“E alla fine esplosero le Supernove”: Riflessioni cosmiche al Teatro Lo Spazio

Il palcoscenico del Lo Spazio di Roma si appresta ad accogliere, dal 22 al 24 marzo, un evento teatrale di rara intensità: “E alla fine esplosero le Supernove”. Quest'opera, frutto dell'estro creativo di Leonardo Zarra e Faysa Mohamed e insignita del primo posto nel concorso “Idee nello Spazio”, promette di essere un viaggio emozionale e intellettuale attraverso le dinamiche familiari e individuali, al cospetto dell'infinito universo delle relazioni umane.

Un palcoscenico di vite in bilico

La trama si concentra sulla vita di un giovane padre single e di sua figlia, una bambina prodigio affetta da mutismo selettivo. Attraverso la lente della loro esistenza quotidiana, caratterizzata da ordinarie difficoltà e da un ambiente familiare denso di non detti e tensioni, lo spettacolo esplora la complessità dell'animo umano, i suoi sogni, desideri, e la costante ricerca di un significato in un mondo che sembra spesso opprimerne la potenzialità.

La narrazione, intensa e carica di emotività, si dipana in un ambiente che potrebbe essere quello di chiunque, un qualsiasi appartamento in una periferia urbana, dove la vita scorre tra bollette non pagate, cibi precotti, e la lotta quotidiana per mantenere a galla la propria dignità e quella dei propri cari. In questo contesto, la figura della supernova diventa metafora di una possibile rinascita, di un'esplosione di vita e luce capace di superare le tenebre dell'esistenza.

Artisti in dialogo con l'universo

Il cast, guidato dalla regia attenta di Faysa Mohamed e con l'apporto vitale di Alessandro Anella come aiuto regia, è composto da interpreti di eccezionale talento, tra cui Germana Cifani, Clarissa Curulli, Daniele Trombetti, Leonardo Zarra e la partecipazione speciale di Eleonora Marchesini. Ogni attore contribuisce con la propria unicità a rendere lo spettacolo un mosaico di emozioni e riflessioni, dove ogni personaggio diventa un punto di riferimento per lo spettatore, in un viaggio condiviso alla scoperta dei propri universi interiori.

Info utili

Per tutti coloro che desiderano immergersi in questa esperienza teatrale, “E alla fine esplosero le Supernove” sarà in scena al Teatro Lo Spazio, situato in Via Locri 43, Roma. I biglietti sono disponibili al prezzo di 15 euro per l'intero e 12 euro per il ridotto, con uno speciale aperitivo disponibile dalle 20.00. Gli spettacoli si terranno alle 21.00, con una replica domenicale alle 17.00. Per informazioni e prenotazioni, è possibile contattare il numero 339 775 9351 o il 06 77204149.

Questo spettacolo non è solo un evento culturale di rilievo per la città di Roma ma rappresenta anche un'occasione di riflessione profonda sulla natura umana e sulle infinite possibilità di riscatto e bellezza celate in ogni esistenza. Una supernova in scena, pronta a illuminare le notti romane.

About EZrome

Check Also

Ardecore trio celebra la festa della Liberazione

#Ardecore #FestadellaLiberazione #MusicaeResistenza #EZrome Il trio Ardecore torna sul palco per la Festa della Liberazione al Casilino Sky Park il 25 aprile. Un concerto che intreccia la musica popolare romana con la poesia di Belli, celebrando la Resistenza e la cultura indipendente.

“Arte in Musica” al Teatro Ivelise: un viaggio nella storia dell’arte italiana

#ArteInMusica #StoriaDellArte #TeatroIvelise #EZrome Il 27 aprile, il Teatro Ivelise di Roma presenta "Arte in Musica", un incantevole viaggio attraverso la storia dell'arte italiana, animato dalle musiche di Gianmarco Giannetti e dalla voce di Greta Arditi.