Max Giusti al Foro Italico con Cattivissimo Max

cattivissimo maxIl 14 luglio al Centrale Live del Foro Italico ci sarà lo spettacolo imperdibile di Max Giusti “Cattivissimo Max”!

Max Giusti ha deciso di regalare a Roma una serata di grande allegria dove i romani “si potranno riappropriare della loro meravigliosa città”.

Diversi anni fa Roma in estate era un “mortorio”, era tutto chiuso per ferie, le serate si passavano al bar e la “botta” di vita era trovare il “cocomeraro”. Max Giusti spera di non tornare mai a quelle estate lì!
Ecco perchè ha deciso di ritornare al Foro Italico dopo 12 anni di assenza con questo spettacolo che promette grandi cose.
In “Cattivissimo Max” Max Giusti farà un “one man show” dove proporrà al pubblico il meglio del suo repertorio. Sarà Elton John, Francesco De Gregori e il prete di colore e molti altri. Con lui, sul palco,  ci sarà il dj Paolo Pompei, che rallegrerà il tutto con un’omaggio alla disco music degli anni Ottanta. “Nella capitale tutto sembra fermo, non c’e’ la verve che c’e’ a Milano – osserva Max Giusti – la metro chiude presto la sera, le aiuole sono invase dalle erbacce, le strade piene di buche e i lampioni restano spenti perche’ non ci sono i soldi che qualcuno s’e’ magnato! Vorrei che i romani riuscissero a riappropriarsi della loro meravigliosa citta!”. Se volete riappropriarvi di Roma, l’appuntamento con Max Giusti è il 14 luglio 2016 al Foro Italico! 

About Redazione

Check Also

“Epopee Celesti”: un viaggio nell’Art Brut a Villa Medici

#ArtBrut #EpopeeCelesti #CulturaRoma #EZrome "Epopee Celesti" a Villa Medici, una mostra che esplora l'Art Brut attraverso la collezione di Bruno Decharme, offrendo una visione unica su un'arte al di fuori dei canoni convenzion

Malala: un viaggio tra istruzione e libertà al Teatro Lo Spazio

#Malala #Istruzione #Libertà #EZrome La rappresentazione di "Malala: l'istruzione, le donne, la libertà" al Teatro Lo Spazio diventa un viaggio emotivo e culturale che affronta temi come il diritto all'istruzione e la lotta per la libertà femminile, attraverso la vita di Malala Yousafzai, simbolo di coraggio e resilienza.

Lascia un commento