I luoghi del Caravaggio a Roma – domenica 10 luglio 2016

Una passeggiata guidata che vi condurrà nei luoghi che ancora conservano la memoria di Caravaggio, per conoscere più da vicino un uomo che ha reso grande l'arte italiana nel mondo. Le chiese di Roma conservano infatti alcune delle tele più significative ed importanti di uno degli artisti più controversi, amati ed odiati della storia: Michelangelo Merisi detto il Caravaggio. Ma non solo. La città fu anche “palcoscenico” privilegiato della sua vita fin da quando, poco più che ragazzo, giunse a Roma, la città dei papi e con il suo temperamento bizzarro e la sua pittura “maledetta” ed ipnotica, riuscì ad imporsi sulla scena del tempo. Caravaggio più di tutti contribuì a far nascere nell'immaginario comune il binomio di genio e sregolatezza e la sua opera rimarrà indelebile nei secoli.

Quando
Domenica 10 Luglio 2016 alle ore 17

Dove
Piazza San Luigi dei Francesi, davanti all'ingresso della chiesa

Costi
La visita guidata prevede una quota di partecipazione di € 7 a persona; gratis under 18. La prenotazione è obbligatoria.

Per informazioni e prenotazioni
“L'Asino d'Oro” Associazione Culturale
cellulare: 346 5920077
e-mail: info@lasinodoro.it

About EZrome

Check Also

Piccolo uomo grande mondo: un viaggio tra sogno e realtà

#Teatro #Cultura #Innovazione #EZrome In "Piccolo uomo grande mondo", Tommaso Lombardo porta in scena una fiaba comica che esplora il confine tra sogno e realtà, invitando gli spettatori a riflettere sul valore dell'autenticità e del coraggio di essere sé stessi.

Al San Filippo Neri nasce l’Infopoint AISM per la Sclerosi Multipla

#SclerosiMultipla #SanFilippoNeri #SupportoPazienti #EZrome L'inaugurazione dell'Infopoint AISM al San Filippo Neri segna un passo avanti significativo nel supporto alle persone con Sclerosi Multipla e i loro familiari. Questo servizio, offrendo informazioni e orientamento direttamente all'interno dell'ospedale, sottolinea l'importanza dell'informazione e della sensibilizzazione come strumenti essenziali nella gestione della patologia.

Lascia un commento