Altro Teatro: un viaggio nel teatro d’avanguardia a Roma

Il panorama teatrale romano si arricchisce di un nuovo, entusiasmante capitolo con l'avvento di “Altro ”, un progetto che si prefigge di celebrare e diffondere le innovazioni e le influenze che hanno modellato il teatro contemporaneo. Dal 5 al 26 marzo 2024, sotto la guida di Abraxa Teatro e il suo direttore artistico, Emilio Genazzini, Roma diventerà palcoscenico di un evento senza precedenti, che vedrà la partecipazione di figure chiave della scena teatrale mondiale, dalle fondazioni di prestigio ai gruppi emergenti.

Un progetto di portata internazionale

“Altro Teatro” nasce con l'ambizione di essere più di un semplice festival; è una vera e propria dichiarazione d'intenti sul futuro del teatro, sostenuto dalla collaborazione tra Roma Capitale e Zètema Progetto . Questa iniziativa mette in luce il lavoro di icone del teatro come l'Odin Teatret e Franca Rame, estendendosi fino alla Fondazione Barba Varley e alla Fondazione Fo Rame, in un dialogo costante tra passato, presente e futuro del teatro. La partecipazione di Eugenio Barba e Julia Varley, pilastri dell'Odin Teatret, nonché la presenza di Jacopo Fo, portavoce dell'eredità dei suoi genitori, Dario Fo e Franca Rame, promettono di trasformare “Altro Teatro” in un evento imperdibile per gli appassionati del settore.

Iniziative e spettacoli

Il festival si snoda attraverso una serie di appuntamenti che spaziano dalla presentazione di inediti a Roma, come “Le mie vite nel Terzo teatro” di Eugenio Barba e “Una Vita all'Improvvisa” di Franca Rame, a spettacoli che variano dal teatro-danza balinese all'umorismo intelligente di “Il circo delle pulci” di Sergio Bini, meglio conosciuto come Bustric. Questa ricca programmazione, che si dipana in diverse location della capitale, dal Teatro Marconi alle biblioteche comunali, testimonia l'impegno di “Altro Teatro” nel promuovere una cultura teatrale inclusiva e accessibile a tutti.

Un ponte tra generazioni

Particolare attenzione è rivolta ai gruppi emergenti del panorama teatrale romano, come il Teatro Ygramul, il Teatro Roget e Opificio 03 – Cantiere teatrale. Queste compagnie, selezionate per il loro approccio innovativo e la capacità di affrontare tematiche contemporanee, rappresentano la nuova generazione del teatro che “Altro Teatro” intende sostenere e promuovere. L'ultimo tassello di questo mosaico culturale è rappresentato dalle letture nelle biblioteche comunali, organizzate da Francesca Tranfo di Abraxa Teatro, che mirano a sensibilizzare il pubblico su temi di rilevanza sociale attraverso il linguaggio universale del teatro.

Info utili

“Altro Teatro” offre un'opportunità unica per immergersi nel mondo del teatro d'avanguardia, con aperti al pubblico su prenotazione. Per maggiori informazioni e per prenotare, è possibile contattare i numeri 0665744441 o 3404954566. Gli spettacoli si terranno in varie sedi, tra cui la Centrale Preneste, il Teatro Marconi, e diverse biblioteche comunali. Questo festival rappresenta un'occasione imperdibile per vivere il teatro come un'esperienza collettiva di riflessione e divertimento, in un viaggio che attraversa le diverse anime della scena teatrale contemporanea.

About EZrome

Check Also

Live nei teatri: Levante celebra dieci anni di musica

#LevanteLiveNeiTeatri #musica #teatro #EZrome Levante, in tour con "Live nei teatri", celebra i dieci anni di carriera con uno spettacolo che intreccia musica, storia personale e rinnovamento artistico. Tra gli impegni futuri, diverse città italiane ospiteranno le sue esibizioni intime e coinvolgenti.

“Roots/Le radici del contemporaneo” celebra Elsa Morante con “La Storia”

#RootsFestival #LaStoria #ElsaMorante #EZrome Il festival "Roots – Le radici del contemporaneo" celebra il cinquantenario del romanzo "La Storia" di Elsa Morante con un reading speciale alla Libreria Tuba di Roma. Un'immersione nelle emozioni estreme e nella narrativa potente di Morante, in un evento che rievoca i valori della Resistenza alla vigilia del 25 aprile.