Canio Loguercio all’ Auditorium Parco della Musica di Roma

Canio Loguercio in concerto per la prima volta a Roma con le canzoni del suo ultimo disco “Ci stiamo preparando al meglio” venerdì 19 novembre, ore 21 Auditorium Parco della Musica di Roma

La rassegna Di canti e di storie, promossa da Squilibri d'intesa con la Fondazione Musica per Roma, prosegue il 19 novembre, all'Auditorium Parco della Musica di Roma, con il concerto di Canio Loguercio che, con la band al completo e con numerosi ospiti, presenterà per la prima volta al pubblico romano le canzoni del suo nuovo album, Ci stiamo preparando al meglio (Squilibri editore) che segue, a tre anni di distanza, “Canti ballate e ipocondrie d'ammore”.

Con il suo nuovo progetto Loguercio ha voluto sottrarsi alle confortevoli liturgie delle riconferme per continuare a muoversi al di fuori di ogni schema, seguendo il filo di una fertile quanto cangiante ispirazione. Invece di riproporsi secondo formulate collaudate, che lo hanno consacrato come una sorta di irregolare epigono della canzone napoletana, che più di ogni altro ha trasfigurato in una direzione del tutto inaspettata, ha deciso di misurarsi con la forma canzone tout court, mettendo insieme 10 brani che, ripescati negli scaffali della memoria o composti per l'occasione, animano tutto un mondo interiore che si nutre di immagini e suggestioni impalpabili che lievitano fino a diventare espressione di stati d'animo più estesi e condivisi. Un disco intimo e nostalgico, dunque, ma proiettato in avanti, oltre quell'assurda sospensione d'animo in cui siamo precipitati e dove non resta che prepararsi al meglio, magari in buona compagnia come quella che popola questo disco di grande fascinazione, da Andrea Satta a Badara Seck, da Flo a Monica Demuru.

Un album bello e intenso, come tutto il percorso artistico di Loguercio, diverso da ogni altro perché radicato nella tradizione ma cresciuto nella contemporaneità e pronto a guardare avanti anche con un po' di speranza, come suggerito dal brano che dà il titolo all'album, votato tra le cinque migliori canzoni dell'anno dalla Giuria del Premio Tenco: un vero e proprio inno alla gioia, scritto per scacciare i fantasmi, per esorcizzare il dolore, per ridare colore a un cielo grigio piombo, senza mai drammatizzare ma affidandosi a una profonda ironia che saltella tra elettronica gentile, certezze acustiche, una tromba vivace e una orgogliosa napoletanità.

Ad accompagnare Canio Loguercio sul palco dell'Auditorium Giovanna Famulari al violoncello, Luca De Carlo alla tromba, Massimo Antonietti alle chitarre, Ermanno Dodaro al contrabasso e Luca Caponi alla batteria. E con la partecipazione straordinaria di Sara Jane Ceccarelli e Andrea Satta, che con Canio interpretano il brano che dà il titolo a tutto il disco, Maria Pia De Vito, non nuova a collaborazioni con il cantautore lucano, e, infine, Maria Grazia Calandrone e Andrea Consoli, scrittori per molti versi vicini ad alcune delle istanze ripercorse nei dieci brani di “Ci stiamo preparando al meglio”

La rassegna Di canti e di storie, per il 2021, si concluderà il 17 dicembre con il concerto di Peppe Voltarelli.

 

Musicista, poeta e performer, lucano di nascita e napoletano di formazione, Canio Loguercio è autore di progetti “crossover”, all'incrocio tra canzone d'autore, poesia e . Già finalista a diverse edizioni del Premio Recanati, ha pubblicato sei album e ideato numerosi progetti musicali e promosso diverse iniziative interculturali. Il suo album “Canti, ballate e ipocondrie d'ammore”, realizzato assieme ad Alessandro D'Alessandro, nel 2017 ha vinto la Targa Tenco come miglior album in dialetto.

 

Canio Loguercio in concerto
Auditorium Parco della Musica di Roma
Sala Teatro Studio-Borgna
29 ottobre 2021, ore 21

Ingresso 15 euro:Ticketone 892101

 

 


Elena Salvatorelli
Squilibri s.r.l.

 

 

 

Fonte: Ufficio Stampa Squi[] Editore

About EZrome

Check Also

Japan Day: Un viaggio nel cinema giapponese contemporaneo

#CinemaGiapponese #Cultura #EventoRoma #EZrome Il Japan Day dell'Asian Film Festival delinea un percorso narrativo attraverso la nuova cinematografia giapponese, offrendo uno sguardo intimo sulle relazioni umane. Una giornata di proiezioni che, dal dramma alla fantasia, rivela la complessità delle emozioni e della società nipponica, invitando al dialogo tra culture.

Trentacinquesima edizione del Festival delle Cerase a Palombara Sabina

#FestivaldelleCerase #CinemaItaliano #BorisSollazzo #EZrome Dal 19 al 21 aprile a Palombara Sabina si svolgerà il trentacinquesimo Festival delle Cerase. Guidato da Boris Sollazzo, il festival promette un programma ricco con la partecipazione di celebri nomi del cinema italiano.

Lascia un commento