Giovedì, 09 Aprile 2020

amazon prime video

chiara_gamberale_1_artDebutta il 4 gennaio su Radio2, Io Chiara e l’Oscuro, trasmissione di e con Chiara Gamberale.
Un ritorno tanto atteso quello della scrittrice, che dal lunedì al venerdì coinvolgerà i suoi ascoltatori in una terapia di gruppo via radio. Sarà un viaggio sui binari del cuore, della testa e della pancia, condotto con lo spirito di chi sa che per guardarsi veramente dentro è necessario non prendersi mai troppo sul serio,uno stile che l’ha resa un’esploratrice dell’animo umano, fine e molto apprezzata.
Ai suoi tanti fans Chiara Gamberale regalerà anche un nuovo romanzo, pubblicato da Mondadori, che uscirà il prossimo ottobre.
A EZ Rome la scrittrice svela in anteprima che sarà ambientato a Roma, in un condominio di cinque piani, e che avrà come fulcro la famiglia, ma che il titolo, per adesso, è top secret anche per noi.

 

radio2_logoCon Io Chiara e l’Oscuro si apre la stagione 2010 di Radio2, che vede un palinsesto completamente rinnovato, grazie al nuovo direttore Flavio Mucciante, per offrire agli ascoltatori un prodotto che coniughi raffinatezza e popolarità.
Il programma è una lunga conversazione interiore, che comincia quando Chiara viene scaricata dal suo analista, dopo 17 anni di terapia.
‘E adesso che faccio?’, si chiede in una delle domande di apertura del programma.
‘Condivida con gli altri e si guardi dentro’, le risponde lo psicologo.
E così farà, con lo spirito che tanto l’ha resa popolare e amata sin da quando conduceva Trovati un bravo ragazzo su Radio24, che fece registrare picchi di ascolto altissimi alla radio della Confindustria, da allora mai più ripetutisi.
Chiara si guarderà dentro, e il viaggio nell’oscuro sarà sempre in compagnia degli ascoltatori, che potranno intervenire per condividere le loro esperienze e i loro dubbi, oltre che con gli ospiti presenti in studio.
Io Chiara e l’Oscuro va in onda dal lunedì al venerdì alle ore 10.00, dallo studio di via Asiago a Roma.

Chiara, un ritorno alla radio a un anno e mezzo di distanza da Trovati un bravo ragazzo. Com’è nata l’idea del programma?
Il direttore di Radio2, Flavio Mucciante, mi ha chiamato e mi ha detto: ‘Inventati un programma’, e io ne ho pensato uno tutto incentrato sulle persone, ma dentro.
Dopo tutto, i momenti di più grande commozione, anche alla presentazione dei miei libri, vengono dalle persone. E anche l’ispirazione, come per il mio libro La zona cieca, che nacque proprio da una telefonata giunta durante Trovati un bravo ragazzo.

Chi è l’Oscuro?
L’Io è l’ascoltatore, e Chiara sono ovviamente io. L’Oscuro si rifà a Freud, che nella sua Psicopatologia della vita quotidiana spiega il male e i suoi sintomi, che sono davvero importanti.
In fondo la società è malata perché l’individuo è malato, ma io indagherò sempre sdrammatizzando.

Il nuovo direttore Flavio Mucciante si propone, nel nuovo palinsesto, di coniugare raffinatezza e popolarità, un proposito non facile, in questo momento, dove i media vengono accusati di trasmettere qualsiasi cosa, anche la più volgare, in nome dell’audience.
Oggi si propongono, da un lato cose intellettuali per addetti ai lavori, dall’altro l’estetica berlusconiana, ma c’è tutta una fetta di persone che non si riconosce né in una cosa né nell’altra.
Sono persone intorno a noi, vive.
Quando ad esempio in trasmissione ricevo la telefonata di un camionista e finisce per parlare di Madame Bovary, penso di aver ottenuto il risultato che volevo.
Mi succede anche alle presentazione dei miei libri, quando qualcuno che non aveva quasi mai letto prima di allora, si presenta col mio romanzo.
D’altra parte viviamo in un momento dove le parti politiche sono o compiaciute o poco critiche, quindi tante persone non hanno né punti di riferimento, né di ispirazione.

Chiara, i tuoi libri e le tue trasmissioni hanno come terreno comune le sfumature dell’animo e la loro non sempre facile coesistenza. Sarà così anche per Io Chiara e l’Oscuro?
Sì, e protagoniste saranno le persone vere.
Il programma sarà una terapia di gruppo via radio, non con lo psicologo di turno, ma con tre personalità appartenenti al mondo del cinema, del giornalismo e della cultura, tutti e tre uomini. Per il momento rimarranno anonimi, ma in seguito magari i loro nomi verranno svelati. Saranno la voce del cuore, della testa e della pancia, in fondo siamo uno, nessuno e centomila.
Gli ospiti verranno intervistati dal di dentro, ad esempio a un politico non verranno fatte le solite domande di rito, ma rivolte alla sua interiorità.

Infatti, sei molto amata dai tuoi lettori e ascoltatori, anche perché ti metti sempre in gioco, non sali mai sul pulpito e condividi anche le tue esperienza più intime. Le persone lo sentono.
E io sento loro. E’ uno scambio. Gli altri mi interessano, sono terapeutici, una fonte di’ispirazione, come per La zona cieca. In fondo ci consoliamo del non essere soli. 

Sembri piuttosto legata alla territorialità. Quando conducevi Trovati un bravo ragazzo , hai anche organizzato un incontro a Roma tra gli ascoltatori più fedeli, e c’erano tante interviste in esterno dalla città. E nel nuovo programma?
Continuerà ad essere così, anche Io Chiara e l’Oscuro verrà trasmesso da Roma.
Si dice che lo scrittore deve uscire, e per me sarà proprio così. La trasmissione andrà in onda da via Asiago, e io abito da tutt’altra parte. Non guidando il motorino dovrò prendere tre mezzi, e sarà un viaggio attraverso Roma, in tutti i sensi.
Ripeto, però, sarà una fonte di ispirazione, perché siamo circondati da storie.
E io intendo raccontarle.

Ultime da ARvis.it

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere cresima solidali e i sacchetti portaconfetti per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.