“Madre, Figlia e Spirito”: trinità femminile in scena

Nel cuore pulsante della scena culturale romana, il Di Documenti si appresta ad accogliere un evento teatrale di notevole profondità e innovazione: “Madre, Figlia e Spirito”, opera ideata e portata in scena da Ortensia Sayre Macioci. L'appuntamento è fissato per il 24 e il 25 febbraio, due serate durante le quali il pubblico sarà invitato a immergersi in una narrazione che si dipana attraverso tre archetipi femminili profondamente radicati nell'immaginario collettivo e personale: la Madre, la Figlia e lo Spirito.

Un Viaggio nei tre archetipi femminili

L'opera teatrale si presenta come un intreccio di tre testi poetici che danno voce e corpo a tre figure femminili emblematiche, ognuna rappresentante un pilastro archetipico della femminilità. La Madre è incarnata da Maria Maddalena attraverso il testo “Myriam in Magdal”; la Figlia prende le sembianze di Antigone nel testo “Anti-gone”; lo Spirito, infine, è evocato nella figura di Giovanna d'Arco con “Santa Joan”. Queste narrazioni, ricche di simbolismo e significato, si intrecciano sul palco, dando vita a un dialogo profondo tra passato, presente e futuro, tra umano e divino, tra ombra e luce.

Pilastri di Silenzio, Amore Universale e Grazia

Il tessuto drammaturgico dell'opera si fonda su tre pilastri concettuali: il Silenzio, l'Amore Universale e la Grazia. Questi temi fungono da sottofondo a tutta la narrazione, rappresentando stati dell'essere e della consapevolezza che trascendono il tempo e lo spazio, invitando gli spettatori a un viaggio interiore verso la comprensione della grandezza umana. Attraverso queste lenti, lo spettacolo mira a smuovere l'archetipo femminile che risiede in ciascuno, per esplorare e celebrare la danza eterna tra il maschile e il femminile, il terreno e il trascendente.

Ortensia Sayre Macioci e la condivisione di un viaggio personale

Ortensia Sayre Macioci, mente creativa e anima dello spettacolo, condivide con il pubblico un percorso personale di scoperta e dialogo con queste figure archetipiche. Attraverso la sua esperienza, l'autrice svela come ogni figura femminile abbia accompagnato e influenzato diversi momenti della sua vita, offrendo spunti di riflessione sul potere evocativo e trasformativo degli archetipi. Il suo racconto intimo ed emozionante invita gli spettatori a un viaggio condiviso, un'esplorazione delle profondità dell'anima femminile e della sua capacità di dialogare con l'universale e l'eterno.

Info utili

Il Teatro Di Documenti, situato in via Nicola Zabaglia 42 a Roma, si conferma ancora una volta come uno spazio di espressione per il teatro d'avanguardia e la sperimentazione artistica. Gli spettacoli di “Madre, Figlia e Spirito” si terranno sabato 24 febbraio alle 20:45 e domenica 25 febbraio 2024 alle 17:30. I biglietti sono disponibili al prezzo di 12€ per l'intero, 10€ per il ridotto, più 3€ per la tessera. Per maggiori informazioni e prenotazioni, è possibile contattare il teatro al numero 06/45548578 o al cellulare 328/8475891. Un'opportunità unica per immergersi in un viaggio attraverso i tempi e gli spazi dell'anima femminile, in un evento che promette di lasciare un segno indelebile nel cuore e nella mente degli spettatori.

About EZrome

Check Also

Ardecore trio celebra la festa della Liberazione

#Ardecore #FestadellaLiberazione #MusicaeResistenza #EZrome Il trio Ardecore torna sul palco per la Festa della Liberazione al Casilino Sky Park il 25 aprile. Un concerto che intreccia la musica popolare romana con la poesia di Belli, celebrando la Resistenza e la cultura indipendente.

“Arte in Musica” al Teatro Ivelise: un viaggio nella storia dell’arte italiana

#ArteInMusica #StoriaDellArte #TeatroIvelise #EZrome Il 27 aprile, il Teatro Ivelise di Roma presenta "Arte in Musica", un incantevole viaggio attraverso la storia dell'arte italiana, animato dalle musiche di Gianmarco Giannetti e dalla voce di Greta Arditi.