Mercoledì, 16 Ottobre 2019

amazon prime video

Battiato liveChiamatemi assessore alle meccaniche celesti. Sono tanti soldi, io non ne ho bisogno e non sono uno che ama il denaro. In una società piena di ingiustizie impressionanti, se si può dare una mano in maniera retta e corretta poi sono cose che si propagano. Devolverò il mio stipendio, e chiarirò di volta in volta, in rete, a chi vanno i soldi.
Queste le parole di Franco Battiato, neo assessore al Turismo della giunta presieduta dal governatore della Sicilia, Rosario Crocetta.

Perché proprio “meccaniche celesti”? “La voce del padrone” è, senza dubbio, uno degli album più importanti della musica italiana e lì è presente un brano dal titolo “Segnali di vita” e nel testo si parla proprio di “meccaniche celesti”. Ma allora è proprio lui, il grande Battiato? Sì, ed è proprio questo ad aver fatto rimanere di stucco tanti suoi ammiratori... Perché adesso buttarsi in politica? Tuttavia, ciò non dovrebbe troppo meravigliare, perché lui da sempre ama sperimentare e, qualche volta, cogliere di sorpresa critica e fans.
Franco Battiato è veramente un gigante della musica italiana e, possiamo dire, non solo di quello, perché ha lavorato a film, opere teatrali ed è appassionato pure di pittura. Artista e uomo di cultura, perciò, a 360 gradi. Sempre al lavoro nella composizione e registrazione di nuovi album e poi numerosi tour in giro per l'Italia, per non parlare delle collaborazioni con altri artisti e progetti in parallelo.
Battiato al_megafonoI suoi inizi sono nel segno della musica d'avanguardia, quindi sperimentazione specialmente negli arrangiamenti. Ricordiamo, quindi, i primissimi lavori di Battiato abbastanza innovativi per quel periodo: “Fetus” (1972), “Pollution” (1972) e “Sulle corde di Aries” (1973). Da segnalare il legame con un altro artista straordinario, ossia Giorgio Gaber, che ha avuto una notevole importanza in quel periodo lì (Battiato, ad esempio, curò gli arrangiamenti dello spettacolo di Gaber, “Polli d'allevamento” del 1978).
Il primo vero riconoscimento di pubblico, però, avverrà solo con “L'era del cinghiale bianco”, album del 1979, che contiene quella title-track la quale troverà sempre spazio nei suoi concerti. Il grande successo lo otterrà con “La voce del padrone” (1981), il suo album forse più noto, quello che raccoglie tanti dei suoi cavalli di battaglia: “Bandiera bianca”, “Cuccurucucù”, “Centro di gravità permanente” e “Summer on a solitary beach”.
Da qui in poi le copie vendute dei suoi dischi saranno sempre considerevoli e lavori come “L'arca di Noè” (1982), “Orizzonti perduti” (1983) e “Fisiognomica” (1988), saranno sempre molto amati dal pubblico, oltre che dai critici. Gli anni '90 ci mostrano un Battiato comunque ben presente nelle classifiche, specialmente con “Caffè de la Paix” (1993), ma il grande ritorno in cima lo raggiunge con “L'imboscata”, album trainato da un singolo straordinario e di grande impatto emotivo, “La cura” (scritto assieme al filosofo Manlio Sgalambro). Non sarebbe forse giusto continuare a parlare della sua storia artistica, questo perché meriterebbe uno spazio maggiore ed un contesto diverso e poi perché le cose non cambieranno di tanto: egli manterrà sempre forte la stima dal pubblico ed i suoi concerti continueranno ad avere grande successo.
Battiato è però instancabile poiché, oltre al nuovo incarico come assessore, ha pure un nuovo album da promuovere, “Apriti sesamo”, uscito nell'autunno del 2012. Arrangiamenti curati, testi colti e poi l'inconfondibile voce; insomma una garanzia. Perché un titolo simile? «Pratico meditazione da quaranta anni: sentivo con insistenza una voce interiore che mi ripeteva: “Apriti Sesamo, apriti Sesamo”, come un mantra. Così è nato il titolo di questo album», precisa Battiato in un'intervista concessa al settimanale Tv, Sorrisi e Canzoni. 
L'artista siciliano si esibirà a Roma, Auditorium Conciliazione, dal 20 al 23 febbraio 2013 (inizio ore 21). Ci saranno, ovviamente, diverse canzoni da “Apriti sesamo”, gli immancabili successi ed alcuni brani magari proposti di meno nei suoi concerti.
Ok, ma il suo lavoro come assessore al Turismo? Battiato ha sempre detto che cercherà di conciliare gli impegni, ma ha comunque sottolineato il fine principale del suo incarico, ossia quello di organizzare eventi culturali importanti capaci di mettere in contatto la Sicilia col resto del mondo. Tuttavia sono circolate anche voci di un suo abbandono dal suo incarico, ma il sito ufficiale della Regione Sicilia ancora lo annovera come assessore al Turismo, Sport e Spettacolo. Bisognerebbe informarsi meglio, ma lo scopo di tale articolo è quello di segnalare le date romane del nuovo tour di Battiato, parlare di lui come artista.
Chissà, magari potrebbe portare un po' di “arte” in una politica che ha smesso oramai da tempo di essere l'Arte di governare le società. Già, potrebbe essere, ma questo è un discorso lungo, molto lungo...

Sostieni i progetti di CESVI Onlus, combatti la fame e povertà nei paesi più poveri del mondo.
Ti preghiamo solo di ricordarlo nelle ricorrenze importanti scegliendo i regali solidali di CESVI, oppure le bomboniere CESVI, tra cui le bomboniere cresima solidali e i sacchetti portaconfetti per rendere l'evento ancora più speciale.

Info testata

Il portale EZ Rome e' una testata giornalistica di carattere generalista registrata al tribunale di Roma - Numero 389/2008
Direttore responsabile: Raffaella Roani - ISSN: 2036-783X

Info contenuti

Non si dà nessuna garanzia sulla correttezza delle informazioni e si invita esplicitamente a verificarne l'attendibilità con mezzi propri.
creative commons
This opera by Ez Romeis licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.