Lunedì, 16 Dicembre 2019

amazon prime video

CIRC ai blocchi di partenza a Roma. La societa’, leader europea della micro-mobilita’, è pronta a mettere i suoi monopattini in strada.
Al via collaborazione con il Laboratorio di Ingegneria dei trasporti di Roma Tre 

Città più pulite, sicure e sostenibili. È questo l’obiettivo di Circ, società di micro-mobilità con all’attivo un servizio di monopattini in sharing in 40 città e 13 paesi d’Europa, ed è pronta ad essere protagonista anche a Roma, forte della sua esperienza nella gestione logistica e dell’alto tasso di innovazione dei suoi monopattini, progettati per adattarsi a contesti urbani anche molto differenti.

Secondo gli ultimi dati Istat del novembre 2018, è nel Lazio che si registrano le incidenze più alte di spostamenti per lavoro all’interno del comune (69,0%) e di tempi di percorrenza più lunghi: il 16,9% impiega più di un’ora per arrivare a lavoro. Sono infatti oltre 6 le settimane lavorative che i romani impiegano bloccati nel traffico causato dalle auto (dati INRIX).

Roma, insieme, a Milano risulta però tra le città più avanzate in termini di servizi di mobilità condivisa e su questo Circ è impegnata a lavorare. Come l’alta velocità è riuscita a cambiare il paradigma sulle medio-lunghe percorrenze, così le nuove forme di micro-mobilità possono offrire la soluzione per la percorrenza dell’ultimo miglio.

In attesa dei prossimi sviluppi che vedranno i diversi Comuni adeguarsi alle proposte di nuove soluzioni di mobilità dando vita ad avvisi pubblici per l’avvio della sperimentazione, Circ ha già un suo warehouse nella capitale, un vero e proprio centro logistico da cui il team di professionisti si occupa della gestione dei veicoli, organizzerà la proposta di monopattini regolandola sulle esigenze delle persone e ottimizzandone la presenza in città così da renderli davvero un alleato alla mobilità cittadina.

La collaborazione proattiva e sinergica tra Circ, le amministrazioni comunali e gli enti pubblici, già avviata da diversi mesi, mira a offrire soluzioni di mobilità a tutto vantaggio dei cittadini e che rendano il trasporto nelle brevi distanze più conveniente, semplice e sicuro. Una mobilità che si integri, con l’intento di coprire il cosiddetto “ultimo miglio”, con le reali esigenze delle persone e con gli organi che rappresentano il Trasporto Pubblico di ogni città.
Proprio nello spirito di collaborazione con le principali istituzioni cittadine, Circ ha avviato un rapporto di collaborazione con il Laboratorio di Ingegneria dei Trasporti dell’Università di Roma Tre per sviluppare una serie di attività per indagare le potenzialità della micro-mobilità elettrica tramite monopattino e i suoi riflessi sul contesto urbano della città di Roma.

Ciò che rende distintiva la proposta di Circ è il controllo diretto delle operation e della supply-chain e la possibilità di intervenire direttamente sul prodotto, adattandone le caratteristiche tecniche e le dotazioni alle esigenze di ogni contesto urbano. Dal design alla produzione, dalla manutenzione fino all’erogazione del servizio, Circ gestisce infatti direttamente ogni aspetto della nuova soluzione prevista per la mobilità cittadina, e anche i veicoli, disegnati e sviluppati dall’azienda, vengono preparati per ogni contesto considerando le singole caratteristiche topografiche, del terreno, meteorologiche e di integrazione con il servizio pubblico delle città in cui il servizio viene attivato.

“Quella di Roma è certamente una sfida molto importante per Circ, da diversi punti di vista - sottolinea Tommaso Giacchetti, City Manager di Circ a Roma. Riteniamo però che la nostra esperienza internazionale, la capacità consolidata di gestire il servizio in contesti urbani molto complicati in tutta Europa, ci accreditino nella maniera migliore per candidarci ad essere un partner affidabile e serio per Roma Capitale nel grande progetto di sviluppo condiviso e sostenibile della micro-mobilità della città”.

Tra le caratteristiche principali adatte alle specificità delle strade urbane italiane, il monopattino di Circ può contare su ruote più larghe che garantiscono una stabilità migliore, freno anteriore e posteriore, pedana e telaio rinforzati, doppio ammortizzatore idraulico anteriore e posteriore, pneumatici e sospensioni rinforzati, doppio freno elettrico e meccanico.

“L’Italia è per Circ un mercato strategico e dalle grandi potenzialità su cui l’azienda ha continuato ad investire durante questi mesi di continuo dialogo con le Istituzioni che si sono impegnate a promuovere questa nuova forma di micromobilità. Auspichiamo ora che il lavoro svolto in questi mesi accanto ai Comuni produca, a stretto giro, un’introduzione del servizio che sia virtuoso e che tenga conto delle reali esigenze dei cittadini e del decoro urbano”. ha commentato Matteo Corasaniti – Director of Operations - Circ Italy.

 

 

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.