FUTURA UMANITA’ di JUAN MAYORGA al Teatro dell’Orologio

Agiteatro presenta FUTURA UMANITA' di JUAN MAYORGA al dell'Orologio; traduzione di Simone Trecca e Amy Bernardi, in anteprima al Teatro dell'Orologio – Sala Moretti il 24 e 25 maggio 2016

Regia: Marco Bellomo, Alessandro Filosa, Valerio Leoni
Scenografia: Alessandro Filosa
drammaturgia scenica: Valerio Leoni
Assistente alla regia: Mattia Parrella
Con: Marco Bellomo, Alessandro Filosa, Claudia Guidi, Valerio Leoni, v.o. Luca Colucci

Al Teatro dell'Orologio, Sala Moretti, il 24 e il 25 maggio alle 21.30 l'associazione culturale Agiteatro porterà in scena in anteprima il testo di Juan Mayorga “Futura Umanità”. La regia è a cura di Marco Bellomo, Alessandro Filosa e Valerio Leoni, questi ultimi tre anche in scena insieme a Claudia Guidi e Luca Colucci.

Un testo, quello di Mayorga, che racconta un'alternativa: quando una mail, una cartella, un compito diventano per una persona più importanti di stare bene con sé stessa, quando quindi è più importante ciò che si fa rispetto a ciò che si è, si avverte il bisogno di Rivoluzione.
Futura Umanità ha come sfondo una grande azienda in cui un dirigente, Vladimir, ed un autista, Lev, reclutano personale per un progetto parallelo, un progetto, appunto, rivoluzionario: approfittando della menzogna che pervade tutto il sistema-mondo, creano una rete di persone che si proteggono a vicenda e che possono smettere di occuparsi del proprio lavoro, dei propri obblighi, per curare sé stesse, per dedicarsi alla propria Passione.
Nikita è una di queste persone, scelto perché visibilmente insoddisfatto della vita intesa come meccanismo di una catena di montaggio della quale non si riesce a vedere la fine.
La vicenda racconta quindi le vicissitudini dei tre e di un quarto personaggio, Rosa: elemento parallelo, elemento di disturbo, elemento mobile in quanto pienamente cosciente delle regole del gioco.

Il nostro lavoro in questo allestimento (potendo contare anche sulla collaborazione di Valerio Peroni, attore fondatore dello Studio Suler) è partito dal mescolare sensi opposti, considerando i personaggi come entità surreali, al limite, eccessive, e provando quindi a farle dialogare; il punto di riferimento, il punto medio tra questi confini, l'ago della bilancia, l'agente che porta il punto interrogativo all'interno di questo sovrapporsi di voci è Nikita: cosa è giusto? Se la società tutto impone, se tutto nei rapporti, lavorativi e umani, è menzogna, qual è la direzione in cui bisogna andare? Conformismo o idealismo? E quale corrente idealista seguire, nel caso?
Sono queste le domande che si pone in quanto personaggio, e sono queste le domande a cui ci ha portato questo testo, in un gioco di matrioske tra i vari livelli che Mayorga ci presenta: attraverso un lavoro che partirà, seguendo il nostro metodo registico, dall'interno della scena, noi non cercheremo di dare risposte, di dare le nostre risposte, ma cercheremo di porre le stesse domande, e magari qualcuna di più, a chi parteciperà con noi al dialogo teatrale. Rivoluzione non è infatti, dal nostro punto di vista, nel Teatro come nella vita, dare nuove risposte, ma porsi nuove domande. Insieme. (Valerio Leoni)

Teatro Dell'Orologio
Sala Moretti
Via dei Filippini, 17a
tel 06.6875550,
email: biglietteria@teatroorologio.com

Il 24 e 25 maggio alle ore 21.30
Biglietto intero – 12 euro
Biglietto ridotto under 25 – 10 euro

About Redazione

Check Also

Opera a Villa Sciarra: arte in natura per la stagione estiva 2024

#OPERA #arteinnatura #VillaSciarra #EZrome Il 27 giugno 2024, Villa Sciarra ospiterà la mostra di arte contemporanea "OPERA: arte in natura - natura in arte", dalle 18:00 alle 22:00. Curata da Eugenia Querci e Elena Lago, l'evento includerà installazioni, performance e concerti, promuovendo il dialogo tra arte e natura. Ingresso gratuito da Viale delle Mura Gianicolensi e via Calandrelli.

La nuova stagione 2024/2025 del Teatro de’ Servi: I dinosauri non avevano le commedie

#TeatrodeServi #commedie #stagione2024 #EZrome Il Teatro de’ Servi annuncia la stagione 2024/2025 con il claim "I dinosauri non avevano le commedie". Dal prossimo autunno, il teatro proporrà 22 spettacoli suddivisi in commedie a lunga e breve tenitura, eventi speciali di stand-up comedy e concerti. Una stagione che promette di essere variegata e coinvolgente.

Lascia un commento