A TU per TU con Peppe Voltarelli il 15 novembre al Monk

A tu per tu con: Peppe Voltarelli canta Profazio
Radio Show a cura di Rapsodica e Jonathan Giustini, in collaborazione con il MONK
Tutti i concerti della rassegna andranno in onda su Radio Città Futura

Martedì 15 novembre 2016 – ore 21,30
Monk Roma, Via Giuseppe Mirri, 35 – Roma

A tu per tu, il nuovo modo per ascoltare la musica dal vivo, incontra Peppe Voltarelli, che torna a Roma per la prima volta dopo aver vinto la “Targa Tenco” 2016 con l'album “Voltarelli canta Profazio”.
La serata è organizzata da Rapsodica e Jonathan Giustini, in collaborazione con il MONK. Parte del concerto sarà trasmesso come live unplugged in una prossima puntata di Bufalo Bill, storico programma di musica italiana di Radio Città Futura condotto da Jonathan Giustini.
La rassegna propone un incontro “ravvicinato” con gli artisti ed un ascolto “a tu per tu” della loro musica.
Nella prima parte della serata, Jonathan Giustini ci farà da guida tra la musica di Peppe Voltarelli, raccontando e facendosi raccontare storie e aneddoti che ci permetteranno di conoscere meglio il suo lavoro artistico. Al termine del Radio Show, ci sarà ancora spazio per la musica, potente e raffinata, di Peppe Voltarelli che ci porterà per mano in questo sud complicato, che è il sud di Profazio, in cui si mescolano realtà e leggende a tematiche dure quanto la mafia e l'immigrazione, in un omaggio alla popolare, bello e per niente scontato.
Gli spettacoli si svolgeranno al Monk, spazio di riferimento per la musica dal vivo a Roma, vero e proprio laboratorio creativo in cui convergono proposte, collaborazioni e linguaggi espressivi.

Con:
Peppe Voltarelli, voce e chitarra

Ingresso con Tessera Arci + 10€ Contributo all'Attività

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1035433636565489/

PEPPE VOLTARELLI
Peppe Voltarelli è vincitore della “Targa Tenco” 2016 con l'album “Voltarelli canta Profazio”.
Cantante di origini calabresi, autore di canzoni, attore, performer, Peppe Voltarelli è stato fondatore e frontman per quindici anni de Il Parto delle Nuvole Pesanti, band con cui realizza sette dischi che contribuiscono al rinnovamento della musica rock italiana degli anni '90.
Ha partecipato a importanti e rassegne, come il concerto del Primo Maggio a piazza San Giovanni Roma, il Premio Tenco, il Premio Ciampi, il Premio Salvo Randone. A gennaio 2006 esce dal gruppo Il Parto delle Nuvole Pesanti per intraprendere la carriera solista. Come primo progetto, realizza e porta in scena un recital sulla vita di Domenico Modugno dal titolo “Voleva fare l'artista”, uno spettacolo che ne rilegge il repertorio in chiave moderna, ora tenera, ora scanzonata. “Distratto ma però” è il suo primo album solista, una carrellata su storie di immigrati, attento al sociale, che non taglia i ponti col passato e con il suo retroterra musicale e culturale, ma che, al tempo stesso, lascia finalmente libero sfogo ad un'indole di crooner e di autore, sensibile ed evocativo, che non disdegna l'intrattenimento intelligente. Si muove all'interno di un immaginario che spazia tra Rino Gaetano, Domenico Modugno e il -canzone, senza dimenticare le radici meridionali da moderno cantastorie. Tante le collaborazioni che può vantare, dai Negrita a Roy Paci, a Finaz, Sergio Cammariere e molti altri.

Prossime date di A tu per tu:
martedì 22 novembre: A tu per tu con Daniele Sepe
martedì 6 dicembre: TBA
martedì 20 dicembre: A tu per tu con Giovanni Block

About Redazione

Check Also

Venere in musica: Sergio Rubini, Pino Quartullo e Paola Minaccioni

#VenereinMusica #SergioRubini #PaolaMinaccioni #EZrome Il Parco archeologico del Colosseo continua con "Venere in Musica", presentando "Caro Mecenate" con Sergio Rubini e Pino Quartullo il 25 giugno e "Paola racconta Anna" con Paola Minaccioni il 26 giugno. Gli spettacoli, che si terranno al Tempio di Venere e Roma, offrono un'esperienza culturale unica e gratuita, con prenotazione obbligatoria.

L’estetica della deformazione alla Galleria d’Arte Moderna

#espressionismo #arteitaliana #mostra #EZrome La Galleria d'Arte Moderna di Roma ospiterà la mostra "L'estetica della deformazione. Protagonisti dell'espressionismo italiano" dal 6 luglio 2024 al 2 febbraio 2025. L'esposizione esplora l'espressionismo italiano degli anni Venti-Quaranta, con opere di artisti come Guttuso e Levi. L'evento è promosso da Roma Capitale e organizzato da Zètema Progetto Cultura.

Lascia un commento