Domenica, 29 Novembre 2020

amazon prime video

Al Teatro Brancaccino di Roma arriva il gioiello teatrale contro la mafia "Il mio nome è Caino" con Ninni Bruschetta e Cettina Donato
DAL 30 GENNAIO AL 9 FEBBRAIO AL TEATRO BRANCACCINO DI ROMA

Dopo il grande successo delle sei repliche al Menotti di Milano, lo spettacolo contro la mafia “Il mio nome è Caino" arriva dal 30 gennaio al 9 febbraio al Teatro Brancaccino di Roma: otto repliche nella Capitale per il gioiello teatrale ispirato all'omonimo romanzo di Claudio Fava edito da Dalai Editore nel 1997 e da Baldini e Castoldi nel 2014.

Prodotto da Nutrimenti Terrestri, da diversi mesi è in tour in tutta Italia con il nuovo adattamento del noto attore e regista Ninni Bruschetta (I cento passi, Boris, Quo Vado? Distretto di Polizia, Paolo Borsellino, I bastardi di Pizzofalcone,...) e con la presenza sul palco della pianista, compositrice e direttore d'orchestra Cettina Donato che ne firma le musiche e gli arrangiamenti. Bruschetta veste i panni del protagonista "Caino", un killer di mafia "fuori dalla cronaca, costruito interamente all’interno della coscienza", così come lo ha definito la regista Laura Giacobbe.

"Il mio nome è Caino" è specchio dinamico e lucido dell'essere e del fare mafioso e si intreccia alle musiche di Cettina Donato: due brani editi insieme a composizioni inedite scritte per sostenere il racconto di Caino. Frutto di uno studio condiviso con Ninni Bruschetta, la colonna sonora dello spettacolo è eco della freddezza quanto dell'umanità del personaggio, sostenendo le modulazioni emotive con contaminazioni classiche, popolari e jazz. La collaborazione artistica tra Bruschetta e Donato è partita nel marzo 2017 ed ha registrato molti consensi di pubblico e critica, da "I Siciliani di Antonio Caldarella" a "Il giuramento" di Claudio Fava.

Le prevendite per gli 8 spettacoli al Teatro Brancaccino di Roma sono già disponibili su TicketOne al link http://bit.ly/ticketsCAINObrancaccino, info sul sito del Teatro al link https://www.teatrobrancaccio.it/spettacoli/brancaccino-2019-2020/il-mio-nome-e-caino/.
Il lungo tour, che ha preso avvio a marzo 2019 da Messina, continuerà nei teatri e nei festival di tutta Italia fino a marzo 2020.

 

Note di regia - di Laura Giacobbe: "Caino è il killer di mafia che al comando ha preferito l’amministrazione rigorosa della morte, qualcosa che somiglia a un mestiere ma che è anche una impietosa chiave di lettura dell’universo mafioso e delle sue opache propaggini.

Un “pensiero fuori posto” muove il suo racconto, assoluto, spietato, estremo, senza margini di riscatto. Fuori posto è anche il suo raccontare, a tratti straniato dalla vertigine dell’azione, oppure ingoiato dalla musica che lo sostiene, che improvvisa e improvvisando spinge Caino a cercare ancora un altro tono, un altro modo per dire, fuori tempo massimo, quando è troppo tardi per raccontare e tutto suona come una dolente deposizione resa a se stessi".

 

Ninni Bruschetta su "Il mio nome è Caino": In poco più di dieci anni ho messo in scena quattro titoli di Claudio Fava, in qualità di regista. Tutti testi di impegno civile, narrazioni di fatti o avvenimenti realmente accaduti o interpretati secondo una logica di verità. Poi ho deciso di portare in scena Il mio nome è Caino interpretandolo in prima persona perché in questo racconto di fantasia e realtà, mirabilmente mischiate, credo che si esprima in tutta la sua forza la poetica dello scrittore, ma anche del testimone. Un testimone diretto e anche vittima della furibonda guerra di mafia siciliana, che in questo testo mette a frutto questa testimonianza per saltare al di là della staccionata e proiettarsi nella mente di un killer. E se prima ne interpreta il maleficio e la follia, poi riesce a riconoscere in lui anche una normalità, una formazione, una cultura e persino un mestiere. Usa la sua contorta morale per avvicinarci al pensiero del male che, in ogni caso, non figura così distante da noi. Affrontare questo testo da attore mi è sembrato necessario proprio perché esso richiede all’interprete la più rigorosa “sospensione del giudizio” per poterne restituire la crudeltà, la freddezza e persino l’ironia. E ancora di più perché questo personaggio ha una sua normale, direi naturale umanità, la sua mente viziata ha una folle ma sorprendente sensibilità e mostra il lato più debole del male, finendo di fatto per decretarne la sconfitta.

PREVENDITE SU TICKETONE: //bit.ly/ticketsCAINObrancaccino - sito web teatrobrancaccio.it
Orari spettacoli: dal giovedì al sabato ore 20 - domenica ore 18.45. 

UFFICIO STAMPA TEATRO BRANCACCINO Silvia Signorelli 
UFFICIO STAMPA CETTINA DONATO

Ultime da ARvis.it

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere cresima solidali e i sacchetti portaconfetti per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.