“Saperlo prima” il primo festival sulla sessuo-affettività

“Saperlo prima”, a Roma il primo ed unico festival italiano sulla sessuo-affettività dal 17 al 19 febbraio. A Largo Venue, tre giorni di talk e tanti ospiti dal mondo dell'università, dell'informazione e della tv, ma anche influencer da milioni di views

Creare una maggiore consapevolezza sul tema della sessuale ed affettiva, all'interno del più ampio spettro del benessere individuale. È questo l'obiettivo di “Saperlo prima”, il primo ed unico festival in Italia sulla sessuo-affettività che si terrà dal 17 al 19 febbraio a Roma a Largo Venue (via Biordo Michelotti, 2 – ingresso 17.30), organizzato da Flavia Restivo, Isabella Borrelli e Andrea Giorgini con l'Associazione Selene APS e finanziato dalla Regione Lazio, media partner Skuola.net.

Tante e tanti gli ospiti per tre giorni dedicati ad una visione di sessualità positiva e multidimensionale, che comprenda aspetti psicologici, relazionali, culturali e sociali fondamentali dell'esperienza umana. Tra questi, lo psicologo, docente e volto tv Fabrizio Quattrini; la direttrice della School of Gender Economics all'Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza Azzurra Rinaldi; la giornalista e scrittrice Giulia Blasi; la narratologa Marina Pierri, ma anche personaggi da milioni di views sui social come Leonardo Bocci.

L'Italia è uno degli ultimi Stati membri dell'Unione Europea in cui l'educazione sessuale non è obbligatoria a scuola, accanto a Bulgaria, Cipro, Lituania, Polonia e Romania. Un fattore che impedisce lo sviluppo di difese contro l'odio di genere nelle nuove e vecchie generazioni. “Saperlo prima” si pone, quindi, come un'innovazione assoluta nel campo della salute sessuo-affettiva, trattandosi del primo evento in Italia interamente dedicato al tema.

L'educazione sessuale come legge a scuola
La mancanza dell'educazione sentimentale e sessuale nelle scuole, infatti, rende assolutamente necessaria una riflessione approfondita su materie che riguardano il benessere fisico e psicologico della persona e su temi cruciali come la discriminazione di genere, il femminicidio e il mancato rispetto dei diritti civili.

Flavia Restivo, Isabella Borrelli e Andrea Giorgini con il loro progetto “Saperlo prima” hanno lanciato una petizione online per l'introduzione dell'educazione sessuale e affettiva nelle scuole, che ha raccolto nel giro di poche settimane più di 35.000 firme. Per le scuole primarie la petizione prevede solo l'educazione all'affettività e al consenso, per aiutare le persone piccole nello sviluppo delle emozioni e al rispetto.

«La scuola resta il mezzo più pratico per raggiungere un gran numero di giovani di diversa estrazione in modo replicabile e sostenibile – dichiarano gli organizzatori – . Attualmente l'educazione sessuale o quella sessuo-affettiva è presente in alcuni istituti italiani in forma discrezionale e autogestita. È importante che l'educazione sessuo-affettiva sia prevista per legge così che sia uno strumento di informazione, prevenzione e autodeterminazione non esclusivo: nel momento in cui fosse disciplinata, questa sarà accessibile in ogni istituto pubblico, nella stessa modalità e con lo stesso programma. Credendo nel progresso del Paese, portiamo questa proposta all'attenzione di tutta la popolazione».

“Saperlo prima” nasce dall'unione di Flavia Restivo, Isabella Borrelli e Andrea Giorgini per un fine comune ben preciso: l'introduzione dell'educazione sessuo-affettiva nelle scuole italiane. I tre svolgono un lavoro di advocacy politica che punta a sensibilizzare sulla mancanza dell'educazione sessuo-affettiva nelle scuole e a far approvare provvedimenti legali in merito. Il festival si pone l'obiettivo di sensibilizzare ulteriormente sul tema e di attrarvi l'attenzione nazionale anche grazie al sostegno e coinvolgimento di autori, brand, attivisti, stampa e organi istituzionali.

“Saperlo prima”. Il primo festival italiano sulla sessuo-affettività
Roma, 17-19 febbraio 2023 – Largo Venue, via Biordo Michelotti 2 

Elastica | Ufficio stampa e relazioni coi media

 

 

Fonte: Elastica – Ufficio Stampa 

About EZrome

Check Also

Diva: Una Sinfonia per Weimar al Goethe-Institut

#Weimar #Cultura #Teatro #EZrome "Diva: Una Sinfonia per Weimar" al Goethe-Institut di Roma, uno spettacolo che omaggia l'epoca di Weimar attraverso le vicende di DIVA, la Nuova Donna, simbolo di emancipazione e cultura.

Un amore di Buzzati rivive sul palco dell’Altrove

#Buzzati #Teatro #Cultura #EZrome "Un amore" di Dino Buzzati prende vita sul palco dell'Altrove Teatro Studio di Roma, in una lettura drammatizzata che intreccia le voci degli allievi dell’Accademia D’Arte Scenica alla musica del cinema italiano. Una serata per riassaporare le atmosfere del 1960 attraverso il talento emergente degli attori.

Lascia un commento