Giovedì, 18 Ottobre 2018

Fontana delle_AnforeA piazza dell'Emporio, nel rione Testaccio, si trova la fontana delle Anfore. Il nome è da collegare alla presenza, nel II secolo a.C. , di magazzini di deposito delle anfore di terracotta destinate alle forniture di olio e vino.

A causa di una legge dell'epoca, i recipienti con l'olio non potevano essere riutilizzati e, quindi, venivano svuotati e, alla fine, distrutti. Con il passare dei decenni l'accumulo di detriti provocò la formazione addirittura di una collina alta fino a 35 metri (da qui il nome “testaccio”).
L'architetto Pietro Lombardi venne incaricato, nel 1925, di realizzare proprio questa fontana. Le finalità dell'opera dovevano essere sia utilitaristiche che ornamentali. Alla base della struttura, interamente eseguita in travertino, l’acqua si riversa in 4 vasche rettangolari collocata a croce rispetto al nucleo centrale, contro il quale appoggiano uno dei lati corti, che si unisce all’elemento di centro con una voluta ornata da una testa di montone e dallo stemma capitolino. La fontana venne inaugurata nell'autunno del 1927( anno anche della fondazione dell'Associazione Sportiva Roma, squadra del cuore proprio del rione Testaccio). La destinazione originaria era il centro di piazza Mastro Giorgio, poi chiamata piazza Testaccio, tuttavia per problemi strutturali legati alla stabilità del terreno, venne poi trasferita nell'attuale posizione ed impiegata, diciamo, come una sorta di spartitraffico di piazza dell'Emporio.

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti, ad esempio per un compleanno, scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure i regali last minute

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X
Questo Periodico è associato all'USPI - PI 09041871006

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.