“LIBERE CLAUSURE” di Marina Pizzi al Teatro dell’Angelo

Dal 5 al 16 ottobre 2016, Angiola Baggi e Maria Cristina Fioretti in “LIBERE CLAUSURE” di Marina Pizzi, con la partecipazione di Eugenia Scotti

Due visioni della vita si scontrano in un parlatorio benedettino: il cinismo della nostra epoca e la spiritualità e la sua inconsapevole ricerca. Due “clausure” così distanti che possono sfiorarsi, così distanti che inevitabilmente s'intrecciano. In quattro quadri ed un epilogo si snodano la storia di Irma, intrigante immobiliarista cinquantenne senza scrupoli, e di madre Paola coraggiosa e consapevole badessa di un convento quasi in rovina, nel centro della città. Madre Paola per trovare una soluzione concreta per il bene della sua comunità, accetta di incontrare e confrontarsi con Irma e le sue “vantaggiose” proposte, nella speranza di una sistemazione possibile in un nuovo e moderno edificio. Ma la storia va ben oltre ad una semplice transazione…Una sognante e giovane postulante, Benedetta ,è testimone partecipe dello snodarsi della vicenda…Un testo che riesce a dare grande spazio anche alla comicità.

scene Emanuela Bonella
costumi Adelia Apostolico
aiuto regia Lara Panizzi
regia Francesca Satta Flores

dell'Angelo
Via Simone de Saint Bon n. 19 – Roma
tel. 06/37513571-06/37514258
email: info@teatrodellangelo.it

About EZrome

Check Also

Fragileresistente: uno spettacolo di riflessione intergenerazionale al Centrale Preneste

#Teatro #Riflessione #GiovaniTalenti #EZrome Il 1 marzo 2024, "fragileresistente" della Compagnia il turno di notte illumina il Centrale Preneste Teatro con una narrazione potente su padre e figlio, depressione e speranza. Un appuntamento da non perdere per chi cerca nel teatro uno spazio di dialogo intergenerazionale e di riflessione sul nostro tempo.

Latinus Subjectus: Un viaggio ironico nell’antica Roma al Teatro Ivelise

#Teatro #Storia #AnticaRoma #EZrome "Latinus Subjectus", al Teatro Ivelise il 2 e 3 Marzo 2024, è un invito a esplorare l'antica Roma attraverso uno spettacolo che mescola ironia, storia e riflessione politica, narrando la vicenda di una cerimonia andata storta e del processo che ne segue. Un'esperienza teatrale che promette di essere tanto divertente quanto profonda.

Lascia un commento