RJF22: la MINGUS Big Band al Parco della Musica

Dalla rievocazione di Charles Mingus ai due nuovi appuntamenti per i più piccoli, è densa la programmazione della settima giornata del Roma Jazz Festival 2022.

Un incredibile viaggio nell'universo musicale di Charles Mingus con alcuni dei migliori musicisti di New York.
ROMA JAZZ FESTIVAL 2022
46° edizione
IMMERSIVITY
6-19 novembre
presenta
MINGUS BIG BAND
domenica 13 novembre ore 21
Auditorium Parco della Musica “Ennio Morricone” – Sala Sinopoli
***
Gli altri concerti del RJF22 in programma il 13 novembre
Fiabe Jazz: Cenerentola Rock
Auditorium Parco della Musica – Sala Borgna, h11
Jazz Campus Orchestra: Let's Save the Planet
Auditorium Parco della Musica – Sala Borgna, h18
***
Il progetto, promosso dal Ministero della e da Roma Capitale-Assessorato alla Cultura, è vincitore dell'Avviso Pubblico Contemporaneamente Roma 2020 – 2021 –2022
curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE
Prevendite su TicketOne

Momento culminante di domenica 13 novembre sarà l'attesissimo concerto della Mingus Big Band alle 21 nella Sala Sinopoli dell'Auditorium Parco della Musica “Ennio Morricone”, tappa di un tour in esclusiva per Italian Jazz Platform.

A 100 anni dalla nascita di Charles Mingus, la Mingus Big Band celebra la musica del noto compositore e contrabbassista. Una band di quattordici elementi, composta da alcuni dei più grandi musicisti di New York che per tanti anni ha visto la direzione artistica di Sue Mingus, moglie di Charles, recentemente scomparsa. Con undici album in discografia, sei dei quali nominati ai Grammy, la Mingus Big Band ci accompagna in un viaggio nell'affascinante universo dell'iconico jazzista americano, nella sua musica inusuale, strettamente legata alla personalità stessa dell'autore, piena di sfaccettature, di richiami strettamente personali, eppure così universale proprio per la schiettezza e l'immediatezza con cui si lascia ascoltare. La Mingus Big Band rappresenta uno straordinario veicolo per l'esecuzione della musica di Mingus che, in vita, desiderò per molto tempo di organizzare una propria big band ma non fu mai in grado di raggiungere tale obiettivo, pur componendo un gran numero di opere importanti per grandi ensemble.

Ad aprire la programmazione del 13 novembre sarà però il secondo dei tre appuntamenti che il Roma Jazz Festival dedica ai più piccoli. Dopo il successo della domenica precedente con I Musicanti di Brema torna Fiabe Jazz stavolta con Cenerentola Rock, alle ore 11 in Sala Borgna. Prodotto dal Popolare d'Arte e ideato da Roberto Caccavo e Francesco Giorgi, Fiabe Jazz è un format/spettacolo di musica e teatro che trasporta bambini e adulti nel mondo della fantasia. L'idea portante di Fiabe Jazz è il concetto di imprevisto che rende più avventuroso il viaggio, esattamente come, nel jazz, la variazione sul tema principale è di vitale importanza. Fiabe Jazz è un caleidoscopio della fantasia, un gioco di immagini, suoni e parole che ha già conquistato migliaia di spettatori piccoli e grandi con un format originale e brillante che sposta l'accento sull'importanza della creatività come mezzo che va oltre ogni imprevisto.
Nel pomeriggio, invece, alle ore 18, appuntamento sempre in Sala Borgna con Let's Save the Planet, un concerto della Jazz Campus Orchestra con la partecipazione speciale dell'attrice Maria Chiara Giannetta. Fra musica e parole, un affascinante racconto alla scoperta del nostro Pianeta, l'unico che abbiamo, della sua tutela e del rapporto con l'uomo. Nata nel 2019 come progetto della Fondazione Musica per Roma con l'obiettivo di sviluppare nei bambini e ragazzi dai 7 ai 14 anni l'interesse nei confronti della musica jazz, della sua storia e del suo linguaggio, la Jazz Campus Orchestra è un piccolo miracolo italiano che ha già collezionato numerose esibizioni in prestigiosi, dal concerto celebrativo per il ventennale dell'Auditorium, con la partecipazione del maestro Antonio Pappano e del premio Oscar Nicola Piovani, alla partecipazione alla rassegna “I Concerti del Quirinale”, con tanto di esibizione trasmessa in diretta su Rai Radio Tre. Diretta da Massimo Nunzi – alle spalle una lunga attività di trombettista e arrangiatore per artisti del calibro di Chet Baker, Dizzy Gillespie, Lester Bowie, John Cage, Umberto Bindi, Domenico Modugno, Danilo Rea, Enrico Pieranunzi, Gianluca Petrella e molti altri – la Jazz Campus Orchestra ha messo a punto un repertorio che spazia da celebri standard a brani originali di Nunzi, costruito con la partecipazione attiva delle ragazze e dei ragazzi che compongono l'ensemble.

***
Giunto alla 46° edizione, torna il Roma Jazz Festival, che dal 6 al 19 novembre animerà la Capitale con 23 concerti fra l'Auditorium Parco della Musica “Ennio Morricone”, la Casa del jazz e il Monk club. Diretto da Mario Ciampà, il Roma Jazz Festival 2022 è realizzato con il contributo del MIC – Ministero della Cultura, di Roma Capitale ed è prodotto da IMF Foundation in co-realizzazione con Fondazione Musica per Roma.

CALENDARIO

12 novembre
Spyro Gyra | Auditorium Parco della Musica – Sala Sinopoli, h21
Lino Volpe/Rosario Giuliani: Jazz Story | Auditorium Parco della Musica – Sala Borgna, h21
Fabrizio Consoli/Fausto Beccalossi: Pasolini Ballate e Canzoni | Casa del Jazz, h21

13 novembre
Fiabe Jazz: Cenerentola Rock | Auditorium Parco della Musica – Sala Borgna, h11
Jazz Campus Orchestra | Auditorium Parco della Musica – Sala Borgna, h18
Mingus Big Band | Auditorium Parco della Musica – Sala Petrassi, h21

15 novembre
Isfar Sarabski Quartet | Auditorium Parco della Musica – Sala Petrassi, h21
Itaca 4et | Casa del Jazz, h21

17 novembre
Danilo Rea/Paolo Scoppola: Soundmorphosis | Auditorium Parco della Musica – Sala Sinopoli, h21
Jemma | Auditorium Parco della Musica – Sala Borgna, h21

18 novembre
Alfa Mist | Monk Club, h21:30

19 novembre
Steve Coleman Quintet | Auditorium Parco della Musica – Sala Sinopoli, h21

 

 

Fonte: Ufficio stampa GDG press

 

About EZrome

Check Also

Malala: un viaggio tra istruzione e libertà al Teatro Lo Spazio

#Malala #Istruzione #Libertà #EZrome La rappresentazione di "Malala: l'istruzione, le donne, la libertà" al Teatro Lo Spazio diventa un viaggio emotivo e culturale che affronta temi come il diritto all'istruzione e la lotta per la libertà femminile, attraverso la vita di Malala Yousafzai, simbolo di coraggio e resilienza.

Un’ora di niente: Paolo Faroni tra comicità e poesia al Teatro Kopò

#UnOraDiNiente #PaoloFaroni #TeatroKopò #EZrome "Un'ora di niente", in scena al Teatro Kopò, vede Paolo Faroni esplorare con ironia e profondità il conflitto tra desiderio e istinto, attraverso un monologo che mescola comicità e poesia, con l'amore come protagonista assoluto.

Lascia un commento