Dal tramonto all’alba, la personale di Fabrizio Normanno

Il ciclo della vita attraverso delle maschere. Fabrizio Normanno, un giovane artista romano, con questa mostra propone ai visitatori un viaggio alla scoperta dell'inconscio alla ricerca di un equilibrio e di sensazioni primordiali.  Come affermava Nietzche ” … tutto cià che è profondo, ama la maschera. Ogni spirito profondo ha bisogno di una maschera e più ancora, intorno a lui cresce una maschera, grazie alla superficiale interpretazione di ogni parola, o passo, di ogni segno della vita che egli da'”. Maschere inespressive si animano magicamente dando vita a un turbinio di sensazioni spesso represse. Le maschere costituiscono una proiezione del mondo interiore di Fabrizio, delle sue angoscie e delle sue visioni. Ed è proprio questo ciè che l'artista vuokle far percorrere a ciascuno di noi. Un viaggio attraverso le pieghe del nostro inconscio, in quell'inconscio che muove e regola l'esistenza alla ricerca della luce, dell'equilibrio e della felicità. Fabrizio ha iniziato a dipingere in un momento particolare della sua vita e, attraverso le sue creazioni è riuscito a emergere dal buoi che lo avvolgeva, è riuscito a wsprimere le emozioni che reprimeva fino ada arrivare alla realtà, al quotidiano. le maschere, i colori, gli abbinamenti non sono casuali ma frutto di uno studio accurato. Fabrizio Normanno nasce a Roma il 3 luglio e inizia a dipingere a 17 anni. Da allora non ha mai smesso. Le maschere scelte sono inespressive, inanimate. Sono delle tele vergoni su cui imprimere sensazioni, paure e tormenti che animano la notte perché é proprio la notte il momento in cui si biene travolti dalle emozioni. Da qui il titolo “Dal tramonto all'alba”, un lasso di tempo che potrebbe rappresentare il ciclo della vita andando a toccare temi come le quattreo stagioni, passando per la famiglia arrivando a sbirciare sul futuro senza trascurare il delicato tema della morte e della malattia.   Inaugurazione 1 luglio a partire dalle 19   Fennel Factory via di Rocca Cencia, 52 – Roma   Ingresso gratuito

About admin

Check Also

“Fragile Ecosystem”: un dialogo tra arte e natura al Museo Orto Botanico di Roma

#FragileEcosystem #GiuliaPompilj #ArteAmbientale #EZrome "Fragile Ecosystem" di Giulia Pompilj, al Museo Orto Botanico di Roma, è un'esplorazione artistica dell'equilibrio precario degli ecosistemi. Tessuti e soundscape si fondono in un'installazione che riflette sulla resilienza della natura di fronte alle avversità, invitando a una profonda riflessione sull'ambiente.

“Vertigine”: Esplorazione coreografica con Piergiorgio Milano al Teatro Palladium

#DanzaContemporanea #Coreografia #Cultura #EZrome "Vertigine" al Teatro Palladium di Roma presenta un focus su Piergiorgio Milano, esplorando le frontiere della danza contemporanea attraverso "Denti" e "White Out", e la prima assoluta di "Fàtico" di Irene Russolillo. Un'occasione di dialogo e riflessione sul sostegno alla giovane coreografia.

Lascia un commento