Teatro Tor Bella Monaca: Stagione teatrale 2023|2024, gli appuntamenti dal 22 al 28 gennaio

Il Tor Bella Monaca è parte del sistema Teatri in Comune di Roma Capitale Assessorato alla con il coordinamento gestionale di Zètema Progetto Cultura
Gli spettacoli dal 22 al 28 gennaio 2024

Il TBM si prepara ad aprire il sipario sulle nuove rappresentazioni previste dal 22 al 28 gennaio. Gli spettacoli in cartellone si snodano tra comicità, registri civici e storici, per puntare anche al mondo della fantasia
La settimana apre con lo spettacolo “Come ti risolvo l'annosa crisi del teatro in tre step” – spettacolo del Corso Avanzato di Teatro 2023/2024 – in programma martedì 23 e mercoledì 24 gennaio. Scritto e diretto da Alioscia Viccaro vede sul palco Assunta Caliento, Furio Carmignano, Paolo D'Uffizi, Cristina Graziosi, Cristina Luccioli, Paolo Sestini, Samuele Torrini, Massimiliano Tumino e Paola Vandelli. È un mondo in difficoltà, il nostro. Ma a guardarlo da un punto di vista diverso, umoristico, e dal palcoscenico quindi, ancora salvabile. Lo spettacolo del Corso Avanzato del Teatro di Tor Bella Monaca, “Come ti risolvo l'annosa crisi del teatro in tre step”, è una divertente immersione in tre scene, accompagnate dalle riflessioni di un attore pronto a viverle. In questo suo percorso, condiviso con gli altri attori, c'è il desiderio di trovare una soluzione alla disgregazione materiale e morale del teatro e, attraverso questo sperato esito, di salvare il proprio mondo.
“Fantasmi”, produzione Versus, è in scena giovedì 25, venerdì 26 e sabato 27 gennaio. Scritto da Paolo Maria Congi la rappresentazione vanta la regia di Flavia Pinti che guida Anna Clelia Catucci, Cristiano Arsì, Indri Shiroka, Paolo Maria Congi, Patrizio Recchioni e Pier Paolo Pediconi. 1943, Italia. È un inverno rigido, reso ancora più rigido da una pioggia incessante. Fuori cade la pioggia, come cadono i morti, come le bombe. Lucia e Carlo sono due gemelli che vivono soli nella loro grande casa borghese, isolata dal paese e da tutto il mondo. Ma il mondo entra prepotentemente, come la guerra. È la repubblica sociale, quella di Salò. Carlo viene fatto capitano, e la casa viene occupata dai nazisti. Hanno catturato un partigiano. Le sue urla strazianti echeggiano per i corridoi. La tortura affonda e vibra nella testa di tutti. Forse è Varga, il loro capo. Un uomo senza scrupoli, un uomo nero a cui tutti danno la caccia. Lucia è intenzionata ad aiutare il partigiano. È l'unica donna in mezzo ai camerati, e deve usare i suoi mezzi, le sue armi per arrivare al suo scopo. Dietro questo però si nasconde una terribile verità, un attentato fallito ad una fabbrica e la denuncia di decine di ebrei della zona. Tutto si gioca su un processo sul futuro del paese, e forse del mondo, facendo luce sulle mani insanguinate dei colpevoli, delle macchie terribili di cui si sono sporcati gli uomini e le durante la guerra. Aiuto regia: Angelica Franci.
Il fine settimana in TBM, venerdì 26, sabato 27 gennaio e domenica 28 gennaio, intrattiene la platea con “Elisabetta I – Le donne e il potere”, Seven Cults Produzione.
Lo spettacolo è scritto da David Norisco ed è diretto da Filippo D'Alessio. Protagonista sul palco Maddalena Emanuela Rizzi che veste il ruolo della Regina di Inghilterra. Il tema del potere da sempre vive di un immaginario al maschile, anche quando è una donna al posto di comando. Lo sguardo che osserva i comportamenti e le dinamiche che identificano il potere è spesso distorto dall'antico retaggio che gli uomini hanno imposto. Come le donne si sono orientate in rapporto al potere, dentro questi stretti confini, è ciò che con attenzione proviamo ad indagare ed Elisabetta I ne è la figura emblematica. I confini del potere si disegnano in strategie, tattiche, linee orizzontali e verticali: una partita a scacchi immaginata dagli uomini giocata da una donna. Così tutto cambia, i contorni assumono colori imprevisti, il rapporto con il potere vive di continui conflitti, le tensioni sono stridenti, le soluzioni impreviste. Il potere è come una macchina infernale pronta sempre a prendere il sopravvento. Scene: Tiziano Fario; Costumi: Silvia Gambardella; Musica: Eugenio Tassitano; Luci: Manuel Molinu.
Domenica 28 gennaio il pomeriggio è dedicato ai più piccoli con “Verso l'isola del tesoro”, Produzione Teatro della polvere. Giulia Bernabei, Giuseppe Mortelliti e Sandro Calabrese intratterranno i bambini e le bambine vestendo i panni dei personaggi della storia fantastica diretta da Stefano Tornese. Robert Louis Stevenson da bambino è costretto a letto ed è in quel momento che entra in gioco la figura immaginaria di Long John Silver, pirata intelligente e astuto che aiuterà Robert a navigare con la fantasia verso l'avventura alla ricerca dell' isola del tesoro, passando in rassegna tutti gli elementi giocosi del tema piratesco del libro: la mappa del tesoro, lo scrigno, la battaglia del fortino, l'ammutinamento. Scene: Mariangela Lonigro.

Teatro Tor Bella Monaca – Arena Teatro Tor Bella Monaca
Via Bruno Cirino angolo Via Duilio Cambellotti raggiungibile con Metro C o Linea Bus 20
Ampio parcheggio disponibile
SPETTACOLI ORE 21; domenica ore 17:30
Per informazioni e prenotazioni:
Telefono 062010579 (dalle 10:30 alle 19:30)
Messaggi whatsapp 3920650683

Botteghino: dal martedì alla domenica dalle 10,30 alle 21,30
Acquisto online su Vivaticket
BIGLIETTI
intero 12,00 Euro
ridotto 10,00 Euro
giovani 8,00 Euro
GIFT CARD 78,00 Euro (10 ingressi)

UFFICIO STAMPA TEATRO TOR BELLA MONACA
Rocchina Ceglia
Maresa Palmacci

Fonte: Maresa Palmacci

About EZrome

Check Also

Vanessa Scalera brilla in “La Sorella Migliore” a Roma

#LaSorellaMigliore #Teatro #Cultura #EZrome "La Sorella Migliore", con Vanessa Scalera, offre a Roma un viaggio emotivo nel teatro. Un dramma familiare che esplora sentimenti profondi, colpe e redenzioni, promettendo un'esperienza unica.

“Madre, Figlia e Spirito”: trinità femminile in scena

#MadreFigliaSpirito #Teatro #Cultura #EZrome "Madre, Figlia e Spirito" al Teatro Di Documenti di Roma, un viaggio attraverso tre archetipi femminili che esplorano il dialogo tra umano e divino, tra ombra e luce, guidato dalla visione di Ortensia Sayre Macioci.