Lunedì, 23 Settembre 2019

amazon prime video

mascotte-mondiali-2010-sud-africaPutroppo si chiude qui il mondiale degli Azzurri. E purtroppo meritatamente, visto quello che hanno fatto vedere in campo per un'ora e mezza. Lippi schiera il 4-3-3, con Di Natale, Iaquinta e Pepe. Il primo tempo dell'Italia è sconcertante: la squadra non c'è, la stretegia nemmeno. Non sembrano esserci neanche un disegno, un'idea, uno schema, meno che meno la volontà di vincere. Di fronte ad una Slovacchia molto aggressiva, a volte molto fallosa, ma decisa a dare tutto per vincere, dal fiato, al cuore, alla rabbia, i nostri sembrano sbigottiti, imbambolati. Ogni azione è incerta, gli errori sono tanti e spesso da dilettanti del pallone. Al 25° Vittek sblocca il risultato mettendo in rete il primo gol per la Slovacchia, con una azione nata da un errore di De Rossi. L'Italia, invece di reagire con forza, sembra ancora più spaesata. Non si sa che pesci prendere e si va negli spogliatoi sotto di 1. Alla ripresa, con Maggi e Quagliarella schierati, si ricomincia con la sofferenza. Sì. perché tutti i tifosi hanno sofferto quella mancanza di iniziative e determinazione che ha continuato a dominare ancora per mezz'ora, nonostante le buone azioni costruite da un Pirlo, entrato al posto di Montolivo, che voleva tutte le palle possibili per spingere in avanti la squadra. Al 73°, poi, la Slovacchia raddoppia ancora con Vittek. Ora è davvero finita. Questo il pensiero di tutti. Ma finalmente succede l'incredibile: la squadra si risveglia, va all'attacco decisa e Di Natale segna. La speranza si riaccende. L'Italia va all'attacco ripetutamente, va vicina al pareggio con una palla respinta sulla linea di porta. Sembra finalmente la nostra solita formazione. Ma in un attimo la delusione torna prepotentemente: Kopunek mette in rete una palla su rimessa laterale con un pallonetto! Un errore davvero grossolano della nostra difesa. E sono 3 su 3 partite che si ripresenta una simile situazione. Non c'è giustificazione. E davvero nessuno avrà la faccia di parlare di sfortuna stavolta. A nulla serve ormai il gol dell'ottimo Quagliarella al 92°. La Slovacchia perde tempo, i nostri si mangiano un'ultima occasione e così, ingloriosamente, finisce il nostro mondiale.
Lippi, in conferenza stampa, si prende tutta la colpa. Di certo ha la maggior parte della responsabilità, ma da condividere comunque con alcuni giocatori. E comunque non sembra individuare i problemi più evidenti. Parla di preparazione psicologica sbagliata. Certo, ma non solo. Ma si parlerà a lungo di questo nei prossimi giorni.
Per ora l'Italia, Campione del Mondo in carica, lascia il Sudafrica al primo turno, con l'altra finalista di Berlino, la Francia, risultando ultima in un girone obiettivamente facile. Peggio di così non poteva andare!

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere cresima solidali e i sacchetti portaconfetti per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.