Mercoledì, 01 Dicembre 2021

amazon prime video

Da venerdì 7 maggio alle 18, al via la rassegna cinematografica in presenza dedicata ai film del cinema italiano degli anni ’30 e ’40.

 “Casa del cinema è orgogliosa di condividere con RIPLEY’S FILM un’iniziativa di programmazione assolutamente eccezionale e che ben si adatta allo spirito della ripartenza con cui si vuole connotare la ripresa del cinema italiano dopo il lungo anno dell’emergenza sanitaria”, così il direttore Giorgio Gosetti introduce la rassegna gratuita Perduti nel buio, realizzata in collaborazione con RIPLEY'S HOME VIDEO, che da venerdì 7 maggio saluterà il ritorno del pubblico in sala con la prima proiezione, in programma alle 18, del film Stella del cinema diretto da Mario Almirante.

A questa faranno seguito: Orizzonte dipinto di Guido Salvini (8 maggio), Non ti conosco più di Nunzio Malasomma (14 maggio), Ballerine di Gustav Machaty (14 maggio), La cena delle beffe di Alessandro Blasetti (21 maggio), Odessa in fiamme di Carmine Gallone (22 maggio), Pazza di gioia di Carlo Ludovico Bragaglia (28 maggio), Eugenia Grandet di Mario Soldati (29 maggio), Fiamme sul mare di Michal Waszynski (4 giugno), La canzone dell’amore di Gennaro Righelli (5 giugno), Corte d'Assise di Guido Brignone (11 giugno). Tutti i film saranno proiettati alle ore 18.

Con la proiezione del film di Almirante del 1931 si apre così un lungo viaggio – con proiezioni bisettimanali fino a giugno – alla scoperta delle opere del cinema italiano degli anni ’30 e ’40. Opere sconosciute, spesso considerate perdute, ripresentate qui nelle versioni originali integrali mai viste per una rilettura di un’intera epoca storica – quella successiva alla fine del muto – con i suoi generi, i suoi autori e soprattutto la sua immensa attività produttiva che in termini di quantità e varietà, teneva testa alla produzione americana e a quella francese. Una storia davvero imponente ed articolata che ha visto grandi protagonisti, internazionalmente conosciuti, muovere assieme a colleghi meno noti in un complesso ed articolato quadro industriale.

Il ciclo Perduti nel buio, però, non vuole essere solo una documentazione cinematografica di estremo valore ma anche un enorme patrimonio di immagini e documenti che rappresentano la nostra storia, la nostra cultura, la memoria collettiva e la capacità artistica e imprenditoriale del nostro paese.
Un caleidoscopio di opere cinematografiche, tra finzione e documento, attraverso il quale poter osservare, ricostruire e studiare la storia culturale, sociale e politica italiana tra ‘800 e ‘900.

Perduti nel buio parte già nel 2014 come progetto editoriale voluto dalla RIPLEY’S FILM per riportare alla luce e all’attenzione di storici, critici, studenti e pubblico, per la prima volta, un consistente numero di opere cinematografiche italiane considerate perdute o sconosciute. Un progetto articolato che ha finalmente visto la luce oggi con la rassegna in partenza alla Casa del Cinema e con la pubblicazione e distribuzione in DVD delle opere selezionate. Uno strumento prezioso reso fruibile, grazie ai sottotitoli in inglese, anche a un pubblico internazionale di studiosi, ricercatori ed appassionati di cinema italiano, i quali potranno approfondire con materiali d’epoca – trailer, cortometraggi d’epoca, materiali originali – e con saggi affidati a critici, studiosi e ricercatori.

Con questa prospettiva Perduti nel buio si articolerà anche attraverso la diffusione delle opere selezionate nei circuiti sala specializzati e nei festival; mentre potrà contare su uno spazio web dedicato, aperto alla discussione di studiosi e appassionati, e sulla diffusione attraverso una piattaforma di visione on demand.

 

PROGRAMMA
Venerdì 7 maggio 18:00 | Stella del cinema, di Mario Almirante, Italia, 1931, 68'
Sabato 8 maggio 18:00 | Orizzonte dipinto, di Guido Salvini, 1941, 93'
Venerdì 14 maggio 18:00 | Non ti conosco più di Nunzio Malasomma, Italia, 1936, 65'
Sabato 15 maggio 18:00 | Ballerine di Gustav Machaty, Italia, 1936, 77’
Venerdì 21 maggio 18:00 | La cena delle beffe di Alessandro Blasetti, Italia,1942, 79’
Sabato 22 maggio 18:00 | Odessa in fiamme di Carmine Gallone, Italia, 1942, 92’
Venerdì 28 maggio 18:00 | Pazza di gioia di Carlo Ludovigo Bragaglia, Italia, 1939, 78'
Sabato 29 maggio 18:00 | Eugenia Grandet di Mario Soldati, Italia, 1946, 104’
Venerdì 4 giugno 18:00 | Fiamme sul mare, di Michał Waszynski, Italia, 1947, 77'
Sabato 5 giugno 18:00 | La canzone dell’amore, di Gennaro Righelli, Italia, 1930, 77’
Venerdì 11 giugno 18:00 | Corte d'Assise di Guido Brignone, Italia, 1930, 68’

 

L’ingresso alle proiezioni è gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili, al momento ridotti per garantire il distanziamento di sicurezza tra gli spettatori.

La programmazione di Casa del Cinema è promossa da Roma Culture, Dipartimento attività culturali.

 

CASA DEL CINEMA
Spazio culturale promosso da Roma Culture, Dipartimento attività culturali
Gestione Zètema Progetto Cultura
Direzione Giorgio Gosetti
in collaborazione con Rai; Rai Cinema 01 distribution

INDIRIZZO Largo Marcello Mastroianni, 1
ORARIO MOSTRE | tutti i giorni 10.00/20.00
INGRESSO GRATUITO

Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura
Lorenzo Vincenti 

 

 

 

Fonte: Lorenzo Vincenti - Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura

Ultime da ARvis.it

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere cresima solidali e i sacchetti portaconfetti per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.