SpazioCima: da domani Xmas Factory di Alessandra Pierelli

Aprirà giovedì 2 dicembre (ore 17-21), visitabile sino a giovedì 23, presso la Galleria SpazioCima di Roma (via Ombrone 9), la personale di Alessandra Pierelli.

Ingresso libero. Dai cioccolatini giganti in resina ai gelati “agitati”, dagli omini fatti di pan di zenzero all’unicorno alato “sweet edition”: un mondo pop che farà la felicità di grandi e piccoli

 Alla Galleria SpazioCima di Roma è già Natale grazie alle sculture pop di Alessandra Pierelli. L’artista reinterpreta i classici simboli delle festività di fine anno con contaminazioni ludiche e golose che rimandano ad altri spazi, altri tempi, altre dimensioni. Aprirà giovedì 2 dicembre (ore 17-21), visitabile sino a giovedì 23, presso la Galleria SpazioCima di Roma (via Ombrone 9), la personale di Alessandra Pierelli “Xmas Factory”. L’esposizione, a cura di Roberta Cima, è a ingresso libero, visitabile tutti i giorni dalle 15:30 alle 19:30.

LE OPERE IN MOSTRA – Dai cioccolatini giganti in resina ai gelati “agitati”, dagli omini fatti di pan di zenzero all’unicorno alato “sweet edition”: un mondo pop che farà la felicità di grandi e piccoli e che gioca con le piccole gioie visive del Natale per darne nuovi sensi e significati. L’intento è quello di far immergere i visitatori della mostra in un mondo fiabesco, fantastico e colorato, tra pupazzi dolci ed eleganti e abiti con drappeggi di velluto rosso. In mostra anche tante piccole sculture, tutte acquistabili, perfette per addobbare i tradizionali alberi casalinghi.

“Non è un caso che il titolo della mostra includa il termine “factory”: essendo io una gran golosa, ho cercato di fondere insieme la passione per l’arte con quella per i dolci – spiega l’artista Alessandra Pierelli – Ancora una volta, ho voluto rappresentare una sorta di forno creativo (la factory, per l’appunto), da cui escono dolci leziosi, raffinati, ghiotti e spiritosi. Un mondo a metà tra il fantastico mondo di Willy Wonka e quello dei film di Shrek con i suoi pupazzi animati”.

BIOGRAFIA DELL’ARTISTA – Nativa di Ancona, Alessandra Pierelli frequenta l’Accademia di Brera con indirizzo pittorico. Successivamente partecipa ad un corso di decorazione e trompe l’oeil presso l’Accademia del Superfluo di Roma, diretta dal Prof. Lucifero. Dal 1996 al 1998 frequenta il corso dell’International Art School di Montecastello di Vibio (PG) diretta dal maestro Nicholas Carone. Poi, dal 2002 al 2005, collabora con il noto artista Alvin Held. Mentre dal 2006 a oggi ha partecipato e organizzato numerose mostre collettive e personali. Attualmente collabora anche con la Bg gallery di Santa Monica Los Angeles e con la galleria Spaziocima di Roma.

NOTE PER L’INGRESSO – Come previsto dal DL 23 luglio 2021, n. 105, per l’accesso in galleria è richiesto il Green Pass – Risultato negativo al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore, avere vaccinazione anti COVID-19 (in Italia viene emessa sia alla prima dose sia al completamento del ciclo vaccinale), guarigione dal COVID-19 negli ultimi sei mesi.

 

 

fonte: Ufficio Stampa Uozzart

About EZrome

Check Also

Roma World: un tuffo nell’Antica Roma tra divertimento e cultura

#AnticaRoma #Divertimento #Cultura #EZrome Roma World riapre le porte con una stagione 2024 piena di novità: dallo spettacolo "Roma On Fire" al Backlot Tour, un'avventura unica tra storia e cinema. Un'esperienza immersiva nell'Antica Roma, dove divertimento e apprendimento si fondono in un viaggio indimenticabil

“Nel Mezzo del Cammin”: un viaggio spirituale al Teatro Duse

#Dante #TeatroDuse #Spiritualità #EZrome Il 20 aprile al Teatro Duse di Roma, "Nel mezzo del cammin" offre un viaggio spirituale ispirato a Dante, tra teatro, musica e danza.

“Ulisse, Macerata”: un viaggio teatrale tra il reale e l’onirico

#UlisseMacerata #TeatroItaliano #MitoERealtà #EZrome "Ulisse, Macerata" arriva al Teatro Tordinona di Roma, trasformando l'epopea omerica in una riflessione contemporanea sulla frustrazione e l'alienazione. Un viaggio teatrale tra il reale e l'onirico che sfida le convenzioni e le aspettative.

Lascia un commento