velletri - immagine presa da wikipedia
velletri

Velletri (Vel Ther – Velitrae)

L'ultimo dei Castelli Romani, nel
senso di lontananza, il più grande e il più
popoloso ma non il più noto. Stiamo parlando di [[Velletri]],
un'amena cittadina situata ai confini della Provincia di Roma e
confinante con la Provincia di Latina, su una delle più
importanti strade Consolari Romane, la Via Appia. Il suo nome è
di origine Etrusca, derivato dalla fondazione, e significa "Città
in cui si coltiva", ma il suo sviluppo vero lo ebbe dopo la
conquista dei Romani e si dice che vi nacque Augusto. Poi ebbe fasi
discendenti alternate a fasi di notorietà durante le varie guerre
risorgimentali e mondiali, ma solo per merito di una invidiabile
posizione strategica
.


velletri - immagine presa da wikipedia

Velletri è ritenuta uno dei
famosi [[Castelli Romani]]. Castelli che, sia nella storia che nella
popolare, erano ritenuti fin dall'antichità le zone ludiche
dei Romani tanto che molti sono entrati anche nella Storia Folcloristica con
famose canzoni.

I Castelli Romani si contraddistinguono
anche per produzioni agricole tipiche (vino, olio, pane e derivati,
ecc.) con prodotti che hanno una denominazione tipica e conosciuta
ben al di là dei propri confini ed anche dei confini regionali
e ci sono state anche, in tempi recenti, riconversioni della
produzione agricola con prodotti di maggiore richiesta (vedi i Kiwi). Velletri, pur avendo gli stessi ottimi e
caratteristici prodotti, non ha dato il nome a nessuno di essi in
particolare, e così per assaggiarli è necessario andare
nelle botteghe dei produttori locali.

Nel settore del Turismo, in cui
i Castelli Romani si distinguono per ospitalità ed attrattive
varie (prevalentemente enogastronomiche) Velletri sembra talvolta distinguersi in
negativo, a causa della presenza di pochissime strutture ricettive e per mancanza di iniziative promozionali e pubblicitarie organiche ed incisive. Invece da non perdere è la tradizionale Processione che si svolge tutti gli anni nella prima
settimana di maggio
, durante la festa di Santa Maria delle Grazie,
ormai sessantennale e molto caratteristica. La Santa è la
patrona della città e la sua antica effigie è
conservata nella chiesa di San Clemente. Molti Papi sono venuti a
Velletri a venerare la patrona, tra cui Pio IX che Le era
particolarmente devoto. La Sacra Immagine venne in seguito usata dal
brigante Cencio Vendetta per ottenere con la minaccia la grazia al
Pontefice. Non la ottenne mai. Purtroppo pochissime persone, oltre i
residenti, sono a conoscenza della storia e della tradizione che ne
consegue. La città ha inoltre una variopinta e artistica
sfilata di Carri allegorici durante i vari giorni del Carnevale, cosa nota pochissimi. Certo molte altre città
nel Lazio e in Italia hanno iniziative simili, ma assai meno antiche
e ricche, eppure avendo una valida attività promozionale
(anche passaggi televisivi), riscuotono un ben diverso successo e
riscontro.

Seguendo la tradizione tutta velletrana di libero comune, qualche anno fa è stata promossa una
richiesta del Municipio alla Regione per far diventare Velletri
Capoluogo di Provincia e distaccarsi dall'egida di Roma, ma poi per
vari motivi, di cui alcuni ancora sconosciuti ai più,
non se ne è fatto più niente. Lo sviluppo industriale, avvenuto
negli anni ottanta, caratterizzato da medie, piccole
e piccolissime imprese agglomerate in specifiche Zone Industriali si
è strutturato tutto nei dintorni di questa zona (vedi Pomezia,
Pavona, Cisterna), costituendo una risorsa lavorativa,
nonché una fonte di movimentazione anche a
livello nazionale.

E' di questi giorni la notizia che
Velletri è una delle poche città che sono state selezionate per il Decreto sulle "Zone
Franche Urbane
" per lo sviluppo delle piccole e micro imprese in
cui si consente di impiantare un'impresa avendo quattro anni di
sviluppo iniziale completamente esente tasse. Questo, sulla carta,
consentirebbe di avere uno sviluppo industriale specifico su queste
zone e la creazione di una nuova Zona Industriale. Speriamo che
almeno questa volta Velletri riuscirà a distinguersi e ad
approfittare dell'opportunità per valorizzare le sue
numerose tradizioni e le sue antiche bellezze
.

About Redazione

Check Also

“Il granello. Crocevia di un neo”: cortometraggio sulla prevenzione del melanoma

#cortometraggio #melanoma #prevenzione #EZrome "Il granello. Crocevia di un neo", diretto da Frida Bruno, è un cortometraggio che sensibilizza sulla prevenzione del melanoma. La proiezione, seguita da un dibattito con esperti, avrà luogo martedì 4 giugno 2024 alle ore 19:00 presso il Multisala Barberini di Roma. Ingresso libero con prenotazione consigliata.

La Pride Croisette alle Terme di Caracalla: Roma abbraccia la diversità

#RomaPride #Inclusivity #LaPrideCroisette #EZrome Dal 1 al 15 giugno 2024, le Terme di Caracalla ospiteranno La Pride Croisette, un evento che celebra la diversità con spettacoli, concerti e attività culturali. Il 15 giugno, Rock Me Pride - Pop Art Edition animerà l’Ippodromo delle Capannelle con la straordinaria partecipazione di Annalisa. Ingressi gratuiti e eventi per tutte le età.