Venerdì, 18 Ottobre 2019

amazon prime video

Foro romano_-_santa_Maria_Antiqua_00748Una delle più antiche chiese dedicate alla Madonna di cui si abbia notizia qui a Roma. Il riferimento è alla chiesa di Santa Maria Antiqua, edificio situato ai piedi del Palatino.

I Bizantini (probabilmente nel 522) quando presero possesso di Roma ripristinarono, oltre a mura e acquedotti, pure i vecchi palazzi imperiali ed utilizzarono un'aula rettangolare e il quadriportico per costruire una sorta di "cappella palatina" dedicata alla Madonna.
Tale chiesa venne ampliata ed abbellita da diversi pontefici, tra cui Martino I, Paolo I ed Adriano I. Il terremoto dell'847 distrusse parte dell'edificio, che venne poi abbandonato. Sui suoi ruderi venne fatta edificare, nel XIII secolo, una piccola chiesa, riedificata poi nel 1617 col titolo di Santa Maria Liberatrice. Nel XVIII vennero fatti degli scavi, che portarono alla luce resti degli antichi affreschi, i quali poi furono trasferiti nella chiesa di Testaccio, Santa Maria Liberatrice.
Oggi la zona è caratterizzata da diversi lavori di restauro per consolidare e proteggere ulteriori affreschi rinvenuti. Tali affreschi sono parecchio rilevanti perché, grazie proprio a loro, è possibile ammirare la prima rappresentazione della Madonna in trono conosciuta. Inoltre, c'è da dire che si tratta di un documento fondamentale per la conoscenza della pittura bizantina. Ad esempio, vi sono scene tratte dall'Antico Testamento, una che simboleggia l'Annunciazione, altra che ritrae la vita dei santi Quirico e Giulitta, ed un altro affresco raffigura San Gregorio Nazianzeno.

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti, ad esempio per un compleanno, scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure i regali last minute

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.