Inaugurazione mostra “Miopia” presso Arte Borgo Gallery

Sabato 28 maggio 2022 alle ore 18:00 si inaugura la mostra di Solmaz Vilkachi a cura di Anna Isopo con la collaborazione di Giorgia Pirone, presso Arte Borgo Gallery.

Solmaz Vilkachi nella mostra intitolata “Miopia” intende approfondire ed espandere la sua ricerca sul tema della crisi ambientale e del comportamento antropocentrico dell'uomo, vissuto dall'artista come un abuso efferato verso l'ambiente e verso le altre specie.

Il titolo della mostra “Miopia”, dal greco “chiudersi” e “occhio”, racchiude una narrazione metaforica sia, da un lato, della difficoltà di percepire con nitidezza l'entità del pericolo per ciò che l'intervento umano ha demolito e continua a demolire, sia, dall'altro, dell'atteggiamento di indifferenza nei confronti di ciò che invece vediamo o percepiamo ma che preferiamo non vedere.
L'artista utilizza materiali riciclati, come carta, legno e cartone, cercando di stimolare il senso di responsabilità rispetto a ciò che ci sta intorno e di sviluppare una nuova fiducia nella capacità di costruire il futuro tramite il linguaggio dell'arte come strumento per la creazione di uno spazio di dialogo e una nuova volontà nell'esplorare una possibile ecologia di co-esistenza tra umani e non-umani.
Questa mostra è costituita da un insieme di installazioni scultoree e quadri tridimensionali realizzati in cartapesta attraverso una tecnica che l'artista ha perfezionato negli anni e che concede alle opere un dettaglio realistico che unito alle figure stilizzate ed a volte inquietanti genera sensazioni ambivalenti che accompagnano lo spettatore nel percorso di consapevolezza rispetto alla vita che scompare intorno a noi.
Solmaz Vilkachi nasce a Teheran. Si è laureata in Iran dapprima in Economia e successivamente in Grafica. Vive a Roma dal 2009 dove nel 2017 consegue il diploma di II Livello in Scultura Ambientale e Lapis Tiburtinus presso l'Accademia di Belle Arti di Roma. Ha partecipato a varie mostre personali e collettive e ha realizzato installazioni scultoree che sono state esposte ed installate in modo permanente negli spazi pubblici di diverse città italiane. Protagonista del suo lavoro è quasi sempre la figura umana: il suo sguardo sul mondo passa attraverso la visione degli esseri che lo abitano. Negli ultimi anni spesso al centro delle sue opere è il tema della crisi ambientale e parallelamente l'incapacità/indifferenza degli esseri umani nell'affrontarlo.

Miopia ametropia dell'uomo nei confronti del suo futuro
a cura di Anna Isopo con la collaborazione di Giorgia Pirone
presentazione a cura della Storica dell'Arte Martina Scavone

 

 

 

Info:
Solmaz Vilkachi – Miopia, ametropia dell'uomo nei confronti del suo futuro

A cura di Anna Isopo con la collaborazione di Giorgia Pirone
Presentazione a cura della storica dell'arte Martina Scavone

Opening 28 Maggio ore 18.00

La mostra sarà visitabile dal 28 maggio al 4 giugno 2022 dalle 11.00 alle 19.00, domenica e lunedì chiuso.

Arte Borgo Gallery
Borgo Vittorio 25 Roma
345-22.28.110 

 

 

 

Fonte: Anna Isopo Art Director Arte Borgo Gallery

About EZrome

Check Also

Roma World: un tuffo nell’Antica Roma tra divertimento e cultura

#AnticaRoma #Divertimento #Cultura #EZrome Roma World riapre le porte con una stagione 2024 piena di novità: dallo spettacolo "Roma On Fire" al Backlot Tour, un'avventura unica tra storia e cinema. Un'esperienza immersiva nell'Antica Roma, dove divertimento e apprendimento si fondono in un viaggio indimenticabil

“Leviatano” al Teatro Trastevere; un viaggio nel ridicolo e nel coraggio

#Leviatano #TeatroTrastevere #StupiditàUmana #EZrome “Leviatano” di Riccardo Tabilio, un viaggio tra incompetenza straordinaria e genio visionario, approda al Teatro Trastevere di Roma, promettendo un'esperienza teatrale unica e provocatoria.

“Alice”, il dramma sulla vendetta e il perdono al Teatro Altrove

#Alice #Teatro #Riflessione #EZrome "Alice", al Teatro Altrove di Roma, è un dramma che naviga i turbolenti mari della vendetta e del perdono, esplorando la devastazione emotiva e sociale del femminicidio attraverso il confronto tra due madri.

Lascia un commento