Sabato, 31 Ottobre 2020

amazon prime video

amore14_locandinaIl 30 ottobre è uscito nelle sale cinematografiche un film molto atteso dalle adolescenti di tutta Italia: Amore 14 di Federico Moccia.

A un anno di distanza dall'uscita del libro, Federico Moccia, puntuale, ha "confezionato" la trasposizione cinematografica di Amore 14.
Dopo "Scusa ma ti Chiamo Amore", questo è il secondo film curato nella regia da Moccia.  In questo fine settimana non ha ottenuto il successo sperato, piazzandosi al quarto posto. Nel week end l'incasso totale è stato di  1.415.731 di euro. È da dire, però, che ha dovuto combattere con due "colossi" cinematografici: il film documentario su Michael Jackson "This is it" e l'ultimo film della Pixar "Up".

amore14_1Rispetto alle trasposizioni cinematografiche dei precedenti libri, il target di riferimento è più basso, per quanto riguarda l'età, in linea con i personaggi della storia.
In Amore 14 vengono raccontati in primi amori e le prime delusioni  di una ragazza di quattordici anni Carolina
(chiamata Caro - Veronica Olivier).
Si ripercorrono le sue avventure in un periodo che va  dalla fine delle medie a l'approdo alle superiori. Una fase cruciale per molti ragazzi, che si trovano a dover abbandonare i vecchi amici e a doversi ambientare in una nuova scuola.
Sono anni in cui i "problemi" visti come attraverso una grande lente di ingrandimento, sembrano giganti e non risolvibili. Credi di incontrare l'amore della tua vita e le amiche che dureranno.
Ti senti non capita dai genitori
, vuoi essere in linea con gli altri compagni di scuola, per quanto riguarda le uscite, i vestiti, il motorino, etc.

amore14_2Un giorno, in una libreria, incontri un ragazzo di nome Massi (Giuseppe Maggio), moro e riccio con gli occhi da bello e tenebroso, quel tipo che piace sempre alle ragazze (non trovate che assomiglia un po' a Scamarcio?). Quando lo vedi ti fa battere forte il cuore, ti si insinua in testa, ti fa venire i brividi, insomma ti fa sentire "tre metri sopra il cielo".

Alle superiori incontri nuove amiche con cui ti diverti e puoi parlare di tutto, dei primi baci e della tanto attesa prima volta.
Questo,
che sembra la storia di una qualsiasi quattordicenne, accade a Caro in Amore 14. Le amiche sono Clod (Flavia Roberto) esuberante mangiona del gruppo, ed Alis (Beatrice Flamini), bella e ricca, raffinata ed elegante sempre alla moda. Sono le sue compagne di avventura, di shopping e di segreti.
Caro
, oltre alle amiche, può contare anche sul fratello Rusty James (Raniero Monaco di Lapio) per lei un vero e proprio mito.  Lui è il collegamento con le difficoltà dell'età adulta. Obbligato dai genitori a iscriversi alla Facoltà di Medicina, deciderà dopo una lite furibonda con il padre, a lasciare casa e a dedicarsi alla sua grande passione, la scrittura.

amore14_3Prima del vero amore, ne passano nel frattempo degli altri, caratterizzati da quattro baci sbagliati, di cui uno al sapore alla cipolla! Questo perché dopo aver perso il cellulare non potendo più prendere contatti con Massi, si "dedica" ad altre avventure nel tentativo di toglierselo dalla testa.
Dopo i disastrosi quattro baci riesce a rincontrare Massi è con lui è un'altra storia, tutto sembra perfetto ma siamo sicuri che sia così?
Caro ha pur sempre quattordici anni, gli unici e intramontabili quattordici anni e le delusioni e i bocconi amari da ingogliare, iniziano proprio da lì.

Il presupposto per analizzare l'ultimo film di Moccia è quello del target a cui è destinato, le teen agerMostra l'universo femminile delle adolescenti e c'è poco da stupirsi o da fare i bigotti, anche a quattordici anni si parla di sesso. Però tutti i personaggi di Moccia - anche nei precedenti libri e film -  lo fanno con amore, è sempre questa parola che guida ogni loro desiderio e ogni loro azione. In tutti i libri di Moccia è questo sentimento che viene portato avanti.
amore14_5Una emozione, molte volte snobbata, spintonata e guardata da molti, con la "puzza sotto il naso". Ma allo stesso tempo se Moccia è "bravo" a raccontare i sentimenti degli adolescenti nei suoi libri, questi vengono presentati nei film in modo troppo bello e perfetto. Il potere magico di leggere un libro, è quello della condivisione, capita di sentirsi come il personaggio. Molte ragazze leggendo il libro, si sono sentite come Caro e le sue amiche, ma vedendo il film forse, un po' di meno. Non tutte sono belle, bionde e con gli occhi azzurri.  Leggendo alcuni commenti sul web, da parte di loro, emerge un po' di delusione rispetto a quello che il libro è riuscito a regalare.

Ormai, quando Moccia pubblica un libro o gira un film il pubblico e la critica si dividono tra i pro e i contro Moccia.
Il merito da dare allo scrittore romano, è quello di aver spinto tanti giovani a leggere e già questo è un elemento da non sottovalutare. In un mondo dove tutto gira veloce, si sta in Facebook a chattare con gli amici, a sentire la musica, nell'iPod, i "Mocciosi" leggono i libri!
Moccia
, già lo aveva fatto, negli altri libri e nel precedente film, riesce sapientemente a ricreare fedelmente la realtà che racconta. Lo fa partendo dal suo vissuto, sembra che nel delineare il personaggio di Carolina abbia "studiato" i resoconti scolastici della nipotina. Si ciba di tanto cinema, delle mode, delle tendenze dei giovani che animano i suoi siti ed il suo blog.

amore14_4Il film è un prodotto ben congeniato, anche se a Moccia non piace sottolineare l'aspetto commerciale, molti elementi spingono in questa direzione, ma c'è poco da stupirci fare Cinema è anche fare business o no?
La colonna sonora è della beniamina dei giovanissimi,  Alessandra Amoroso, l'ultima vincitrice di Amici di Maria de Filippi.

La storia è ambientata, come tutto c'ho che è firmato Moccia, a Roma. Sembra che rispetto al libro, nel girare il film è stato più difficile, trovare i luoghi romani dove è stato girato il film. Le scene a scuola sono state girate in una vera, ed è il punto d'incontro delle diverse estrazioni sociali dei personaggi, che sono invece visibili nelle case di ognuno di loro. Due classi sociali che si scontrano, quella alto borghese e quella medio. La prima che sfoggia a scuola i vestiti griffati e va alle feste più in, e quell'altra invece che avere il motorino è una conquista storica. Ben venga la seconda. Ci sono i locali, l'osservatorio astronomico le ville frequentate dai giovani.

Federico Moccia ama Roma, ha contribuito lui stesso a renderla la città romantica per eccellenza e in questo caso a trasformarla nella città dell'Amore ....14.

Scheda Tecnica
Titolo: Amore 14
Regia: Federico Moccia
Sceneggiatura: Federico Moccia, Luca Infascelli, Chiara Barzini
Attori: Veronica Olivier, Giuseppe Maggio, Beatrice Flammini, Flavia Roberto, Raniero Monaco, Di Lapio, Pamela Villoresi, Pietro De Silva, Emiliana Franzone, Riccardo Garrone, Giulio Mezza, Daniele La Leggia, Leonardo Bugiantella, Vittoria Antonimi, Andrea Maj Beretta Fotografia: Marcello Montarsi
Produzione: Marco Belardi per LOTUS PRODUCTION
Distribuzione: Medusa
Paese: Italia 2009
Uscita Cinema: 30/10/2009
Genere: Commedia
Durata: 95 Min.
Formato: Colore
Sito ufficiale: www.amore14.it

Ultime da ARvis.it

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere cresima solidali e i sacchetti portaconfetti per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.