Mercoledì, 16 Gennaio 2019

amazon prime video

Roma san Bartolomeo allIsolaForse quando ci si passa non vi si presta la giusta attenzione, ma dentro l'isola tiberina c'è una chiesa, la Basilica di San Bartolomeo all'Isola, che venne edificata seguendo il volere di Ottone III, imperatore del Sacro romano impero dal 996 al 1002.

Costui decise di dedicarla al suo caro amico e vescovo, Adalberto di Praga, venerato come santo dai cattolici, che lo definiscono patrono di Boemia, Ungheria e Polonia. Tuttavia quando arrivarono le reliquie di San Bartolomeo apostolo, la Basilica cambiò dedica. In realtà le le spoglie che arrivarono a Roma non erano quelle di san Bartolomeo, bensì quelle del vescovo di Nola, san Paolino, e questo perché le reliquie dell'Apostolo rimasero custodite nella città di Benevento.
Nel 1993 passò nelle mani, invece, della Comunità di Sant'Egidio, la struttura che da sempre si occupa di aiutare i poveri, sostenere i malati di AIDS e bisognosi di ogni tipo. Nel 1999 si riunì, nei locali della basilica, la commissione "Nuovi Martiri", che aveva il compito dovuto indagare sui martiri cristiani del XX secolo.
All'interno vi troviamo varie reliquie, ad esempio quelle del martire Óscar Arnulfo Romero y Galdámez, arcivescovo cattolico proveniente da San Salvador, del cardinale messicano Juan Jesús Posadas Ocampo e quelle del pastore evangelico tedesco Paul Schneider.
Oggi la Basilica di San Bartolomeo all'Isola è il luogo memoriale dei "nuovi martiri" del XX secolo.

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti, ad esempio per un compleanno, scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure i regali last minute

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X
Questo Periodico è associato all'USPI - PI 09041871006

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.