“girogirotondo…per non dimenticare CONCERTO PER MUSICA E PAROLA” al Teatro Lo Spazio

Il 2 febbraio 2016, ore 21,00 “girogirtondo …per non dimenticare CONCERTO PER MUSICA E PAROLA” in scena al Lo Spazio

Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Direzione artistica Francesco Verdinelli
Via Locri, 42 – 00183 Roma (San Giovanni, una traversa di Via Sannio)
0677076486 – 0677204149 info@teatrolospazio.it

Testi e regia
Gaia Riposati
Musiche
Violino Marco Valabrega
Contrabbasso Marco Camboni
Fisarmonica Gianluca Casadei

Giro giro tondo
Casca il mondo
Casca la terra
Tutti giù per terra Giro giro tondo…

Per non dimenticare l'orrore.
Per combattere l'orrore… con la meraviglia.

La meraviglia dello sguardo, del pensiero, della fantasia, dello spirito dei bambini di Terezin,
contro l'orrore degli uomini che hanno cercato di cancellarli.

Fra il '40 e il '45, 15.000 bambini, anche piccolissimi, furono portati a Terezin, deportati in un campo di passaggio, tappa di un viaggio, destinazione Auschwitz. Meno di cento fecero ritorno a casa alla fine della guerra, nessuno aveva meno di 14 anni

Alla liberazione, al loro arrivo, gli alleati non trovarono mucchi di cadaveri, come in altri luoghi era successo. Al loro arrivo, i liberatori trovarono le anime, non montagne di corpi ma mari di poesie e di disegni.

Nel buio di quegli anni assurdi, in quegli spazi sospesi nell'occhio del ciclone, quei 15.000 bambini hanno incontrato, oltre ai loro orribili aguzzini, delle persone straordinarie, reclusi come loro, privati della libertà come loro, condannati come loro, ma capaci di amare e di salvare, se non i loro corpi, almeno il loro spirito. Queste persone con grande coraggio, con determinazione, con incredibile forza, hanno colorato quei giorni e ridisegnato i confini dell'orrore, regalando ai bambini l'infinito spazio della creatività. Gli hanno insegnato a disegnare il loro mondo, a cantare i loro sogni per non perderli mai.

Di loro ci restano parole e immagini pure e sconvolgentemente consapevoli, cristalli di idee, ricordi di un canto, melodie di memoria.

Farfalle in volo che giocano e si inseguono fra disegni e poesie sul filo dell'inchiostro e della fantasia.

Alla voce dei bambini di Terezin nel deserto del sonno della ragione che genera mostri
dedichiamo il nostro concerto per parole e musica, per far vibrare il loro spirito dentro ognuno di noi.

L'uomo, l'essere umano, questo animale, mammifero bipede, può essere il più gratuitamente feroce, il più violento. L'uomo sa odiare, l'uomo sa assassinare, seviziare. Ma fra quegli stessi animali, in quella stessa specie di mammiferi bipedi, altri uomini sanno sognare, sperare, amare, progettare e costruire mondi migliori per loro e per i loro simili.

L'uomo può scegliere. Può scegliere chi essere.

Per non dimenticare l'orrore. Per combattere l'orrore… con la meraviglia.

La nostra meraviglia nel riscoprire forte il messaggio dei bambini di Terezin, delle loro poesie, dei loro disegni…
… riscoprirlo e farlo vibrare dentro di noi.

da confermare a
info@teatrolospazio.it
oppure 0677076486 – 0677204149 (15,30/20,15)

Teatro Lo Spazio
Via Locri, 42 Roma
tel: 0677076486 0677204149
email: info@teatrolospazio.it

About Redazione

Check Also

Elisa forte torna a teatro con la commedia “Love exchange”

#teatro #commedia #ElisaForte #EZrome Elisa Forte ritorna sul palco con "Love Exchange", una commedia graffiante diretta da Francesco Proietti. In scena al Piccolo Teatro dell’Arte di Roma dal 27 giugno al 7 luglio 2024, lo spettacolo esplora le dinamiche di coppia attraverso uno scambio di ruoli. Forte sarà anche protagonista di una lettura al Teatro Palco 37 il 12 giugno.

“The Carousel of Beauties” al Teatro Ivelise questo weekend

Burlesque #TeatroIvelise #EventiRoma #EZrome Il Teatro Ivelise ospita "The carousel of beauties" il 15 e 16 giugno 2024, la seconda edizione di Vesper's VarieTease. Uno spettacolo di burlesque unico con protagoniste le allieve della Académie di Burlesque & Varietà, guidate da Vesper Julie. Un evento imperdibile per inaugurare l’estate romana.

Lascia un commento