MoviMentInclusivi Immaginare l’integrazione insieme ai giovani

“MoviMentInclusivi” a cura del Liceo Artistico “Via di Ripetta”, realizzato con il contributo e il sostegno della Regione Lazio (L.R. 15/2014 – Progetti accesso giovani Spettacolo dal Vivo Scuole 2019 – paragrafo 7 – ex art. 16), è un progetto innovativo che coinvolge i ragazzi del terzo, quarto e quinto anno dell'Istituto e le loro famiglie, si contraddistingue per il carattere fortemente multidimensionale: educativo, formativo, artistico e sociale.

L'iniziativa prende le mosse da una tematica scomoda ed, oggi, di estrema attualità, ovvero l'integrazione e l'inclusione sociale, utilizzando come strumento d'indagine il linguaggio artistico, veicolo di conoscenza e crescita, attraverso l'attivazione di otto laboratoritenuti da otto professionisti che hanno accolto il nostro invito con grande entusiasmo: Franca De Angelis (Drammaturgia), Daniela Giordano (Recitazione e Regia), Giulia Bornacin (Movimento scenico), Novella Oliana (), Massimo Carrano (Percussioni), Rosi Giordano (Scenografia), Claudia Federici (Costume), Marco Schiavoni (Video e Montaggio) e con il supporto di Germana Flamini (Assistente alla recitazione e al Movimento scenico). Sono previsti, inoltre, cinque incontri con altrettanti professionisti dello spettacolo dal vivo tra cui: Emanuela Ponzano, Maya Amenduni e Gruppo Jobel.

Gli studenti che con interesse hanno aderito all'iniziativa, stimolati dai docenti, hanno avviato un dibattito costruttivo e stimolante sul tema, esplorandone i vari aspetti: “inclusione e per estensione esclusione e diversità, chi esclude e chi viene escluso, quali possono essere le ragioni che spingono la società e il singolo individuo o gruppo a escludere l'altro, come si riesce a immaginare l'integrazione possibile e quella ideale (annullamento delle differenze versus rispetto inclusivo delle differenze)”.

Affrontare tale tematica presuppone, come primo passo, il superamento del nostro stesso pregiudizio che influenza il nostro quotidiano e soprattutto, in età adolescenziale, “la paura di essere esclusi, di non essere accettati, di non essere all'altezza”.

I ragazzi, inizialmente, hanno dimostrato reticenza ad aprirsi e all'esplorazione, ed in seguito, grazie al rapporto di fiducia maturato con i docenti, hanno rivelato grande sensibilità, originalità, recettività, generosità e intuitività. “Hanno dato spazio alle loro personalità (ricche di universi meravigliosi), alle loro emozioni e alle loro opinioni” e hanno svelato, in primis a loro stessi, lo stupore, “come se scoprissero in sé nuove potenzialità così come nuovi modi di percepire il mondo”.

Mentre imparano a superare le loro paure e le loro timidezze, apprendono anche “la fiducia nel valore che ogni singolo può esprimere” e “partendo da loro stessi, scoprono quanta bellezza e ricchezza ci sia nell'incontrare l'altro da sé, nell'affidarsi e nel guardarsi negli occhi”.

Al tempo stesso, attraverso l'arte, capace di coniugare l'aspetto emozionale e la pratica artistica, gli studenti hanno la possibilità di confrontarsi in prima persona con il processo di creazione artistica di un evento scenico. I docenti li stanno guidando alla scoperta del processo creativo, fornendo loro gli strumenti per non trovarsi davanti all'ignoto che, spesso, li atterrisce: “si crea ciò che non esiste e non si sa dove si va prima di fare effettivamente il percorso”. L'obiettivo è permettere loro di acquisire strumenti di autovalutazione, far crescere la loro sicurezza e cercare di superare il limite che si pongono nell'esplorare nuove possibilità.

L'esito finale di MoviMentInclusivi prevede due aperti al pubblico, una Performance Drama che andrà in scena il 20 dicembre con due repliche, una pomeridiana e una serale, allo Spazio Diamante di Roma e una Mostra Fotografica Site Specific all'interno dell'Istituto Scolastico, volti a stimolare nuove idee e prospettive di rinnovamento sociale, di accoglienza e d'integrazione fra i popoli, negli spettatori, siano essi altri studenti o adulti.

Per garantire la sostenibilità economica (nella quota parte di co-finanziamento a carico della Scuola) ed il conseguimento dei risultati del progetto, avrà inizio da mercoledì 20 novembre la nostra campagna di crowfunding “MoviMentInclusivi – Immaginare l'integrazione insieme ai giovani” sulla piattaforma Schoolraising, specializzata nel raccogliere fondi a sostegno delle Istituzioni Scolastiche, nella “convinzione che le iniziative e i progetti scolastici abbiano ricadute positive sull'intera comunità e sul benessere collettivo, in quanto spazi e momenti formativi ed educativi dei cittadini di domani”.

Fonte Ufficio Stampa Annalisa Siciliano

About Redazione

Check Also

Japan Day: Un viaggio nel cinema giapponese contemporaneo

#CinemaGiapponese #Cultura #EventoRoma #EZrome Il Japan Day dell'Asian Film Festival delinea un percorso narrativo attraverso la nuova cinematografia giapponese, offrendo uno sguardo intimo sulle relazioni umane. Una giornata di proiezioni che, dal dramma alla fantasia, rivela la complessità delle emozioni e della società nipponica, invitando al dialogo tra culture.

Trentacinquesima edizione del Festival delle Cerase a Palombara Sabina

#FestivaldelleCerase #CinemaItaliano #BorisSollazzo #EZrome Dal 19 al 21 aprile a Palombara Sabina si svolgerà il trentacinquesimo Festival delle Cerase. Guidato da Boris Sollazzo, il festival promette un programma ricco con la partecipazione di celebri nomi del cinema italiano.

Lascia un commento