OFF/OFF Theatre: “Nakba – I nostri occhi sono i nostri nomi”

Da martedì 9 a giovedì 11 maggio 2023, sarà in scena all'OFF/OFF Theatre l'opera teatrale “Nakba – I nostri occhi sono i nostri nomi”, XX calligrammi per la Palestina, di Enrico Frattaroli, da “Testimone oculare-Il libro del figlio” di Muhammad Al-Qaysi, interpretata da Franco Mazzi

arricchita dalle composizioni musicali del Trio Joubran, dal canto mawwal di Samia Qazmuz Bakri, dal flauto di Mohamed al-Zamel, dalle voci del soprano Patrizia Polia e del basso Federico Benetti, dalla cal-ligrafia araba di Amjed Rifaie.

Da martedì 9 a giovedì 11 maggio 2023
Presso OFF/OFF Theatre, in Via Giulia, 20 – Roma

DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

FRATTAROLI & MAZZI
In collaborazione con il Centro di Produzione FLORIAN METATEATRO
presentano
NAKBA
“I NOSTRI OCCHI SONO I NOSTRI NOMI”

XX CALLIGRAMMI PER LA PALESTINA
di ENRICO FRATTAROLI
da “TESTIMONE OCULARE – IL LIBRO DEL FIGLIO”
di MUHAMMAD AL-QAYSI – Edizioni LAVORO
con
FRANCO MAZZI
Composizioni musicali del palestinese TRIO JOUBRAN
Dizione poetica in lingua araba e canto mawwal di SAMIA QAZMUZ BAKRI
Tema al flauto palestinese di MOHAMED AL-ZAMEL
Interventi in audio del soprano PATRIZIA POLIA e del basso FEDERICO BENETTI
Calligrafia Araba di AMJED RIFAIE
Elaborazioni audio e video, composizione melologica e regia
di ENRICO FRATTAROLI

NELL'ESILIO DI UN BAMBINO DIVENTATO POETA, L'ESILIO DI UN INTERO POPOLO

NAKBA (in arabo: CATASTROFE) è il termine con il quale, nella storiografia con-temporanea, si indica l'insieme degli che nel 1948, con la creazione dello Stato d'Israele in terra di Palestina, hanno comportato la pulizia etnica del paese e ridotto la gran parte dei palestinesi alla condizione di profughi, profughi a cui Israele nega ogni diritto, tra cui il “diritto al ritorno” sancito dalla risoluzione 194, del 1948, delle Nazioni Unite.
Muhammad al-Qaysi nasce nel 1944 a Kafr'Ana, un villaggio a undici chilometri ad est di Giaffa. Nel maggio del 1948 − “un lontano maggio, indelebilmente im-presso nel cuore di un bambino” − al-Qaysi ha appena compiuto quattro anni. Sono i giorni in cui, con la madre Hamda e la sorella Zakiyya, è costretto ad ab-bandonare Kafr'Ana (occupata dalla Brigata Alexandroni fin dal 25 aprile) per ri-fugiarsi, “insieme a famiglie di parenti e vicini e a tanta altra gente, nell'immensa estensione di un frutteto”. Il bambino non sa, non capisce cosa stia accadendo, ma vede sua madre Hamda “in preda a una paura indefinibile”, “tormentata da un'ansia senza tregua e vulnerabile” come non l'ha mai vista. Un camion li tradur-rà fino a Lidda, da dove inizieranno gli anni del suo esodo, del lungo, definitivo esilio da Kafr'Ana. Da due anni ha perduto il padre Khalil, ucciso da una pallottola già israeliana. Ad al-Gialazon, perde la sorellina Zakiyya, avvelenata da un sorso di benzina spacciato per vermifugo. Perderà, ormai giovane adulto, la madre Hamda: Madre e Palestina insieme.
ARTE È DARE UN RITMO AL DOLORE
L'opera teatrale coniuga il tema esistenziale, sociale e politico con l'espressione poetica, sia del testo di al-Qaysi che del mio stesso lavoro: una partitura le cui di-mensioni testuali, musicali, visive e teatrali si integrano quali gradi di libertà, di veri-tà, di uno stesso spazio compositivo. Il popolo palestinese è, per sua , emi-nentemente poetico. Un poeta palestinese può riempire auditorium e stadi con la sua sola lettura. Scrittori come Muhammad al-Qaysi, Mahmoud Darwish, Giabra Ibrahim Giabra, Ibrahim Nasrallah, Emil Habibi, Ghassan Kanafani, per citarne solo alcuni, restano poeti: “restano umani”, anche negli scritti in cui denunciano la di-sumanità e l'orrore dei crimini subiti e che continuiamo a subire: mai in your face, ma sempre fra le intraducibili, ineffabili velature della poesia.

 

OFF/OFF THEATRE
Via Giulia 19 – 20 – 21, Roma / DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA
Costo Biglietti: Intero 30€; Ridotto Over 65 20€; Ridotto Under35 15€
Dal martedì al sabato h.21,00 – domenica h.17,00
Info e Prenotazioni: +39 06.89239515 dalle h. 16.00
Prevendita On Line su Vivaticket

 

Fonte: Ufficio Stampa Carla Fabi e Roberta Savona

About EZrome

Check Also

Record di medaglie nell’Atletica: quali fattori dietro allo straordinario successo nei 6 giorni degli Europei a Roma?

La straordinaria preparazione degli atleti italiani ha di certo avuto un ruolo cruciale nel successo …

BabelNova Orchestra presenta Magma a Testaccio Estate

Musica #Cultura #EventiRoma #EZrome Il 19 giugno, a Testaccio Estate, BabelNova Orchestra presenta "Magma", il suo album di esordio, in un concerto gratuito per la Giornata Mondiale del Rifugiato. L'evento, promosso da Refugees Welcome Italia, si inserisce in una serata ricca di attività culturali e sociali, aperta al pubblico di tutte le età.

Lascia un commento