Sara Sartini in Su-cesso all’Arciliuto il 5 novembre 2015

Giovedì 5 novembre 2015 alle ore 20:30, Sara Sartini in
Su-cesso
Audaci, spensierate e catartiche riflessioni in water sulla vita, gli scarichi, i rifiuti, le catene, i trattenimenti, il divenire e… le liberazioni!
di Giammarco Spineo

Regia di
Sara Sartini e Giammarco Spineo

dalle ore 20,30
Aperitivo Cena facoltativo nel salotto musicale, drink Euro 10,00
Si consiglia la prenotazione.

ore 21,30, concerto nella sala ,
Ingresso Intero euro 12,00, ridotto euro 10,00
(il ridotto è riservato alle persone iscritte alla mailing list del teatro)

In scena il Su-cesso scritto da Giammarco Spineo e riadattato
con Sara Sartini. Si tratta di un monologo brillante. “Audaci, spensierate e catartiche riflessioni in water sulla vita, gli scarichi, i rifiuti, le catene, i trattenimenti, il divenire e… le liberazioni!”. Questo il sottotitolo del monologo. In effetti Su-cesso è una grande metafora sui giorni nostri, sul pulirsi da ciò che di sporco ci portiamo dentro, per alzarsi da un metaforico cesso (in scena) liberati, più leggeri e rinnovati. Lo spettacolo tratta argomenti putridi che diventano grotteschi, ma sempre con pulita ironia, con leggerezza e profondità. Una simbolica “cagata collettiva” che col sorriso può trasformarsi in concime per l'anima. Fra il pubblico e l'attrice ci sarà da subito complicità e intimità. Un continuo giocare a rincorrersi con le verità in maschera. Sarà lo scaricare in una risata corale, tagliente e riflessiva, il comune obiettivo da raggiungere.

TEATRO ARCILIUTO
Piazza di Montevecchio 5 – 00186 Roma
mobile 3338568464 – tel. 066879419
email: info@arciliuto.it

About EZrome

Check Also

“456”: una commedia sull’arretratezza culturale italiana

#456 #TeatroItaliano #MattiaTorre #EZrome "456" di Mattia Torre illumina la scena teatrale romana con un'acuta riflessione sulla famiglia come microcosmo delle arretratezze culturali italiane, invitando il pubblico a una profonda riflessione sull'identità e i valori della nostra società.

Expo – Teatro Italiano Contemporaneo illumina il Teatro Belli

#ExpoTeatroItaliano #TeatroBelli #CulturaContemporanea #EZrome "Expo – Teatro Italiano Contemporaneo" al Teatro Belli di Roma: "Poi dice che uno beve" e "Shame Culture" esplorano le sfide della vita moderna e il dialogo intergenerazionale, offrendo uno sguardo profondo sulla società attraverso il teatro.

Lascia un commento