Lunedì, 26 Ottobre 2020

amazon prime video

palcoCollocato in una zona centrale, a due passi da Piazza Navona, piccolo e rustico ma pregno di significati e di storia, il Teatro dell'Orologio, al suo venticinquesimo anno di vita, rappresenta senza dubbio una sede importante per l'attività teatrale e culturale romana.
Nacque in un periodo storico di grande fervore artistico, quando l'assessore culturale di allora, Renato Nicolini, noto architetto, politico e drammaturgo italiano, diede vita nel 1977 all'iniziativa "Estate romana", che prevedeva l'allestimento di grandi eventi cinematografici, teatrali e musicali nel centro storico di Roma. Ottenne un grandissimo successo tanto da diventare un fenomeno di costume, e sicuramente servì per attirare la popolazione nella parte centrale della capitale in risposta all'emarginazione delle periferie.

Nello stesso periodo, Valentino Orfeo - regista e attore italiano - , sulla scia dell'entusiasmo e della foga del momento, si presentò da Nicolini per comunicargli che aveva occupato i sotterranei dell'Oratorio della Chiesa Nuova, insieme al Comitato di Quartiere. Da quel momento prese vita in forma embrionale il Teatro dell'Orologio, che ben si collocava nell'idea di città come luogo vivo e che, grazie alla sua posizione centrale, avrebbe sicuramente agevolato la prolificazione delle iniziative culturali.
Si tratta di uno spazio unico che offre, con le sue quattro sale, una programmazione diversificata: dall'attenzione alla drammaturgia di Moretti alla sperimentazione di Orfeo, passando per la sala Caffè e la sala più piccola per gli esercizi.
Un carattere che si distingue per la sua pluralità, che ha permesso di ospitare diverse forme di spettacolo oltre ai classici ricorrenti nel teatro romano, e grazie al quale il Teatro dell'Orologio ha tenuto duro nel corso degli anni sopravvivendo ad altri numerosi teatri che hanno avuto vita effimera e sono stati trasformati in multisale cinematografiche, come il Teatro in Trastevere, il Triannon e il Teatro degli Artisti.
È riuscito a resistere arrivando ad occupare un posto centrale nella mappa delle "cantine teatrali italiane", e dalla fine degli anni 90 propone anche un'ottima preparazione a chi vuole intraprendere la carriera d'attore per merito dell' Accademia teatrale, che prevede un corso biennale per autori ed attori.
Le lezioni teoriche si tengono nell'ex Sala Artaud, le esercitazioni pratiche nelle altre sale. A fine corso si svolge la verifica del lavoro svolto attraverso una saggio scritto e interpretato dagli allievi nella Sala Grande.
Il motto dell'Accademia è "dalla messa in pagina alla messa in scena", proprio per sottolineare il carattere globale della preparazione teatrale, che supera lo stereotipo nel quale i vari settori - scrittura, regia e recitazione - sono nettamente distinti. Dopo un'accurata selezione, ci si concentra sullo sviluppo artistico sia dal punto di vista della scrittura di scena che dell'esplicitazione espressiva. Si prediligono quindi i soggetti che abbiano una particolare inclinazione verso la sceneggiatura. Gli stessi avranno il privilegio di frequentare i vari corsi teorico-pratici messi a disposizione dall'Accademia, che abbracciano l'intera attività teatrale: scrittura teatrale, recitazione, dizione, messa in scena, drammaturgia e interpretazione; dopodichè potranno effettuare diversi stages di approfondimento e seguire alcuni seminari su altri aspetti teatrali per completare la preparazione sulle attività da palcoscenico.
La tipologia d'eccezione dei docenti garantisce un ottimo "addestramento" e una solida base per chi si avvia nei meandri di un mestiere affascinante quale è la recitazione: oltre agli insegnanti fondatori Mario Moretti, Riccardo Cavalli e Claudia Balboni, di questo formidabile team fanno parte tanti altri professionisti con lunghe esperienze di insegnamento e simultaneamente impegnati nelle arti sceniche.

La stagione autunnale si aprirà con lo spettacolo Mutazioni profane. Body performance art project, in scena dall'8 al 19 settembre 2009.
A seguire, l'elenco delle rappresentazioni fino al 31 dicembre 2009:
- 12/18 ottobre: La Patente di Luigi Pirandello
- 19 ottobre/5 novembre: Memorie dal sottosuolo di e con Valentino Orfeo
- 6,7 e 8 novembre: Festival Internazionale di Regia di Fantasio Piccoli
- 9/15 novembre: Il Testamento di Maurizio Mura
- 16/22 novembre: Being Hamlet - la Genesi del Ck Teatro
- 7/20 dicembre: I nuovi mutanti - Show time di Emiliano Reggente
- 31 dicembre: Show time

Per informazioni:
Teatro dell'Orologio: via dei Filippini, 17/a
Tel. 06.68392214
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultime da ARvis.it

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere solidali battesimo e i scatoline portaconfetti CESVI per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.