passaggisegreti_villatorlonia_manifesto
passaggisegreti_villatorlonia_manifesto

Per le arti e per il denaro di R. Marafante

La Bilancia Produzioni Presenta nell'ambito della manifestazione a VILLA TORLONIA

“Per le arti e per il denaro”
con Michele La Ginestra
e con Sergio Zecca, Alessia Lineri, Giancarlo Porcari,
Francesca Baragli e Tiko Rossi Vairo

costumi Giusy Nicoletti – disegno luci Stefano Valentini – progetto acustico Tiziano Stampete

 

Regia ROBERTO MARAFANTE

 passaggisegreti_villatorlonia_manifestoRiprende a settembre la manifestazione Passaggi Segreti, dopo il grande successo ottenuto dallo spettacolo "Giulio Cesare" di W. Shakespeare messo in scena a luglio al Foro di Cesare all'interno dei Fori Imperiali di Roma.

In occasione di Roma in scena, La Bilancia Produzioni presenta un nuovo spettacolo teatrale itinerante all'interno di Villa Torlonia dal titolo Per le arti e per il denaro, diretto da Roberto Marafante e interpretato da Michele La Ginestra e Sergio Zecca, Alessia Lineri, Giancarlo Porcari, Francesca Baragli, Tiko Rossi Vairo.

Nella sua magnifica veste, Villa Torlonia si apre al pubblico attraverso i sensi di chi la visse e ne godette negli anni Quaranta del XIX secolo. Il principe Torlonia divenne in quegli anni celebre in tutta Europa per il lusso e lo sfarzo delle sue feste; era questo il modo in cui, all'epoca, un borghese arricchito poteva ottenere quel riconoscimento e quel consolidamento sociale che il capostipite Giovanni tanto agognava.

Passaggi Segreti® accoglie il suo pubblico durante la seconda delle due grandi feste del 1842, organizzate per l'innalzamento di due obelischi; se alla prima, riservata a nobili e cardinali, parteciparono circa settemila invitati, tra cui Papa Gregorio XVI in persona, alla seconda, molto più popolare, in oltre ventimila assistettero a giochi, banchetti ed intrattenimenti di ogni tipo.

Tra questi vi fu Giuseppe Gioacchino Belli, che ne elogiò “fuochi d'artificio, sparo di mortai, globi aerostatici, musica”; oltre ad annotare che, grazie alle “otto botti di vino per un totale di 16.384 fogliette (…), gli ubbriachi ricopriron la villa”, “intanto il promotor del baccanale, si godea da' marmorei balconi, quella imbriacatura universale” perché “per l'orgia di tanti imbriaconi, vedeva il nome suo fatto immortale, tra il fango de' quattordici rioni”.

Come diceva Stendhal, il principe Torlonia visse «per le arti e per il denaro», ma anche, come racconta sempre il Belli, per la gioia di sentirsi affibbiare dalla plebe il titolo di “salvatorello di Roma”.

Lo spettacolo ci racconta la Roma della prima metà dell'Ottocento dal punto di vista dei protagonisti che l'hanno vissuta gettando uno sguardo sull'ultimo periodo dello strapotere dei papi in quella che ancora non era la Capitale, mentre in Italia si concepiva l'unità nazionale.

Le fonti letterarie dello spettacolo sono di Ettore Petrolini, Stendhal, Gioacchino Belli e le musiche di Gioacchino Rossini.

  

INFORMAZIONI

 

Luogo: Villa Torlonia – Casino Nobile – Via Nomentana 70
Date: dal 4 al 13 settembre 2009

Orario: ore 21.00

Biglietto unico:

€ 20,00 con prenotazione obbligatoria

 

Prenotazioni:

botteghino del de' Servi – Via del Mortaro, 22 – Tel. 06 6795130

passaggisegreti@labilancia.itwww.passaggisegreti.it

 

 

a cura di Ufficio stampa Bilancia Produzioni

About SA

Check Also

Endometriosi: eventi dedicati alla consapevolezza

Endometriosi: A Roma due giorni dedicati alla consapevolezza sulla malattia. L'appuntamento sabato 25 e domenica 26 …

Endometriosi: stand informativo al San Carlo di Nancy

Endometriosi: il 15% delle donne in età fertile ne soffre. A Roma un percorso multidisciplinare …

Lascia un commento