Aperture dei giardini segreti di Scipione Borghese

Tornano le aperture straordinarie dei giardini segreti di Scipione Borghese 12 novembre – 4 dicembre 2022

I fine settimana del 12 e 13, 26 e 27 novembre e 3 e 4 dicembre gli splendidi giardini seicenteschi dell'Uccelliera e della Meridiana saranno aperti ai visitatori del museo in via straordinaria dalle 9.30 alle 13.00 e i curatori del museo saranno a disposizione per brevi approfondimenti tematici.

Entrambi i giardini furono realizzati per volere di Scipione Borghese nei primi anni del XVII secolo e, nonostante i numerosi rimaneggiamenti subiti nel tempo, hanno conservato l'impianto originario.
Qui un tempo erano coltivati ed esposti fiori pregiati ed esotici, molto di all'epoca, in particolar modo bulbacee e cultivar antiche risultate dalle selezioni di fioristi dell'epoca. Oggi è ancora possibile ammirare la disposizione originaria a “cassette” (le aiuole dell'epoca) di stampo geometrico, delimitate da un bordo di pianelle romane che permette una contemplazione ravvicinata di ogni specie.

Nei giardini è possibile ammirare una collezione di agrumi, con differenti varietà di Citrus limon, il più classico dei limoni, ma anche il Citrus mitis, il sinensis, il maxima e il limetta; l'ibisco palustre e il mutabilis, anche detto Rosa di cotone e molte altre specie. Sarà inoltre possibile ammirare il giardino della Meridiana recentemente rinverdito dalla piantumazione di oltre 1500 esemplari di viola cornuta rose antique.

L'accesso al giardino è gratuito e incluso nel biglietto del museo. Per acquistare il biglietto la prenotazione è obbligatoria attraverso il sito web della Galleria Borghese oppure chiamando lo 06 32810.

Si ringrazia il Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale.

 

CONTATTI PER LA STAMPA
Lara Facco P&C

 

 

 

Fonte: Lara Facco P&C

 

About EZrome

Check Also

Diva: Una Sinfonia per Weimar al Goethe-Institut

#Weimar #Cultura #Teatro #EZrome "Diva: Una Sinfonia per Weimar" al Goethe-Institut di Roma, uno spettacolo che omaggia l'epoca di Weimar attraverso le vicende di DIVA, la Nuova Donna, simbolo di emancipazione e cultura.

Un amore di Buzzati rivive sul palco dell’Altrove

#Buzzati #Teatro #Cultura #EZrome "Un amore" di Dino Buzzati prende vita sul palco dell'Altrove Teatro Studio di Roma, in una lettura drammatizzata che intreccia le voci degli allievi dell’Accademia D’Arte Scenica alla musica del cinema italiano. Una serata per riassaporare le atmosfere del 1960 attraverso il talento emergente degli attori.

Lascia un commento