Il Festival del Tempo: riflessioni e arte nella 5° edizione

Il Festival del Tempo, giunto alla sua quinta edizione, segna il calendario culturale dei comuni di Monterotondo, Mentana e Fonte Nuova, dal 5 al 12 maggio 2024, con una proposta che intende approfondire e celebrare le molteplici sfaccettature del tempo. Un evento unico nel suo genere che, promosso dall'Associazione culturale blowart sotto la guida di Roberta Melasecca, si avvale della collaborazione di numerose realtà associative e del patrocinio dei comuni coinvolti e di Cittadellarte – Fondazione Pistoletto ONLUS.

Un viaggio nel tempo delle generazioni

Il Festival del Tempo 2024 si propone come un viaggio attraverso il “tempo delle generazioni”, un percorso che esplora le metamorfosi, i cambiamenti e le migrazioni di idee e di persone attraverso il confronto intergenerazionale. In un'epoca segnata da di portata storica, la necessità di un nuovo tempo, di una metamorfosi che possa portare alla costruzione di comunità solidali, emerge come un imperativo. L'inaugurazione del festival, prevista per domenica 5 maggio con il seminario “Identità, memoria e cambiamento”, vedrà la partecipazione di esperti nei campi della psicoanalisi, della storia e della filosofia, tra cui Giovanna Frezza e Mauro Alessandri, che offriranno spunti di riflessione sull'essere umano nel suo divenire nel tempo.

Un programma ricco e variegato

Il cuore del Festival batte nei centri storici di Monterotondo e Mentana con installazioni artistiche frutto di una call internazionale, e a Fonte Nuova con una estemporanea di pittura aperta a tutti. Il programma letterario prevede presentazioni di di autori come Stefania Nardini e Giorgio Moscatelli, mentre il Centro Anziani Elianto ospiterà la mostra “Ritorno al Futuro”, esito di un laboratorio che ha coinvolto scuole e anziani in una riflessione comune sul tempo. Particolarmente attesi i momenti di cinema, con la proiezione del film “Io capitano” di Matteo Garrone, e di danza, con una performance curata da Sala 14, che arricchiranno ulteriormente il festival.

Arte e cultura per riflettere sul Tempo

Il Festival del Tempo non è solo un evento culturale, ma una piattaforma di riflessione sulla natura e sulla percezione del tempo. Grazie al contributo di artisti, scrittori, filosofi e cittadini, il festival diventa un'occasione per superare le frontiere della conoscenza individuale, promuovendo un dialogo trasversale che attraversa generazioni e discipline. Un'iniziativa che, inserita nella rassegna Il Maggio Culturale a Monterotondo, si conferma come appuntamento imperdibile per chi desidera esplorare le dinamiche del tempo attraverso l'arte e la .

Info utili

Il Festival del Tempo si terrà dal 5 al 12 maggio 2024 a Monterotondo, Mentana e Fonte Nuova. Gli eventi sono gratuiti o a offerta libera, rendendo il festival accessibile a tutti. Per maggiori informazioni sugli orari specifici e sul programma dettagliato, è consigliabile consultare i canali ufficiali dell'evento. Questa edizione, che promette di essere ricca di spunti e di occasioni di incontro, rappresenta un'opportunità unica per immergersi in una riflessione collettiva sul tempo, sull'identità e sul cambiamento, in un contesto di arricchimento culturale e sociale.

About EZrome

Check Also

Roma Unplugged Festival: dal 6 al 14 luglio 2024

Musica #Festival #Roma #EZrome Il Roma Unplugged Festival 2024 ritorna per la sua terza edizione dal 6 al 14 luglio, unendo musica, storia e natura nel Parco dell'Appia Antica. Artisti come Noemi e Adriana Calcanhotto si esibiranno in contesti storici suggestivi. L'evento include concerti, masterclass e visite guidate per un'esperienza culturale totalizzante.

Melodie in villa: concerti gratuiti nelle ville romane

#MelodieInVilla #EstateRomana2024 #ConcertiGratuiti #EZrome Roma ospita "Melodie in Villa", una serie di dieci concerti gratuiti fino al 28 luglio, organizzati in ville e parchi della città. L'evento, promosso dall'Assessorato alla Cultura di Roma Capitale, offre un programma variegato che spazia dalla musica classica alle sonorità etniche, coinvolgendo sia musicisti professionisti che giovani talenti.