con la commedia “Love exchange”

#teatro #commedia #ElisaForte #EZrome Elisa Forte ritorna sul palco con "Love Exchange", una commedia graffiante diretta da Francesco Proietti. In scena al Piccolo Teatro dell’Arte di Roma dal 27 giugno al 7 luglio 2024, lo spettacolo esplora le dinamiche di coppia attraverso uno scambio di ruoli. Forte sarà anche protagonista di una lettura al Teatro Palco 37 il 12 giugno.

Lascia un commento