olioliveCASTELMADAMA

E’ l’ora dell’olio e del vino, i novelli.

olioliveCASTELMADAMAFino al 22 novembre, mese di sagre e raccolta olive, degustazione di un buon bicchiere di vino novello e polenta, bruschette, folclore e tradizione nella provincia romana e nel Lazio, ma anche in tutta Italia. Per chi ha piacere a visitare manifestazioni e feste, ecco gli itinerari gastronomici a ….massimo un'ora da Roma!

E' il mese delle olive e di “oro verde”, sì, quello gustoso e liquido, di cui il Lazio vanta una grande tradizione.

Castelmadama a circa 40 chilometri da Roma, dopo Tivoli nella valle del fiume Aniene, è il comune che ospiterà una lieta tre-giorni di festa dal 13 al 15 novembre 2009: ‘OLIOLIVE', la degustazione dell'olio novello tra tradizioni e antichi sapori, insieme a rivisitazioni storiche in piazza. 50 mila tonnellate di olive vengono stagionate e lavorate nel rispetto del culto mediterraneo. L'olio extravergine che viene prodotto qui, avrà presto la denominazione DOP delle terre Tiburtine per diventare il terzo olio laziale DOP! Si potranno assaggiare prodotti tipici e di agricoltura biologica di questo territorio, insieme ovviamente a degustare l'olio. Magari bruschetta? E poi, pizza di granturco, fiori di zucca fritti, dolci secchi: sapori locali da provare.

Dalle ore 17.00 di venerdì 13 novembre 2009. www.comunedicastelmadama.it – Info: tel. 0774.45001

Se invece ci spostiamo in Sabina, in provincia di Rieti, Roccasinibalda a neanche un'ora da Roma, ospita la 5^ edizione della ‘Castagnata', prodotto tipico locale. In contemporanea si tiene il Mercatino di Roccasinibalda, tradizionale mercato di ogni mese che si svolge sulla piazza del comune che stavolta vedrà oltre ai suoi oggetti in mostra, offrire castagne, vino e bruschetta a chi vorrà venire a visitarlo!

Dalle 9 al mattino fino al tramonto di sabato 14 novembre si vendono oggetti, artigianato e prodotti tipici locali. Dalle ore 15 di sabato fino alla sera di domenica 15 novembre ecco invece la castagnata.

www.roccasinibalda.eu – Info: tel. 333.3222856. La manifestazione si svolge all'aperto.
frutta_secca

E in prossimità dell'estate di San Martino, festa che si celebra l'111 novembre e che vorrebbe prevedere la seconda estate autunnale dopo la cosiddetta estate di san Francesco (il 4 ottobre) ecco che altro ci propone questo weekend del 14 e 15 novembre.

Sabato 14 novembre dalle ore 19 la proloco di Monte San Giovanni in Sabina organizza appunto la Festa di San Martino e del Buon Vino, in località Immaginetta Gallo, per degustare una buona cena a base di polenta, salsicce, spuntature e contorno! E poi castagne e vino novello assaggiando i dolci tipici.

Anche Anguillara Sabazia, sulle rive del lago di Bracciano, celebra la ‘Festa di San Martino' domenica 15 novembre 2009. Per le vie del centro storico si vive ‘Ogni mosto è vino'. Alle 8 tra via Aloisio e Piazza Bastioni si tiene il mercatino artigianale. Alle 9 si sistemano negli stand gli espositori e già dalle 10,30 inizia la degustazione di vino! Alle 14.30 si cuociono le caldarroste. Musica! Tamburello e organetto per allietare.

http://www.prolocoanguillarasabazia.org

olio-sabina-dop1

Se proprio volete godervi un bel giro, fermandovi dove vi pare, ricordate che ricca di è stata ed è la settimana che va dall'8 al 15 novembre per il Consorzio per la Tutela e la Valorizzazione dell'Olio a Denominazione di Origine Protetta della Sabina che presenta le ‘Giornate dell'Olio DOP Sabina' (i due oli laziali insigniti a DOP finora sono il Sabino e il Canino) in tutto il territorio, dal sito www.sabinadop.it.

Le più grande aziende produttrici in loco presenteranno l'Olio sabina DOP in un “Banco di Assaggio e Degustazioni Guidate”. Tutte le aziende sono prenotabili, telefonabili e consultabili sul sito. Esse saranno ben liete di ospitare presso le proprie sedi, attraverso degustazioni guidate, tutti i consumatori interessati. Da Fara Sabina a Palombara Sabina, passando per Nerola (magari visitando il bellissimo castello che si staglia), a Montelibretti o Montorio Romano, Cantalupo in Sabina, Farfa (dove c'è la fantastica omonima Abbazia), Morione Sabino o la deliziosa Toffia, un gioiello arroccato a cuneo su uno scoglio? Una rocca difensiva che prende il nome da Teobaldo o Teofilo? Fatto è che chi ci va …. se ne innamora perdutamente.

Per chi la sera invece vuole ascoltare un concerto consigliamo, con ingresso libero per tutti, il sito http://www.gosabina.com/news/2009/10/15/sabina-musica-festival-2009-17-ottobre-6-dicembre/1668.asp con la locandina ciccabile per l'VIII edizione del ‘Sabina Musica Festival 2009'.

rami1

Come già annunciato su questo sito web parlando di Capranica Prenestina in http://www.ezrome.it/gite-fuori-porta/arroccati-sui-monti-prenestini-con-cime-e-corde-o-a-piedi-in-bici-e-a-cavallo-1327.html ecco che arriva la tanto attesa XXVIII sagra della mosciarella (potrete gustare questa castagna dolce e piccola, osservare come viene lavorata nelle casette a due piani come da tradizione e il suo interessante processo di essiccazione a fuoco) il 21 e 22 novembre 2009. Intanto anche questo weekend – il 14 e 15 novembre 2009 – potete soddisfare le vostre curiosità e golosità andando a visitare un'anteprima, sempre a Capranica, ‘Aspettando la Mosciarella' Per informazioni telefoni:  06/9584031 06/9584126

http://www.comunecapranica.it/sagramosciarella09.htm

About Redazione

Check Also

La Città Ideale presenta Bar Campioni: un tributo a Agostino Di Bartolomei

#BarCampioni #AgostinoDiBartolomei #EZrome La Città Ideale celebra il trentennale dalla scomparsa di Agostino Di Bartolomei con lo spettacolo "Ago - Capitano Silenzioso" scritto e diretto da Ariele Vincenti. Gli eventi, il 30 maggio e il 6 giugno, si terranno nei bar La Certosa e Marani. Un’occasione gratuita per celebrare un’icona della Roma e vivere il teatro in una moderna agorà.

Remo Anzovino in concerto alla Casa dell’Architettura

Il Maestro Remo Anzovino in concerto il 23 maggio alla Casa dell’Architettura Il pianista e compositore, definito il «musicista dell’arte» per le sue collaborazioni cinematografiche, si esibisce in un concerto per piano solo, che apre il suo tour estivo, in occasione della VII edizione della Giornata della Legalità organizzata dall’OAR - Ingresso gratuito con prenotazione del posto LINK PRENOTAZIONI. INGRESSO GRATUITO Una capacità evocativa che riesce a raccontare in musica le immagini e le visioni generate dall’arte e dall’architettura, intrecciando le corde delle emozioni in un linguaggio fruibile e comprensibile per un pubblico sempre più vasto. Sono alcuni dei tratti distintivi dei «viaggi» musicali di Remo Anzovino, compositore e pianista definito per le sue collaborazioni cinematografiche «il musicista dell’arte». Il Maestro si esibirà dal vivo alla Casa dell’Architettura (piazza Manfredo Fanti, 47), nella suggestiva cornice del complesso monumentale dell’Acquario Romano, il prossimo 23 maggio (ore 21), con un concerto per piano solo che sarà la prima tappa del suo tour estivo. Il grande appuntamento, in cui si celebreranno i 20 anni di carriera di Anzovino, si svolgerà in occasione della VII edizione della Giornata della Legalità – a chiusura del programma che l’Ordine degli Architetti PPC di Roma e provincia organizza con cadenza annuale per la ricorrenza della strage di Capaci (leggi l’articolo di presentazione della giornata: LINK) -, lanciando attraverso la bellezza – della musica, dell’arte, dell’architettura – un messaggio contro ogni forma di illegalità. L’ingresso al concerto è libero e gratuito, previa registrazione e prenotazione del posto al seguente LINK Con oltre 30 milioni di streaming in 180 paesi nel mondo e 21 album pubblicati, il Maestro Anzovino ha composto le musiche dei più importanti film realizzati per la serie «La Grande Arte al Cinema» (Vincent Van Gogh, Frida Kahlo, Picasso, Monet, Gauguin, Pompei, il Museo Egizio), vincendo nel 2019 il Nastro D’Argento – Menzione speciale «Musica dell’Arte» per le colonne sonore originali, in grado di rendere «più intensa la narrazione aggiungendo emozione alle emozioni che l’Arte riesce ad esprimere al grande pubblico attraverso il successo degli eventi speciali di cui è protagonista» -, riconoscimento che quest’anno è stato attribuito come miglior film d’arte a «Borromini e Bernini. Sfida alla perfezione» di cui Anzovino è autore della colonna sonora originale. Il compositore e pianista – nato a Pordenone, nel 1976, da genitori napoletani – è da sempre sensibile alle tematiche sociali e umanitarie, nel 2023 ha tenuto un concerto nel carcere di Poggioreale, ha firmato le musiche del documentario «Respiro di Inverno», realizzato dalla Croce Rossa Italiana per il primo anno della guerra in Ucraina, ed è stato scelto come unico musicista per un concerto tenuto al Teatro Opera Carlo Felice di Genova, in memoria delle vittime del ponte Morandi, nel quinto anniversario del crollo. Il suo ultimo album è «Don’t Forget to Fly», pubblicato nel maggio 2023 per la casa discografica Believe. Il concerto per piano solo che si svolgerà alla Casa dell’Architettura, nella sala centrale dell’Acquario Romano, ripercorrerà la carriera del compositore con i suoi grandi successi, sarà presentato da Marco Maria Sambo, segretario OAR e direttore di AR Magazine, coordinamento a cura di Emanuela Petrone. «L’esibizione del Maestro Anzovino si svolgerà a chiusura di un importante convegno organizzato dall’Ordine per la Giornata della Legalità – spiega Sambo – proprio per dare un segnale di come la poetica della musica e dell’arte possano essere da esempio: dove c’è tanta bellezza non può esserci illegalità. È questo il filo conduttore che intendiamo mettere in luce con un grande concerto gratuito per tutti». La capacità di Anzovino di raccontare e comunicare, attraverso la composizione musicale, emozioni e significati non solo dell’arte ma anche dell’architettura è stata resa esplicita dalla colonna sonora composta dal Maestro per il docufilm «Borromini e Bernini. Sfida alla perfezione» – diretto da Giovanni Troilo, con gli attori Jacopo Olmo Antinori (Borromini), Pierangelo Menci (Bernini), sceneggiatura di Luca Lancise, prodotto da Francesco Zippel e Federica Paniccia – andato in onda su Sky e proiettato alla Casa dell’Architettura di Roma il 16 dicembre 2023, in un sala centrale dell’Acquario Romano gremita. «Parlare di Borromini – ha scritto Marco Maria Sambo in un articolo su AR Web pubblicato lo scorso gennaio (LINK) – vuol dire descrivere la poetica architettonica per antonomasia; una poesia barocca fatta di dinamiche spiraliformi e morfologie organiche: è una sorta di musica dell’arte e dell’architettura e, anche per questo motivo, Remo Anzovino ha centrato perfettamente, con la sua colonna sonora, l’essenziale anima borrominiana conferendo ulteriore grandezza a questa opera filmica di Troilo, come nella storia è sempre avvenuto con grandi maestri come Rota, Morricone, Williams, Zimmer e tanti altri che sono riusciti a dare sostanza a scene e piani sequenza già meravigliosi in sé, regalando profondità attraverso le note, superando il tempo e lo spazio».