Mercoledì, 25 Novembre 2020

amazon prime video

lazioLa squadra di Mourinho batte la Lazio nell'ultima partita stagionale e si regala un Natale ancora più sereno, allungando ulteriormente sulle inseguitrici. Protagonista della gelida serata meneghina Samuel Eto'o, che risolve una partita molto equilibrata che una Lazio più incisiva avrebbe forse potuto pareggiare.

L'avvio di partita, con la Scala del calcio più simile a una ghiacciaia che a uno stadio, è tutto nerazzurro. I padroni di casa aggrediscono gli uomini di Ballardini che stentano a contenere gli avversari e al 6' rischiano grosso. Maicon affonda sulla destra e, contrastato da Radu, cade a terra: l'arbitro lascia proseguire negando un penalty che tutto sommato poteva starci. I biancocellesti cercano di reagire e al 13' costruiscono una buona azione sulla sinistra, conclusa da un tiro di Kolarov che Julio Cesar spedisce in corner. Proprio sugli sviluppi del calcio d'angolo l'Inter passa in vantaggio. Muntari ruba palla a Del Nero al limite della propria area e innesca Stankovic che galoppa sulla destra e cerca di servire Eto'o. Il primo cross del serbo è ribattuto, il secondo trova il camerunense pronto a colpire di testa: la risposta di Muslera è eccellente ma l'attaccante nerazzurro recupera ancora palla e stavolta non fallisce il bersaglio. Al 18' Del Nero serve Mauri, cross radente per Rocchi che, disturbato da un rischioso intervento di Cordoba, spedisce a lato. Al 35' sono ancora gli ospiti a portare pericolo nell'area avversaria: Baronio scodella in area da calcio piazzato, Maicon colpisce con la mano, e anche qui poteva starci il rigore, l'azione continua e Mauri tocca per Meghni che di sinistro spedisce sul fondo. La partita cala leggermente di ritmo e il primo tempo si conclude senza altre emozioni. La ripresa, anche a causa del gran freddo, è giocata sulla falsa riga del finale di primo tempo. La Lazio cerca di produrre gioco ma con scarsa incisività, gli uomini di Mourinho cercano di mantenere il possesso palla, producendo solo sporadiche sortite offensive che non impensieriscono la difesa ospite. Al 13' entra Cruz, ma è sempre Kolarov l'uomo più pericoloso della squadra di Ballardini; al 18'scarica un gran sinistro dai 25 metri che esce di poco a lato, al 47' crossa al volo su assist di Makinwa costringendo Julio Cesar a un intervento provvidenziale. Sono gli ultimi sussulti della partita per i biancocelesti, puniti alla prima occasione dall'Inter e troppo morbidi in fase offensiva per riuscire a recuperare. Peccato, perché la partita della Lazio è stata buona, soprattutto considerando la caratura superiore dell'undici nerazzurro. L'importante ora è dare continuità alle prestazioni e, soprattutto, ritrovare la vena offensiva che questa squadra, ricca di interpreti di valore nel reparto avanzato, ha inspiegabilmente smarrito.
Avanti Lazio.

Ultime da ARvis.it

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere cresima solidali e i sacchetti portaconfetti per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.