Alessandro Benvenuti in “Panico ma rosa” al Teatro Tor Bella Monaca

Torna Alessandro Benvenuti con il suo “Panico ma Rosa” Sabato 8 gennaio, ore 21.00 Domenica 9 gennaio, ore 17.30 

Sala Grande

Dopo l'anteprima dello scorso luglio torna Alessandro Benvenuti con il suo “Panico ma rosa”, acclamato monologo scritto durante il lockdown del 2020.
“Sai quando ti svegli, non hai nulla da fare e pensi: e se oggi diventassi bipolare? Va tanto di e una doppia vita potrebbe far comodo averla. Si capisce che son 36 giorni che son chiuso in casa?”
Questa battuta sintetizza il senso dello spettacolo. Dal primo giorno del lockdown Benvenuti ha iniziato a scrivere, con la sua abituale ironia, le sue riflessioni sulla forzata “quarantena” a causa del coronavirus. 59 giorni di clausura si sono tradotti in 59 pagine di un diario da cui emerge l'isolamento obbligatorio di un autore–attore, privato del palcoscenico, suo naturale habitat.
“All'inizio dell'emergenza che ha travolto le nostre vite – spiega Alessandro Benvenuti, Direttore artistico del Tor Bella Monaca – ho pensato ad un modo di comunicare affettuoso con i frequentatori del mio fan club su facebook e con tutti coloro che, da nord a sud, mi vengono a trovare in teatro per dirgli che l'uomo resiste, che continua a pensare e non si fa abbattere dalle avversità. Non Intubabile perché appartengo alla fascia di età che, in presenza di malati gravi in eccesso e posti letto in difetto, verrebbe lasciata fuori dai reparti di terapia intensiva. Un modo assai radicale per dire ‘Largo ai giovani'.
Pensato inizialmente come serie per i social del TBM il Diario declinato in 12 episodi, trasmessi nel maggio 2020, con un crescente successo misurato in numero di like, è diventato poi un vero e proprio spettacolo.

E' un viaggio nella mente di un comico che nel cercare un nuovo senso della vita per non impazzire, reinventa il passato di chierichetto, stabilisce inediti e proficui rapporti con tortore, passerotti, merli, cornacchie, piccioni e gabbiani. Mescola sogni e aneddoti.  Progetta linguaggi comico barocchi. Decide di rinascere a nuova vita digerendo il suo passato e i fantasmi che lo hanno abitato con la spudoratezza che solo gli adulti che si stufano di essere tali possono vantare. E attraverso questa comica forza eversiva sperare, per una volta ancora, di tornare bambino, anzi, bambinaccio, prima di tacere per sempre nel naturale Finale di Partita che pazientemente attende in un punto imprecisato del Fato tutti gli esseri umani.

Panico ma rosa
dal diario del tempo sospeso
sabato 8 gennaio ore 21
domenica 9 gennaio ore 17,30
scritto, diretto e interpretato da Alessandro Benvenuti
luci Marco Messeri
elaborazioni sonore Vanni Cassori
assistente alla regia Chiara Grazzini
ideazione costume Carlotta Benvenuti
Arca Azzurra

Teatro Tor Bella Monaca
Via Bruno Cirino angolo Via Duilio Cambellotti
Prenotazioni: tel 06 2010579
Botteghino: feriali ore 18-21.30, festivi ore 15-18.30 Ufficio promozione: ore 10-13.30 e 14.30-19

Ufficio stampa: Brizzi comunicazione 

 

Fonte: Brizzi comunicazione s.r.l.

About EZrome

Check Also

Roma World: un tuffo nell’Antica Roma tra divertimento e cultura

#AnticaRoma #Divertimento #Cultura #EZrome Roma World riapre le porte con una stagione 2024 piena di novità: dallo spettacolo "Roma On Fire" al Backlot Tour, un'avventura unica tra storia e cinema. Un'esperienza immersiva nell'Antica Roma, dove divertimento e apprendimento si fondono in un viaggio indimenticabil

Ardecore trio celebra la festa della Liberazione

#Ardecore #FestadellaLiberazione #MusicaeResistenza #EZrome Il trio Ardecore torna sul palco per la Festa della Liberazione al Casilino Sky Park il 25 aprile. Un concerto che intreccia la musica popolare romana con la poesia di Belli, celebrando la Resistenza e la cultura indipendente.

“Arte in Musica” al Teatro Ivelise: un viaggio nella storia dell’arte italiana

#ArteInMusica #StoriaDellArte #TeatroIvelise #EZrome Il 27 aprile, il Teatro Ivelise di Roma presenta "Arte in Musica", un incantevole viaggio attraverso la storia dell'arte italiana, animato dalle musiche di Gianmarco Giannetti e dalla voce di Greta Arditi.

Lascia un commento