Nino De Luca Profondi blu #Atelier 2

Dal 1 al 6 ottobre 2019 Nino De Luca sarà protagonista dell'Atelier 2 del MACRO Museo D'Arte Contemporanea di Roma.

Pittore di carriera ormai trentennale, cresciuto lontano da mode e tendenze ma tenacemente legato a una sua idea di arte, Nino De Luca crea le sue opere mescolando visione e invenzione, sguardo e memoria: i suoi quadri rappresentano un singolare incrocio tra astrattismo e figurazione.

La stesura dei colori per ampie campiture crea nei quadri di De Luca la suggestione di spazi profondi, lontani, e in gran parte astratti dalla realtà. Ma spesso le linee di confine tra una superficie e l'altra determinano il nascere di figure reali, connesse con la vita, la realtà, la natura. La linea d'orizzonte, così frequente nelle opere dell'artista insieme alla dominanza del colore azzurro, il blu del cielo e del mare, determina la somiglianza, la familiarità con il paesaggio, con la storia stessa della pittura: separa spesso due mondi diversi, che potrebbero mescolarsi, ma che restano nei nostri occhi come la rivelazione di uno spazio e di un sentimento 

De Luca propone al MACRO alcune opere della sua produzione recente e ritorna dopo alcuni anni su un tema molto caro: il Mediterraneo come luogo di vita e di morte. Quando nel 2013 avvenne il disastro di Lampedusa, con la morte di centinaia di profughi, De Luca dipinse una serie di opere in cui esistono solo il mare e la morte, un mare profondo, turbato e corroso dalla morte. Il ciclo è poi stato completato con tele più grandi che presentano una croce nel mare: simbolo dell'arte come messaggio di vita, speranza, umanità.

Nino De Luca è nato a Torre Del Greco (Napoli) il 12 settembre 1965.Nel 1983 si è diplomato presso il I° Liceo Artistico di Roma e nel 1988 ha ultimato il corso di studi presso l'Accademia di Belle Arti di Roma, nella sezione Pittura. La sua attività espositiva inizia poco prima degli anni novanta. In occasione delle sue mostre personali e collettive hanno scritto di lui: Raffaele De Grada, Luigi Tallarico, Antonio Carbè, Nicola Spagnoli, Mario Lunetta, Vittorio Esposito, Lorenzo Canova, Gabriele Simongini, M.O. Tudoran, Chiara Strozzieri, Paolo D'Orazio, Andrea Bonavoglia, Leonardo Conti, Stefano Ronca, Giorgio Ficcarelli, Silvia Cardi, Francesco Rossini, Reinhard Pfnigst, Livio Garbuglia, Silvia Pegoraro,F.Gallo Mazzeo. De Luca ha partecipato a premi nazionali e numerose mostre in Italia e all'estero e le sue opere sono presenti presso musei e collezioni private. Tra le più recenti si ricordano nel 2005 l'esposizione a Bucarest presso il Ministero della Romeno, mostra organizzata e promossa dal Ministero degli Esteri, dall'Ambasciata d'Italia in Romania e dall'Istituto di Cultura Italiano di Bucarest. Nel 2007 e nel 2012 è invitato ad esporre  a Sibiu (Romania) presso il Museo Brukenthal, mostra curata e organizzata dall'Istituto di Cultura italiano di Bucarest. Dal 2008 insegna discipline pittoriche e progettazione e decorazione pittoriche presso l'Istituto d'Arte – Liceo Artistico “Enzo Rossi” di Roma. Attualmente vive tra l'Abruzzo e Roma, dove ha sede il suo studio.

INFO

 

Nino De Luca
Profondi blu

#Atelier 2

1-6 ottobre 2019

MACRO Museo d'Arte Contemporanea
Via Nizza 138 – Via Reggio Emilia, 54 – Roma
www.museomacro.it
info.macro@palaexpo.it

Orari: Martedì, mercoledì, giovedì, venerdì e domenica dalle 10.00 alle 20.00
Sabato dalle 10.00 alle 22.00

Fonte Ufficio Stampa Melasecca

About Redazione

Check Also

Gli Europei di Atletica Roma 2024 al via con lo ‘School Day’

#Atletica #Europei2024 #SchoolDay #EZrome Gli Europei di Atletica Roma 2024 iniziano il 7 giugno con lo 'School Day', offrendo agli studenti biglietti a 1 euro per le sessioni del primo giorno all'Olimpico. La promozione "Last Call" garantisce un 40% di sconto sui biglietti fino al 30 maggio. Un evento di inclusione si affaccia alla capitale.

“Il mondo alla prova dall’esilio”: eventi a Villa Medici

#Esilio #VillaMedici #EZrome “Il mondo alla prova dall’esilio” si terrà il 29 e 30 maggio 2024 a Villa Medici di Roma, con una serie di eventi gratuiti e a pagamento dedicati all’analisi dell’esilio. L’evento prevede conferenze tenute da esperti, un concerto mediterraneo e uno spettacolo teatrale, offrendo una riflessione critica sulle dinamiche dell’esilio e sulle risposte di solidarietà.

Lascia un commento