“Nell’ ardore della nostra camera” al Teatro di Documenti

Debutta al di Documenti di Roma, dal 7 al 10 aprile, NELL'ARDORE DELLA NOSTRA CAMERA, spettacolo scritto da Massimo Sgorbani e interpretato da Donatella Busini, con la regia di Paolo Orlandelli.

“Questa stronzata della famiglia”. Nel delicato momento di passaggio tra il secolo XX° e il XXI°, quando cadono i tabù e la cattolica comincia a collassare sotto il peso dell'anacronismo e dell'ipocrisia, Sgorbani apre e fotografa il contenuto di uno di quegli “armadi” che in molti preferiscono tenere ben chiusi, perché fa male constatare la piccolezza e la meschinità di un'educazione che ha prodotto soprattutto dei rivoltanti mostri.

“Dei testi di Massimo Sgorbani si dice che siano delle confessioni: è vero, perché consistono nella trascrizione di pensieri e di moti interiori spesso impronunciabili. Ma la pratica più estrema esercitata da Sgorbani è, a mio avviso, la vivisezione. Come il suo sguardo riesca a cogliere e la sua penna a descrivere i rimuginamenti che gorgogliano nei più profondi recessi dell'animo umano, è un mistero che – come Sgorbani ha dichiarato – sorprende lui stesso.”_ annota il regista Paolo Orlandelli.
Imbarcato in un una sonda microscopica, improvvisamente solo per l'intimità alla quale l'autore lo costringe, lo spettatore procede tra gli strettissimi meandri del cervello, si inerpica lungo i gangli e scivola nelle sinapsi, tra sogni, ricordi e avvenimenti, per fuoriuscire dagli occhi, dal naso, dalla bocca, dalle orecchie, dalla vagina, dal glande, o dal buco del culo di personaggi di una mostruosa umanità nella quale è impossibile non riconoscersi. Un'esperienza sconvolgente e mai provata prima.

 

Paolo Orlandelli
Regista votato all'attualità, si dedica a spettacoli di denuncia e impegno civile, quali: “Processo Dell'Utri, storia d'Italia dagli anni '70 a oggi” (2015); “Emanuele Scieri, Vittima della Folgore” di Isabella Guarino e Corrado Scieri (2014); “Davide contro Golia, cronache del G8 di Genova” (2011), di cui è anche autore e interprete e che vanta il patrocinio di Amnesty International; “Il Cardinal Mia Cara” (2012), “Vite Violate, Crimini sessuali nella Chiesa Cattolica” (2009) e “04-05-'98: Strage in Vaticano” (2008), tutti di Fabio Croce. Di teatro contemporaneo allestisce tra gli altri “Scontro di particelle nella mente accellerata di Dio”, “Condominio”, Er polizziotto” e “Storie pericolose”, tutti di Pier Paolo Fiorini (2021), “Alba” di Maria Teresa Berardelli (2021), “Brillante” di Marco Maltauro (2019), “Emigranti” di Slawomir Mrozek (2017), “Una coppia aperta, anzi spalancata” di Dario Fo e Franca Rame (2013), “Il Letto” di Giuseppe Manfridi (2010), e “Antonietta Pirandello, nata Portolano” di Marina Argenziano (2001). Sul versante letterario, adatta per la scena “Alexis, o della lotta vana” di Marguerite Yourcenar (2014), “L'invenzione di Morel” di Adolfo Bioy Casares (2013), “Una frase, un rigo appena” di Manuel Puig (2009) e “Regina contro Queensberry, il primo processo di Oscar Wilde” (2008).

 

IPAZIA PRODUZIONI
presenta

Donatella Busini

in

NELL'ARDORE DELLA NOSTRA CAMERA

Di Massimo Sgorbani
Scenografia Carla Ceravolo
Costumi Patrizia Moretti

Regia di Paolo Orlandelli

Teatro di Documenti
7, 8 e 9 aprile ore 21
10 aprile ore 18

INFO
Teatro di Documenti
Via Nicola Zibaglia, 42

Biglietti: 12 euro più 3 euro tessera associativa
Prenotazioni: Tel.328 8475891- 348 0157922

 

Ufficio Stampa
Maresa Palmacci 

 

 

 

Fonte: Maresa Palmacci

About EZrome

Check Also

Roma World: un tuffo nell’Antica Roma tra divertimento e cultura

#AnticaRoma #Divertimento #Cultura #EZrome Roma World riapre le porte con una stagione 2024 piena di novità: dallo spettacolo "Roma On Fire" al Backlot Tour, un'avventura unica tra storia e cinema. Un'esperienza immersiva nell'Antica Roma, dove divertimento e apprendimento si fondono in un viaggio indimenticabil

Ardecore trio celebra la festa della Liberazione

#Ardecore #FestadellaLiberazione #MusicaeResistenza #EZrome Il trio Ardecore torna sul palco per la Festa della Liberazione al Casilino Sky Park il 25 aprile. Un concerto che intreccia la musica popolare romana con la poesia di Belli, celebrando la Resistenza e la cultura indipendente.

“Arte in Musica” al Teatro Ivelise: un viaggio nella storia dell’arte italiana

#ArteInMusica #StoriaDellArte #TeatroIvelise #EZrome Il 27 aprile, il Teatro Ivelise di Roma presenta "Arte in Musica", un incantevole viaggio attraverso la storia dell'arte italiana, animato dalle musiche di Gianmarco Giannetti e dalla voce di Greta Arditi.

Lascia un commento