Mercoledì, 20 Giugno 2018

Statue di Amleto Cataldi Amleto Cataldi è stato uno degli scultori più importanti negli anni a cavallo fra i '20 ed i '30. Ricordiamo, ad esempio, il Monumento ai finanzieri caduti per la Patria durante la Prima Guerra mondiale in viale XXI aprile, una delle Vittorie Alate presente sul Ponte Vittorio Emanuele II e le tre opere in bronzo che fanno parte del gruppo scultoreo, di quattro opere in tutto, “La Lotta”, che si trovano nel Villaggio Olimpico. Proprio quest'ultime opere sono state da poco restaurate.

Tocca subito dire che tali sculture risalgono, in realtà, al 1929, anno in cui Cataldi le realizzò in modo tale da abbellire la facciata dello Stadio Nazionale, poi intitolato Stadio Torino, in ricordo del tragico incidente di Superga in cui morirono i giocatori della squadra di calcio del Torino. Nel 1957 quella struttura fu, tuttavia, demolita del tutto e sostituita dall’attuale Stadio Flaminio, progettato dall’architetto Pier Luigi Nervi, per le Olimpiadi di Roma del 1960. Si tratta di statue alte due metri e mezzo e simboleggiano ciascuna uno sport attraverso la rappresentazione di imponenti atleti immersi a svolgere la propria disciplina agonistica.
Il restauro è avvenuto sotto la direzione congiunta degli Uffici Ministeriali della Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico e Etnoantropologico e per il Polo Museale di Roma, d’intesa con la Sovrintendenza Capitolina.
Si è, in particolare, pensato a pulire le sculture ed a mettere una patina protettiva sui basamenti.
Gli interventi sono stati finanziati dal senatore Luigi Ramponi in onore ed in memoria della moglie, la Prof.ssa Eugenia Matteucci Ramponi.

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere solidali battesimo e i portaconfetti CESVI per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X
Questo Periodico è associato all'USPI - PI 09041871006

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.