Fuori Programma 2024: festival internazionale di danza contemporanea

Il festival “Fuori Programma”, giunto alla sua IX edizione, torna a Roma dal 21 giugno al 5 luglio 2024, offrendo un fitto calendario di spettacoli, incontri e laboratori. Con la direzione artistica di Valentina Marini, il festival si dipanerà tra diverse location della capitale, tra cui il India, il Teatro Biblioteca Quarticciolo, il Parco Tor Tre Teste e il Circo Massimo/Terrazza dei Laboratori dei Cerchi.

Un festival di respiro internazionale con artisti da tutto il mondo

L'edizione 2024 del festival internazionale di danza contemporanea “Fuori Programma” si presenta ricca di e performance provenienti da ogni angolo del pianeta. La rassegna accoglie artisti di calibro mondiale, tra cui nomi di spicco come Bassam Abou Diab dal Libano, Brigel Gjoka & Rauf “RubberLegz” Yasit collaborando con Sadler's Wells dall'Albania, Stati Uniti e Regno Unito, e Asier Zabaleta con Ertza dal Mozambico. Ci sarà anche spazio per performance di Léo Lérus/Compagnie Zimarèl dalla Guadalupa, Amos Ben-Tal/OFF Projects dai Paesi Bassi, Frantics Dance Company dalla Germania, e Graham Feeny dagli Stati Uniti.

Con i loro spettacoli, questi artisti esploreranno tematiche diverse e affascinanti, che spaziano dalla percezione del tempo nelle culture africane, alla protesta politica, fino a riflessioni sulla dimensione erotica. Tra le performance, si segnalerà la saudade ambientalista di Léo Lérus e il mosaico ipnotico di Amos Ben-Tal, fino alla danza dei Dervisci Rotanti della celebre compagnia svizzera Linga. Non mancheranno nemmeno esplorazioni nell'inconscio e influenze di breakdance e acrobatica.

L'eccellenza italiana in scena

Accanto alla nutrita pattuglia internazionale, “Fuori Programma” 2024 vedrà anche la partecipazione di alcuni grandi nomi della scena coreutica italiana. Adriana Borriello, in coppia con il compositore e regista belga Thierry De Mey, presenterà due lavori in prima assoluta, uno spettacolo e un'installazione. Michele Di Stefano e Lorenzo Bianchi Hoesch, con la sigla mk, offriranno una nuova edizione delle loro “vedute” urbane, concepita appositamente per il festival.

Salvo Lombardo sorprenderà il pubblico con una danza “teleguidata” che reinterpreta la corporeità come espressione dell'essere sociale. Aristide Rontini presenterà una coreografia con audiodescrizione per facilitare l'accesso al pubblico cieco e ipovedente, ispirata dal processo di coming out narrato da Marguerite Yourcenar. Flavia Zaganelli condurrà una ricerca attorno al Piacere e al corpo come presenza erotica nel mondo, e sarà in residenza artistica durante il festival.

A completare la rappresentanza italiana, il festival ospiterà un laboratorio sulle tecniche audiovisive per la narrazione dello spettacolo dal vivo, curato da Andrea Caramelli, un workshop su visione e critica condotto dalla testata “Teatro e Critica”, e le esplorazioni urbane ideate dall'Associazione CentroCelle.

Un programma ricco e variegato per sfidare i costrutti ideologici

Sotto il titolo “Please, Touch!”, l'edizione 2024 di “Fuori Programma” si propone di sfidare il pubblico a toccare con mano le grandi questioni del mondo contemporaneo. Il senso del tatto, evocato dal titolo, richiama la fisicità della danza e sottolinea il desiderio di ridurre le distanze tra le persone e i fatti. La direttrice artistica Valentina Marini ha sottolineato come questa edizione sia un invito a soffiare umanità in un mondo plasmato da abusi di potere e narrazioni distorte.

Il festival si distribuirà così attraverso spazi e tempi diversi (parchi, teatri, terrazze), portando la danza contemporanea fuori dagli schemi e dagli spazi convenzionali. Con 16 spettacoli, includendo una prima assoluta, tre prime nazionali e due prime romane, nonché tre progetti speciali ideati specificamente per il festival, tre workshop, due residenze e due incontri, il festival si prefigge di trasformare gli spazi urbani in scenografie vive e pulsanti, creando un dialogo tra artisti e pubblico che va al di là del semplice spettacolo.

Info utili

L'edizione 2024 del festival “Fuori Programma” si svolgerà dal 21 giugno al 5 luglio a Roma, nei seguenti luoghi: Teatro India, Teatro Biblioteca Quarticciolo, Parco Tor Tre Teste Alessandrino e Circo Massimo/Terrazza dei Laboratori dei Cerchi. Gli eventi si terranno alla luce del tramonto, creando un'atmosfera unica e suggestiva.

I biglietti per gli spettacoli saranno disponibili al costo di €12 per il biglietto intero e €10 per il ridotto. Gli eventi speciali e i laboratori 

Calendario

SPETTACOLI

22 giugno h19

Bassam Abou Diab
The Bee's Path

Parco Tor Tre Teste Alessandrino
Progetto speciale per Fuori Programma Festival 2024

23 giugno h18.30 – 19.15 – 20 (tre repliche)

​​Michele Di Stefano e Lorenzo Bianchi Hoesch/Mk
Veduta > Roma

Circo Massimo/Terrazza dei Laboratori dei Cerchi

Progetto speciale per Fuori Programma Festival 2024
in collaborazione con Teatro dell'Opera di Roma Capitale

25 giugno h18

Flavia Zaganelli (in residenza al Teatro Biblioteca Quarticciolo dal 21 al 25 giugno)
Placebo Dances
– Prova aperta

Teatro Biblioteca Quarticciolo

25 giugno h19.00

Salvo Lombardo/Chiasma
Let my body be!

Parco Tor Tre Teste Alessandrino

25 giugno h20

Frantics Dance Company
Dystopian

Parco Tor Tre Teste Alessandrino

Prima Regionale

26giugno h18.30

DOM-
Darkness pic-nic (Prologo, Picnic, buio) 

Parco Tor Tre Teste Alessandrino

Progetto site-specific per Fuori Programma

28 giugno h19

Aristide Rontini/Nexus
Alexis 2.0
(spettacolo con audio-descrizione)

Parco Tor Tre Teste Alessandrino

28 giugno h19.30

Asier Zabaleta/ERTZA
Otempodiz

Parco Tor Tre Teste Alessandrino

28 giugno h20

Léo Lérus/Compagnie Zimarèl
Gounouj In Situ

Parco Tor Tre Teste Alessandrino
Prima Nazionale

2 luglio h19.45

Graham Feeny(in residenza al Teatro Biblioteca Quarticciolo dal 26 al 30 giugno)

Home  – Prova aperta 
Arena Teatro India
Prima Nazionale

2 luglio h20.15

Chey Jurado & Javito Mario
Samsara

Arena Teatro India

Prima Nazionale

3 luglio h19.45

Brigel Gjoka & Rauf “RubberLegz” Yasit/Sadler's Wells
Neighbours Part 1

Arena Teatro India
Prima Regionale

4 luglio h19.45

Katarzyna Gdaniec & Marco Cantalupo/Cie Linga
Semâ

Arena Teatro India

Prima Regionale

4 luglio h21

Adriana Borriello e Thierry De Mey/AB Dance Research
Tempo sospeso

Sala B Teatro India
Prima Assoluta

5 luglio h18.30

Adriana Borriello e Thierry De Mey/AB Dance Research
Tempo Sospeso_walking through

Sala B Teatro India
Prima Assoluta

5 luglio h19.45

Amos Ben-Tal/OFF Projects
Songs and Silences

Arena Teatro India
Prima Nazionale

LABORATORI

21 giugno h16 – 19

Dabke Fusion
Laboratorio condotto da Bassam Abou Diab
Progetto speciale per Fuori Programma Festival 2024
Teatro Biblioteca Quarticciolo

22 giugno – 5 luglio

Video storytelling 

Laboratorio di tecniche audiovisive per la narrazione dello spettacolo dal vivo a cura di Andrea Caramelli 

Teatro Biblioteca Quarticciolo e Teatro India

22 giugno – 5 luglio
Lo sguardo performativo

Workshop di visione e critica a cura di Teatro e Critica
Teatro Biblioteca Quarticciolo e Teatro India

INCONTRI

22 giugno h17.30 e 28 giugno h18.30
Esplorazioni urbane a cura di Associazione CentroCelle

28 giugno h18L'audiodescrizione nella danza
Incontro con Aristide Rontini
Teatro Biblioteca Quarticciolo

About EZrome

Check Also

Opera a Villa Sciarra: arte in natura per la stagione estiva 2024

#OPERA #arteinnatura #VillaSciarra #EZrome Il 27 giugno 2024, Villa Sciarra ospiterà la mostra di arte contemporanea "OPERA: arte in natura - natura in arte", dalle 18:00 alle 22:00. Curata da Eugenia Querci e Elena Lago, l'evento includerà installazioni, performance e concerti, promuovendo il dialogo tra arte e natura. Ingresso gratuito da Viale delle Mura Gianicolensi e via Calandrelli.

Festival di cultura indiana Summer Mela: tra musica e danza

#culturaindiana #SummerMela #musicaedanza #EZrome La dodicesima edizione del festival di cultura indiana Summer Mela si terrà dal 21 al 30 giugno tra Roma e Zagarolo, offrendo una serie di concerti, workshop e spettacoli dedicati alle tradizioni artistiche indiane. Con eventi gratuiti e un workshop a pagamento, il festival promette un'immersione totale nella cultura indiana.